Charlotte panna e crema alla vaniglia senza lattosio

La charlotte panna e crema alla vaniglia senza lattosio è un dolce dal sapore fresco e leggero, ideale in estate. Ecco la ricetta

Charlotte panna e crema alla vaniglia senza lattosio
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La charlotte panna e crema alla vaniglia senza lattosio fresco da preparare.

Con l’aggiunta dei savoiardi inoltre diventa un dolce d’effetto che di sicuro riuscirà a farvi riscuotere un ottimo successo.Si tratta di una rivisitazione della classica Charlotte in quanto per la base non vengono utilizzati i savoiardi ma un soffice e spumoso pan di spagna alla vaniglia.

I giochi e i colori della panna rendono la torta più colorata e più gradevole alla vista. Allora vediamo insieme come preparare questa Charlotte panna e crema alla vaniglia senza lattosio.

Ingredienti per il pan di spagna

  • 3 uova
  • 200 g di zucchero
  • 180 g di farina 00
  • 200 g di yogurt senza lattosio
  • 60 g di fecola di patate
  • 80 ml di olio di semi
  • 1 bustina di lievito vanigliato

Ingredienti per la crema

  • 2 uova
  • 600 ml di panna senza lattosio
  • 100 g di zucchero
  • 50 g di farina 00
  • 1 l di latte senza lattosio
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 fialetta di aroma vaniglia

Ingredienti per decorare

  • q.b. di savoiardi

Preparazione

La prima cosa da fare per la realizzazione della Charlotte panna e crema alla vaniglia senza lattosio è preparare il pan di spagna.

Mettete in una ciotola 3 uova e 200 g. di zucchero e cominciate a montare finché il composto non diventerà spumoso. Senza smettere di lavorare il composto, aggiungete lo yogurt, l’olio di semi, 180 g. di farina setacciata, la fecola di patata e il lievito vanigliato per dolci e continuate a lavorare il composto finché non diventerà omogeneo.

Imburrate e infarinate una teglia e versate il composto all’interno. Mettete in forno preventivamente riscaldato alla temperatura di 180°C (modalità statico) per 35 minuti circa.

Tirate fuori la teglia dal forno e lasciate raffreddare il vostro pan di spagna e nel frattempo cominciate a preparare la crema. Fate bollire il latte e nel frattempo mettete in una ciotola 2 uova e 100 grammi di zucchero e cominciate a lavorare energicamente fino ad ottenere un composto spumoso e senza grumi.

Continuando a mescolare, incorporate 50 grammi di farina, l’aroma vaniglia e la vanillina. Versate il composto così ottenuto nella pentola dove avete fatto bollire il latte e girate lentamente, mantenendo la fiamma bassa, finché la crema non comincerà ad addensarsi.

Togliete il pentolino dal fuoco e versate la crema in una ciotola e lasciatela raffreddare. Riprendete il pan di spagna e tagliatelo in modo da ottenere due dischi.

Prendete il disco inferiore e dopo averlo adagiato su un vassoio, versateci all’interno la crema e coprite col secondo disco. Aggiungete la panna montata in una “sac a poche” e cominciate a decorare il vostro pan di spagna. Prendete i savoiardi e dopo avergli spalmato un po’ di panna sulla parte inferiore attaccateli al pan di spagna fino a ricoprire tutta la circonferenza del dolce.

Avvolgete la charlotte con un nastro in modo da renderla più coreografica. Mettete il vostro dolce in frigo almeno 1 ora prima di servirlo.

In alternativa potete servire una charlotte al limone o una charlotte al cioccolato.

Charlotte panna e crema alla vaniglia senza lattosio

Conservazione

La charlotte panna e crema alla vaniglia senza lattosio si conserva per al massimo un paio di giorni.

Angela Solazzo

I consigli di Angela

Se volete potete aggiungere alla panna un po’ di colorante in modo da ottenere un colore diverso dal classico "bianco panna". Inoltre potete anche mettere sulla panna un po’ di frutta fresca di stagione in modo da rendere il vostro dolce ancora più colorato e divertente. Se non amate molto la vaniglia potete anche cambiare il tipo di essenza magari scegliendone una dal gusto più fruttato.

Altre ricette interessanti
Commenti
Giuseppe Chimenti
Giuseppe Chimenti

09 giugno 2016 - 20:42:24

Ciao, hai preso spunto da Fidelity Cucina o era già una "tua" ricetta? Bella comunque

0
Rispondi
Giuseppe Chimenti
Angela Solazzo

09 giugno 2016 - 21:26:14

Grazie. In realtà si tratta di una coincidenza. Bello comunque vedere come si può rivisitare una stessa ricetta dandogli forme e sapori diversi

0