Crostata con crema frangipane e albicocche

In primavera ed in estate sono tanti i frutti che possono essere utilizzati per la preparazione dei dolci. Tra questi ci sono sicuramente le albicocche, che con il loro sapore fresco ed il loro colore rendono tutto davvero straordinario. Questa crostata con crema frangipane e albicocche, quindi, non potrà che incantarvi. Ecco la ricetta

Crostata con crema frangipane e albicocche
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Una crostata elegante ed estiva, da presentare realizzata in uno stampo rettangolare oppure con uno tradizionale scanalato da croststa: una base di frolla semplice, un ripieno di crema frangipane – semplicemente una crema a base di farina di mandorle che si cuocerà direttamente sulla base – e la nota dolce e acidula delle albicocche doneranno un prezioso contrasto a questa crostata.

Potrete consumarla da sola o, pe runa nota più golosa abbinata a una pallina di gelato di vaiglia o di crema, oppure con una crema inglese.

Scopriamo insieme come preparare al meglio questa crostata con crema frangipane e albicocche.

Ingredienti per la pasta frolla

  • 250 g di farina 00
  • 130 g di burro
  • 100 g di zucchero a velo
  • 40 g di tuorli
  • 1 pizzico di sale
  • q.b. di scorza d’arancia

Ingredienti per la crema frangipane

  • 100 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 100 g di farina di mandorle
  • 30 g di farina 00

Ingredienti per decorare

  • 6 albicocche
  • q.b di mandorle a filetti
  • q.b. di zucchero a velo

Crostata con crema frangipane e albicocche

Preparazione

Per preparare la crostata con crema frangipane e albicocche iniziare dalla preparazione della frolla.

Su un piano di lavoro versate la farina, mettete lo zucchero a velo e il pizzico di sale, poi allargando il foro al centro inserite il burro morbido a temperatura ambiente e la scorza di arancio grattugiata: iniziate a impastare dal centro con le dita per amalgamare i gressi – tuorli e burro – con l’aroma, poi incorporate la farina e lavorate finché il composto sarà omogeneo per colore e consistenza. Avvolgete nella pellicola alimentare e mettete in frigorifero.

Dedicatevi alla crema frangipane: lavorate bene il burro ammorbidito e lo zucchero con le fruste elettriche, finchè lo zucchero si scioglie completamente e il composto risulta chiaro e spumoso. Aggiungete poco per volta l’uovo precedentemente sbattuto, sempre lavorando con le fruste elettriche a velocità sostenuta. Unite al composto il mix di farina di mandorle e farina 00 con un cucchiaio di legno.

Estraete ora la frolla ormai fredda, stendetela a uno spessore di 3-4 mm e foderate uno stampo verticale 10×30 come in foto oppure uno stampo da crostata del diametro 22 cm circa. Rivestite lo stampo precedentemente imburrato e infarinato, con la frolla, ritagliate gli eccessi di pasta e bucherellate la frolla. Versate all’interno la crema frangipane livellando bene con una spatola. Se avete modo, fate riposare in frigorifero ancora un po’ prima di cuocerla.

Intanto lavate e asciugate le albiocche e dividetele a metà, poi decorate la superficie della torta premendole leggermente dentro la crema frangipane.

Scaldate il forno a 175°-180°C e cuocete per circa 20-25 minuti, poi aprite il forno e cospargete la crostata con le mandorle a lamelle, proseguendo la cottura per altri 20 minuti circa, per un totale di 40-45 minuti di cottura.

Lasciate freddare bene a temperatura ambiente e poi sformate la crostata, spolverizzandone la superficie con dello zucchero a velo prima di servire.

Crostata con crema frangipane e albicocche

Conservazione

Questa crostata si conserva per 2-3 giorni al massimo.

Alice Parretta

I consigli di Alice

realizzate in anticipo la frolla, anche 1 o 2 giorni prima e conservatela in frigorifero per utilizzarla al momento della preparazione della crostata. Potrete sostituire alle albicocche la frutta che più preferite, come pesche, ciliegie o fichi a settembre! Montata bene il burro con lo zucchero per la crema frangipane, più aria incorporerà migliore sarà il risultato dopo la cottura.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!