Dolci   •   Crostate

Crostata glassata con confettura

La crostata glassata è una rivisitazione di un classico amato e apprezzato da tutti

Crostata glassata con confettura
Difficoltà
Preparazione
Cottura
5 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La crostata glassata ha un croccante guscio di pasta frolla che racchiude il ripieno di confettura che si sposa alla perfezione con la glassa zuccherina e caramellata in superficie.

Realizzare questa torta è incredibilmente semplice e veloce ma l’effetto finale sarà sorprendente e vi farà fare una bella figura, portando in tavola un dolce classico ma di certo innovativo.

Gli ingredienti da utilizzare sono pochi, il risultato sarà sorprendente e la preparazione necessiterà di poche decine di minuti.

Ingredienti

  • 250 g di farina tipo 1
  • 50 g di zucchero di canna
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiaini di lievito vanigliato
  • 2 uova
  • 70 g di olio di semi
  • 100 g di zucchero a velo
  • 250 g di marmellata

Preparazione

Iniziate la preparazione della vostra crostata glassata con la realizzazione della pasta frolla: in una ciotola ben capiente versate la farina, lo zucchero, un pizzico di sale, la scorza di limone e il cucchiaino di lievito. Amalgamate bene il tutto con l’aiuto di una forchetta.

Fate un buco al centro a mò di fontana, versateci dentro l’uovo intero e il rosso (l’albume conservatelo, servirà successivamente!) insieme all’olio di semi (preferibilmente quello di girasole).

Iniziate dal centro e con l’aiuto di una forchetta sbattete bene le uova insieme all’olio, incorporando a mano a mano anche la farina dai bordi. Non appena l’impasto risulterà grossolano, con l’aiuto delle mani, cercate di formare una palla omogenea e liscia. Essendo la preparazione della pasta frolla all’olio non necessiterà di riposare in frigorifero: potrete quindi subito passare all’assemblaggio della torta!

Foderate uno stampo con della carta forno e utilizzate tre quarti della pasta frolla per creare la base e i bordi della crostata. Potrete aiutarvi anche utilizzando un mattarello. Farcite la torta con la confettura che preferite.

Con la pasta frolla restante create una sfoglia su un piano da lavoro e, con l’aiuto della circonferenza della vostra tortiera, ricavate un cerchio che andrete a porre al di sopra della farcitura. Chiudete leggermente i bordi aggiustando la forma della torta in modo tale che la confettura non esca.

Dedicatevi ora alla glassa. In una ciotola versate l’albume e montatelo con l’aiuto della frusta incorporando poco a poco, non appena sarà iniziato a diventare a neve, lo zucchero a velo. Vedrete che risulterà essere una glassa liscia, omogenea e non troppo liquida.

Una volta preparata la glassa versatela sulla superficie della crostata livellandola bene con l’aiuto della spatola.

Ora tocca alla decorazione. Con l’aiuto di una sac a poche col beccuccio fine (o creando un cornetto di carta forno) create dei decori con la confettura, ad esempio disegnando delle linee in orizzontale e successivamente intersecandole in verticale. Altrimenti potrete anche decorare nel modo che più preferite con cuori, cerchi o disegni astratti.

Cuocete la vostra crostata in forno statico a 180° per 30 minuti o fino a doratura della pasta frolla e della glassa.

Crostata glassata con confettura

Conservazione

La crostata glassata con confettura si conserva per 3-4 giorni sotto campana di vetro e non necessita di essere messa in frigo.  

Gabriella Tichelio

I consigli di Gabriella

La ricetta prevede l'utilizzo dello zucchero di canna e della farina tipo 1 che dona un tocco più rustico, senza andare a discapito del gusto ma anzi contrastando con la dolcezza della glassa. Potrete naturalmente utilizzare la farina 00 o lo zucchero semolato. Come con qualsiasi crostata potrete farcire con il ripieno che preferite: è consigliabile utilizzare marmellate o confetture di ciliegie, prugne, albicocche, pesche o frutti di bosco. È sconsigliato invece utilizzare la crema di nocciole in quanto essendo già quest'ultima particolarmente dolce potrebbe dare alla crostata un gusto eccessivamente dolce e non piacevole.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!