Carciofi fritti in pastella

I carciofi fritti in pastella sono un contorno molto sfizioso e saporito,che può anche essere servito come antipasto. Vediamo la ricetta per prepararli ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto

Carciofi fritti in pastella
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I carciofi fritti in pastella sono un contorno molto sfizioso e saporito, che può anche essere servito come antipasto insieme ad altri fritti. I carciofi fritti in pastella vengono realizzati passando spicchi di cuori di carciofi in una pastella ottenuta con farina uova e latte, che li rende particolarmente invitanti e saporiti. Vediamo, quindi, come preparare dei perfetti carciofi fritti in pastella.

Ingredienti

  • 5 carciofi
  • 200 g di farina 00
  • 2 uova
  • Latte q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Ingredienti per friggere

  • Olio di semi q.b.

Carciofi-fritti-in-pastella-61724

Preparazione

Per iniziare la preparazione dei carciofi fritti in pastella dovete partire proprio dall’ingrediente principale di questa ricetta, ovvero dai carciofi, che dovrete pulire. La pulizia dei carciofi è un passaggio a dir poco fondamentale in questa ricetta, che dovete seguire con moltissima attenzione.

I carciofi, infatti, andranno innanzitutto privati delle foglie esterne, che sono quelle più dure e che risulterebbero meno piacevoli poi da consumare. A questo punto dividete i carciofi in quattro parti e andate ad eliminare la barba contenuta all’interno ma soprattutto le piccole spine delle foglie più piccole. Questa operazione è molto importante dal momento che trovare delle spine all’interno dei vostri carciofi fritti in pastella sarebbe a dir poco fastidioso. Fatto questo procedete a creare degli spicchi più piccoli.

Mano mano che i vostri spicchi di carciofi saranno pronti aggiungeteli in una ciotola con all’interno una soluzione di acqua e limone, che impedirà ai carciofi di diventare neri. Finita la preparazione dei carciofi dedicatevi alla pastella.

Prendete una ciotola abbastanza capiente e versate la farina, il sale ed un pizzico di pepe, le uova ed amalgamate il tutto andando aggiungendo a filo il latte. Se non gradite l’uso del latte all’interno delle pastelle potete anche allungare con dell’acqua. Una pastella con del latte, però, è sempre più corposa e dal sapore più intenso.

Aggiungete a filo il latte fino a quando non avrete ottenuto un composto che sia denso e liscio. Attenzione a non creare una pastella troppo liscia che non aderirebbe ai carciofi e finirebbero per scivolare via non arricchendo quindi i vostri carciofi fritti in pastella. La giusta consistenza deve essere ben densa e cremosa.

Amalgamate, quindi il tutto e procedete all’immersione dei carciofi. Una volta tolti dalla soluzione con acqua e limone i carciofi andranno asciugati per bene e poi immersi completamente all’interno della pastella che avete appena preparato. Nel frattempo iniziate a mettere sul fuoco una padella abbastanza profonda con abbondante olio di semi, che dovrà arrivare a temperatura prima di poter procedere alla preparazione dei carciofi fritti in pastella.

Quando l’olio sarà pronto andate aggiungendo uno per volta carciofi passati in pastella. È importante tenere la fiamma viva ma non troppo alta per evitare che i carciofi fritti in pastella si brucino e diventino troppo amari.

A questo punto aggiustate di sale e girate i vostri carciofi fritti in pastella a metà cottura per avere un risultato perfettamente dorato su entrambi i lati. Una volta pronti scolate i carciofi fritti in pastella e adagiateli su un piatto coperto con della carta assorbente, così da eliminare tutto l’olio in eccesso.

A questo punto i vostri carciofi fritti in pastella sono pronti per essere serviti ai vostri ospiti quando sono ancora ben caldi, così da apprezzare la pastella croccante e il cuore morbido dei carciofi. I carciofi fritti in pastella possono essere serviti come contorno ad un secondo di carne o di pollo oppure possono essere portati a tavola anche come goloso antipasto. In ogni caso il risultato sarà davvero ottimo.

Carciofi-fritti-in-pastella-61724

Consigli e varianti

I carciofi devono sempre essere tagliati in spicchi di medio spessore per evitare che in fase di cottura rimangano troppo croccanti. Allo stesso modo dei carciofi troppo sottili risulterebbero troppo cotti ma soprattutto poco consistenti quando andrete a consumarli.

I carciofi fritti in pastella sono un ottimo contorno, ma in alternativa potete preparare dei funghi ripieni, delle cipolle ripiene, peperoni e patate, delle classiche patate al forno, un flan di patate, delle patate duchessa o del purè di patate. Se li servite come antipasto, invece, potete servirli insieme ad altri fritti, come la mozzarella in carrozza, le olive all’ascolana, le polpette di pane, la crema fritta, gli arancini di riso o le crocchette di patate. In questo modo porterete a tavola delle vere e proprie delizie da leccarsi i baffi.

Conservazione

I carciofi fritti in pastella si conservano per al massimo un giorno in frigorifero se coperti con della pellicola trasparente o se chiusi all’interno di un contenitore ermetico. È bene sapere, però, che una volta riscaldati i vostri carciofi fritti in pastella perderanno la loro croccantezza e tenderanno ad ammorbidirsi. Riscaldati in forno o n microonde, comunque, rimangono un ottimo piatto da portare a tavola. Il consiglio, però, è quello di servirli sempre molto caldi dopo averli preparati.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!