Dolci   •   Gelati e semifreddi   •   Vegano

Budino vegano alle castagne con salsa al caramello

Il budino è un evergreen che tutti conosciamo, amato da grandi e piccini, in ogni stagione dell’anno.

Budino vegano alle castagne con salsa al caramello
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Oltre ad essere una preparazione veloce da realizzare, si può aromatizzare e personalizzare con tantissimi sapori e ingredienti diversi.

Questa versione autunnale alle castagne, totalmente vegetale, è perfetta per chi è vegano, per celiaci e intolleranti al lattosio, poiché non contiene né glutine, né derivati del latte.

La consistenza cremosa data dalle castagne e il sapore delicato del latte di mandorla rendono questo budino veramente speciale.

Ingredienti

  • 350 ml di latte di mandorla
  • 35 g di farina di castagne
  • 2 cucchiai di sciroppo d’acero
  • 150 g di castagne
  • 200 g di zucchero
  • 100 ml di acqua
  • q.b di vaniglia

Preparazione

Lessare le castagne e, quando saranno pronte, metterle da parte con 30 ml di latte di mandorle, per farle restare morbide. Scaldare i restanti 300 ml di latte di mandorla con lo sciroppo d’acero e, prima che arrivi a bollore, stemperare con la farina di castagne e girare bene finché non si addenserà il tutto.

In un bicchiere alto o un boccale, con il minipimer, frullare le cstagne precedentemente ammorbidite e renderle una creama liscia e senza grumi. Se necessario, aggiungere un po’ di acqua o di latte vegetale.

Quindi unire la crema ottenuta con la farina di castagne e il latte di mandorle, insieme alle castagne frullate e ripassarle nuovamente finché non sarà diventato un composto vellutato. Distribuire il budino nelle formine monoporzione oppure, in alternativa, in uno stampo grande.

Riporre in frigorifero per 3 ore a solidificare. Nel frattempo, passare alla preparazione della salsa al caramello.

In un tegame con fondo spesso, scaldare lo zucchero. In un pentolino, invece, mettere l’acqua a scaldare insieme alla vaniglia (estratto pasta, a vostro piacere) e portare a ebollizione.

Quando lo zucchero nel tegame avrà raggiunto il color caramello sciogliendosi, unire l’acqua bollente facendo molta attenzione e mescolare rapidamente. Togliere dal fuoco il caramello e versare in un barattolo a raffreddare.

Quando i budini saranno pronti e ben freddi, si può procedere a impiattarli: mettere su un piatto un po’ di salsa al caramello, sformarvi sopra il budino e, a piacimento, ricoprire con altra salsa in superficie.

Conservazione

I budini possono restare in frigorifero 48 ore, mentre il caramello può essere conservato in barattolo anche un mese

Annalisa D'incecco

I consigli di Annalisa

Se preferite, al posto del latte di mandorla potete usare un'altra bevanda vegetale che più vi piace (avena, nocciola, cocco, etc.). Per chi non ha stampini da budino, vanno benissimo anche i classici pirottini in alluminio, o potete servirli anche in bicchieri e coppette da dessert. Se amate una consistenza ancora più soda, potete aggiungere 3 grammi di agar agar nel latte caldo, al momento di preparare la crema. Si può decorare il budino in superficie anche con del cioccolato fondente fuso, per chi desiderasse un sapore meno dolce del caramello.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!