Crostata intrecciata di ricotta, semolino e cioccolato

Una crostata che unisce ricotta e cioccolato non può che essere sempre un grande successo. Questa crostata intrecciata di ricotta, semolino e cioccolato sarà un vero tripudio di sapore, perfetta per mille occasioni diverse. Scopriamo insieme come prepararla al meglio

Crostata intrecciata di ricotta, semolino e cioccolato
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Un crostata semplice eppure d’effetto, un intreccio di due frolle, una classica e l’altra al cacao, che racchiudono un ripieno goloso e primaverile, che ricorda la farciutra delle sfogliatelle frolle napoletane e che viene ingolosita dalla presenza del cioccolato fondente, ma anche dei canditi per chi li gradisce, che doneranno una nota ancora più profumata a questa torta ottima per una merenda domenicale, un festeggiamento pasquale o una prima colazione.

Troverete in fondo alla ricetta tutti i consigli utili per realizzare l’intreccio e prepararla al meglio.

Vediamo, quindi, insieme come preparare la crostata intrecciata di ricotta, semolino e cioccolato.

Ingredienti per la frolla bianca

  • 250 g di farina 00
  • 150 g di burro
  • 100 g di zucchero a velo
  • 40 g di tuorli
  • q.b di scorza d’arancia
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per la frolla al cacao

  • 110 g di farina 00
  • 15 g di cacao
  • 75 g di burro
  • 50 g di zucchero a velo
  • 1 tuorlo
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno

  • 250 g di latte intero
  • 1 pizzico di sale
  • 75 g di semolino
  • 250 g di ricotta
  • 125 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di cannella
  • 70 g di cioccolato fondente
  • 30 g di canditi (facoltativi)

Preparazione

Per realizzare la crostata intrecciata con ricotta, semolino e cioccolato iniziate dalla preparazione della frolla.

Su una spianatoia versate la farina, mettete lo zucchero a velo e il pizzico di sale, poi allargando il foro al centro inserite il burro morbido a temperatura ambiente e la scorza di arancio grattugiata: iniziate a impastare dal centro con le dita per amalgamare i gressi – tuorli e burro – con l’aroma, poi incorporate la farina e lavorate finché il composto sarà omogeneo per colore e consistenza. Avvolgete nella pellicola alimentare e mettete in frigorifero. Ripetete la stessa operazione per la dose minore di frolla al cacao, setacciando prima la farina con il cacao amaro.

Intanto portate a ebollizione il latte o l’acqua in una casseruola con il pizzico di sale, quando bolle versateci a pioggia il semolino e mescolate finché il composto prenderà corpo e il semolino avrà assorbito il liquido, togliete dal fornello e lasciate freddare in un contenitore – meglio se basso e largo, coperto da pellicola alimentare a contatto.

Quando avrà perso temperatura, mettete il semolino cotto in una ciotola capiente, e lavoratelo insieme alla ricotta e allo zucchero, mescolando a lungo con un mestolo o una spatola, o meglio ancora lavorandolo col gancio a foglia in planetaria. Mentre mescolate il composto inserite l’uovo intero, aggiungete la cannella, la scorza di arancia e il cioccolato tritato (anche i canditi a piccoli pezzettini se li gradite!) e continuate ad amalgamare finché otterrete un composto omogeneo. Mettete in frigorifero.

Crostata intrecciata di ricotta, semolino e cioccolato

A questo punto estraete dal frigorifero la frolla, stendete quella classica allo spessore di 3-4 mm, rivestite il fondo e i bordi di uno stampo del diametro di 18- 20 cm e rimuovete la pasta in eccesso dai bordi: bucherellate bene il fondo e il bordo, versateci l’impasto di ricotta e semolino livellando bene in superficie e tenete da parte.

Con la restante frolla classica e al cacao realissate delle strisce di uguale spessore e altezza – tipo tagliatelle, poi unitele in orizzontale alternando una al cacao e una di frolla bianca. A questo punto, con le altre realizzate l’intreccio, alternando in verticale una di frolla classica e una nera passando alternatamente sopra e sotto le listarelle di frolal orizzontali.

Spostate questo intreccio sopra la crostata e adagiatelo sulla superficie, coppando a misura del diametro superiore dello stampo: rimuovete gli scarti e, se avete altra frolla, potrete realizzare delle decorazioni da apporre sul bordo superiore.

Infornate con forno statico a 180°C per circa 30 minuti, avendo cura di ciuocerla nella parte medio bassa del forno in modo che la base di frolla risulti ben cotta una volta estratta la crostata.

Lasciate freddare bene prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero, in modo che si assodi bene e risulti più semplice l’operazione di sformatura dallo stampo.

Crostata intrecciata di ricotta, semolino e cioccolato

Conservazione

La crostata si conserva per al massimo 2-3 giorni sotto una campana di vetro.

Alice Parretta

I consigli di Alice

Realizzate in anticipo la frolla così potrete ammortizzare i tempi di preparazione. Utilizzate una ricotta di pecora, più saporita e dal gusto maggiormente avvolgente. Quando realizzate l'intreccio potrete farlo su un foglio di carta da forno, che poi capovolgerete direttamente sulla crostata, in modo da non rovinarlo sollevandolo dal piano di lavoro. Potrete preparare la crostata e surgelarla prima di cuocerla, prolungando i tempi di cottura di circa 15 minuti: è un modo per mantenere ben definito il disegno dell'intreccio e per ammortizzare i tempi di preparazione.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!