Patate sabbiose piccanti

Le patate sabbiose piccanti sono un contorno sfizioso, particolare ma davvero irresistibile. Ecco la ricetta

Patate sabbiose piccanti
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le patate sabbiose piccanti sono un contorno a base di patate molto particolare che si differisce dalle classiche patate al forno per la presenza del pangrattato. In questo caso, però, rispetto alle classiche patate sabbiose c’è un ingrediente che le rende ancora più sfiziose ed appetitose, ovvero il peperoncino. In questo modo, le vostre patate saranno ancora più buone e piaceranno soprattutto a chi predilige i cibi piccanti.

Vediamo, quindi, insieme come preparare delle ottime patate sabbiose piccanti come accompagnarle ai vostri cibi.

Ingredienti

  • 1 kg di patate
  • 1 spicchio di aglio
  • q.b di rosmarino
  • q.b di aromi
  • 70 g di pangrattato
  • q.b di peperoncino
  • q.b di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Per iniziare la preparazione delle patate sabbiose piccanti dovete partire proprio delle patate, che sono l’ingrediente principale di questa preparazione. Le patate, infatti, andranno lavate accuratamente sotto acqua fredda corrente per eliminare i residui di terra e poi pelate. Una volta private della loro buccia andranno rilevate per eliminare gli ultimi residui ancora presenti e poi ridotti in spicchi o in cubetti.

Decidete se realizzare anche delle fette a seconda dell’effetto che volete ottenere o del piatto cui dovrete affiancare le patate sabbiose piccanti. Prendete una ciotola ben capiente ed aggiungete dell’interno il pangrattato, gli aromi, il rosmarino, il peperoncino e lo spicchio d’aglio ed amalgamate il tutto. In un’altra ciotola aggiungete le patate e cospargete con il pangrattato aromatizzato mescolando per bene il tutto facendo in modo che ogni spicchio venga ricoperto dal pangrattato.

Cottura delle patate sabbiose

Le vostre patate sabbiose piccanti sono a questo punto pronte per essere messe in forno preriscaldato a 180°C per all’incirca 40 minuti. Le patate saranno pronte quando inizieranno a dorarsi in superficie. I tempi di cottura possono variare in base alla dimensione dei vostri spicchi o dei vostri cubetti o se avete deciso di realizzare delle fette.

Regolate quindi sempre la cottura in base alla scelta che avete fatto e controllate la cottura stessa utilizzando i rebbi di una forchetta. Se questi si inseriranno senza difficoltà all’interno delle vostre patate sarà segno che queste sono pronte potrete e quindi sfornarle.

In alternativa potete preparare delle patate ripiene cremose o delle classiche ma intramontabili patatine fritte che piaceranno sempre tutti.

Patate sabbiose piccanti

Conservazione

Le patate sabbiose piccanti si conservano per 2-3 giorni in un contenitore ermetico o coperte con pellicola trasparente e riposte in frigorifero.

Prima di essere servite di nuovo, però, dovrete ripassarle in forno tradizionale o a microonde oppure in padella, aggiungendo dell’altro olio extravergine d’oliva.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Usate la quantità di peperoncino in base a quanto volete che le vostre patate siano piccanti. Potete omettere l'aglio se non lo gradite oppure potete aggiungere alle patate e poi rimuoverlo alla fine la cottura. In questo modo il suo sapore sarà meno intenso. Diminuite la quantità di pangrattato se preferite un effetto meno "sabbioso".

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!