Ciambelle fritte con ricotta senza lievitazione

Soffici, golose e soprattutto pronte in pochi minuti dal momento che non hanno bisogno di lievitazione queste ciambelle fritte con ricotta. Una ricetta perfetta per il Carnevale e per le feste dei più piccoli

Ciambelle fritte con ricotta senza lievitazione
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Con delle ciambelle fritte il successo è sempre assicurato. Si tratta, infatti, di dolcetti soffici, ricoperti di zucchero e che a seconda dei gusti si possono servire anche con una farcitura. Una buona ciambella fritta saprà sempre mettere tutti d’accordo.

Come tutte le ricette molto amate e diffuse, però, sono tantissime le ricett ad oggi esistenti, che utilizzando ingredienti più o meno particolari per rendere questa ricetta ancora più facile da preparare o golosa. In questo caso, tra le ricette di Carnevale a cui attingere potete aggiungere queste ciambelle fritte con ricotta. La preparazione è più semplice e veloce, saranno pronte in minor tempo ma il risultato sarà eccezionale. Vediamo, quindi, come realizzare questo piatto e conquistare grandi e bambini.

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 120 g di ricotta
  • 100 g di zucchero
  • 2 uova
  • 40 g di burro
  • 4 g di lievito vanigliato
  • q.b di zucchero

Preparazione

Le ciambelle fritte con ricotta senza lievitazione sono una vera delizia e soprattutto saranno pronte più velocemente rispetto al solito dal momento che nell’impasto non viene usato il lievito di birra come al solito ma del lievito istantaneo. Di conseguenza non sarà necessario far riposare l’impasto per diverse ore così da consentire la lievitazione.

Come prima cosa dovrete dedicarvi alla ricotta, che andrà privata del siero in eccesso. Strizzatela con un foglio di carta assorbente o con un canovaccio pulito e mettete momentaneamente da parte. Intanto in una ciotola o all’interno della planetaria lavorate le uova e lo zucchero. Sciogliete il burro a bagnomaria o passandolo per qualche secondo al microonde ed aggiungetelo al composto continuando a lavorare.

E’ il momento di aggiungere anche la ricotta e successivamente gli ingredienti secchi, ovvero il lievito e la farina. Continuate a lavorare e poi spostatevi sul piano di lavoro infarinato. Dovrete impastare fino a formare un panetto ben compatto ed asciutto, non è più appiccicoso. Qualora l’impasto fosse ancora troppo morbido potete aggiungere qualche altro cucchiaio di farina. Questo può dipendere dalla consistenza della ricotta aggiunta all’impasto.

Quando avrete ottenuto un panetto ben compatto potete ridurlo in piccoli pezzi, della grandezza che preferite a seconda della grandezza che volete dare alle vostre ciambelle. Ogni pezzo andrà ridotto in un bastoncino e poi chiuso a formare la vostra ciambella.

Continuate in questo modo fino a quando avrete realizzato tutte le ciambelle. Mettete a scaldare abbondante olio di semi in una padella ben capiente e portate ad una temperatura di 180°C. Anche in questo caso, come per tutti i fritti, la temperatura dell’olio è un fattore a cui dovete prestare abbastanza attenzione perchè un olio troppo caldo farebbe rimanere crude le ciambelline all’interno.

Una volta raggiunta la temperatura aggiungete in padella 2-3 ciambelline per volta e fate proseguire la cottura per circa 4 minuti. Rigirate e fate dorare per altri 3-4 minuti. Una volta ottenuta una doratura omogeneo potete togliere le ciambelle dall’olio, scolarle bene e passarle velocemente su un foglio di carta assorbente. In questo modo perderanno l’olio in eccesso.

Quando sono ancora calde, però, dovrete passarle nello zucchero semolato, così da ricoprirne totalmente la loro superficie. Proseguite in questo modo fino a quando avrete terminate le ciambelle a disposizione. Servitele calde dopo la preparazione o al massimo entro qualche ora per apprezzarle la meglio.

Ciambelle fritte con ricotta senza lievitazione

Ciambelle fritte con ricotta e mascarpone

Per una nota di sapore in più potete decidere di sostituire parte della ricotta con del mascarpone. In questo modo otterrete sempre una ciambella fritta molto soffice ma dal sapore ancora più particolare. Aromatizzate con le spezie che più preferite.

Conservazione delle ciambelle

Le ciambelle fritte con ricotta si conservano per al massimo un giorno. L’ideale, però, è consumarle subito dopo la loro preparazione.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Potete aggiungere della scorza d’arancia o di limone grattugiata all’impasto. Ottimo anche un pizzico di cannella, che se volete potete aggiungere anche allo zucchero per cospargere la superficie. Il risultato sarà un dolce ancora più soffice e goloso, davvero perfetto per grandi e bambini. usate il tipo di ricotta che preferite ma prestate attenzione alla consistenza, che non deve essere troppo morbida.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!