Copate Toscane

Se cercate un dolce facile da fare, con ingredienti reperibili e alla portata di tutti, siete nel posto giusto! Oggi vi proporrò le Cupate, una ricetta toscana che però ha una lunghissima storia che passa anche attraverso il siciliano...

Copate Toscane
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Cercate una ricetta di un dolce toscano non diffusa ma gustosissima? Avete cercato su libri e siti una ricetta che possa colpire? Bene, oggi vi proporrò la ricetta delle cupate. Riuscirete a farla in pochissimo tempo e con ingredienti semplici. Ma prima vediamo un po’ di storia legata a questo piatto e alla tradizione culinaria senese.

Le cupate (chiamate oggi copate) sono dolci antichissimi che ebbero una larga diffusione nel Medioevo, tuttavia sembra che la loro origine sia ancora più remota e risalga addirittura all’epoca preromana. Contrariamente a quanto si ritiene, le copate non sono quindi un’invenzione senese (anche se oggigiorno sono note solo quelle provenienti da questa città): esse infatti derivano dalle «cubbàite» siciliane che a loro volta hanno un’origine araba come sta a dimostrare l’etimologia del loro nome: in arabo infatti « qubbiàt » significa «mandorlato». In passato, oltre alle «cupate bianche» di cui ho dato la ricetta, erano molto diffuse anche quelle «nere» che erano fatte con miele, noci tostate e cacao, ma questa seconda versione è ormai poco conosciuta.

E dopo aver conosciuto un po’ di storia di questo piatto, mettiamoci all’opera! Seguite tutti gli step per la preparazione di un dolce che riuscirà a stupire ogni palato.

Vediamo gli ingredienti che ci sono necessari per la preparazione.

Ingredienti

  • 250 grammi di miele
  • 100 grammi di mandorle
  • 50 grammi di zucchero
  • 50 grammi di zucchero vanigliato
  • 120 grammi di albume di uova (circa 4 uova)
  • circa 40 ostie di 10 centimetri di diametro

A questo punto, veniamo al procedimento che dobbiamo svolgere per la preparazione del nostro dolce!

Preparazione

Mettete sul fuoco una casseruola con il miele e lo zucchero e cominciate a rimestare tenendo la fiamma molto bassa. Montate a neve gli albumi d’uovo e quando l’impasto comincia a bollire, aggiungete i bianchi d’uovo precedentemente montati a neve e continuate a mescolare con delicatezza.
Proseguite la cottura con lentezza e sempre girando la pasta finché non avrà raggiunto una giusta consistenza (è sufficiente qualche minuto) ed unite lo zucchero vanigliato e le mandorle tostate in forno e tritate grossolanamente
amalgamate bene il tutto.

Ponetene un paio di cucchiaiate su delle ostie che avrete nel frattempo allineate sul tavolo e quando il composto si sarà un po’ intiepidito, copritelo con un’altra ostia e schiacciate bene in modo da ottenere dei dischi alti poco più di mezzo centimetro.

A questo punto non resta che gustarci questo dolce, magari con qualche biscotto!

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!