Castagnole alla crema e vaniglia

Le castagnole sono uno dei dolci più amati del Carnevale. Come tutti i classici viene preparato in tante varianti diverse. In questa versione crema e vaniglia sono letteralmente irresistibili e dire di no sarà praticamente impossibile. Scopriamo, quindi, insieme come si preparano al meglio e tanti consigli utili

Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le castagnole sono dei dolcetti tipici del Carnevale, che fanno impazzire i grandi ma anche i più piccoli. Le castagnole alla crema e vaniglia sono dei piccoli involucri di pasta choux fritti e pieni di crema diplomatica profumata alla vaniglia.

Tipicamente servite per il Carnevale, nulla vieta di gustarle tutto l’anno; entrambe le preparazioni, infatti, non sono eccessivamente lunghe. Facendo attenzione al momento della frittura, otterrete delle castagnole asciutte e leggere, che non vi lasceranno il retrogusto pesante della maggior parte dei dolci fritti.

Questi piccoli e deliziosi dolcetti sono una golosissima tentazione, in quanto lo scioglievole strato esterno esplode all’assaggio, liberando la voluttuosa crema, cosa che vi farà desiderare di mangiarle tutte, una dopo l’altra.

Vediamo, quindi, come si preparano passo dopo passo.

Ingredienti per la crema

  • 75 g di tuorli
  • 190 g di zucchero
  • 40 g di amido di mais
  • 500 g di latte intero
  • q.b di aroma vaniglia
  • 170 g di panna di soia da montare

Ingredienti per le castagnole

  • 375 g di acqua
  • 7 g di sale
  • 50 g di burro
  • 250 g di farina 00
  • 4 uova

Ingredienti per spolverizzare

  • q.b. di zucchero a velo

Preparazione

Per realizzare le castagnole alla crema e vaniglia iniziate a realizzare la crema. Portate il latte a leggero bollore, intanto in un tegame dal fondo alto unite i tuorli con lo zucchero e l’amido e mescolate bene. Aggiungete l’essenza di vaniglia ai tuorli (se utilizzate la bacca, unitela al latte mentre bolle ed eliminatela prima di unire il latte ai tuorli) e quindi versate il latte sui tuorli, un po’ per volta, mescolando per ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Portate sul fuoco e mescolate dolcemente finché non bollirà, spegnete subito e mescolate qualche istante, coprite con la pellicola per alimenti a contatto e lasciate raffreddare a temperatura ambiente.

Quando la crema sarà fredda, montate la panna (avendo cura che sia ben fredda ed utilizzando ciotola e frusta fredde di frigorifero) ed unitela un po’ per volta alla crema. Riponete la crema displomatica in frigorifero fino al momento di utilizzarla.

Preparate ora la pasta per le castagnole. Setacciate la farina e tenetela da parte. In un pentolino dal fondo alto, unite l’acqua, il sale ed il burro e ponetelo sul fuoco finché il burro non sarà sciolto.

Allontanate il pentolino dal fuoco ed unite la farina in una volta sola, mescolando velocemente per formare una palla, riportate sul fuoco e mescolate per qualche minuto, finché l’impasto non si staccherà dalle pareti ed avrà un aspetto lucido.

Mettete l’impasto in una ciotola (oppure nella vasca della planetaria, munita di foglia) e lasciatelo raffreddare. Unite adesso le uova leggermente sbattute, a filo, un po’ per volta, dando il tempo all’impasto di assorbirle.

Preriscaldate il forno a 200°C. Con una sac à poche con bocchetta liscia, formate qualche castagnola (circa sei per volta), su una placca rivestita di carta forno ed infornate per un paio di minuto, finché i fondi delle castagnole non si staccheranno dalla placca. Intanto riscaldate una pentola con l’olio di semi a 170°C.

Sfornate le castangole (che dovranno essere bianche) e terminate la cottura tuffandole nell’olio e girandole, affinché siano perfettamente dorate. Scolatele su un vassoio con carta assorbente, per eliminare l’olio in eccesso e proseguite, fino a terminare l’impasto.

Per farcire le castagnole, aiutandovi con una sac à poche con beccuccio tondo sottile, bucatele sul fondo e riempitele generosamente. Ponete su un vassoio e spolveratele di zucchero a velo prima di servirle.

Castagnole alla crema e vaniglia

Conservazione

Conservatele per un giorno al massimo, al riparo sotto una campana di vetro.

Michelina Siracusano

I consigli di Michelina

Le castagnole sono squisite anche gustate senza ripieno, in quanto la scioglievolezza dell'impasto fritto le rende irresistibili, tuttavia vi consiglio di riempirle di crema fino al limite, per renderle simili a piccole "bombe" che vi esploderanno letteralmente in bocca. Se non amate la crema pasticcera, usate come farcitura una crema al cioccolato.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!