Galette albicocche, rosmarino e vin santo

Rivisitazione della classica galette francese, questa variante con albicocche, rosmarino e vin santo è davvero eccezionale e molto golosa. Sarà ideale anche in situazioni più formali. Scopriamo insieme come si prepara

Galette albicocche, rosmarino e vin santo
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le Galette sono dei dolci eccezionali: semolicissimi da preparare, pieni di frutta, sani e golosi allo stesso tempo e con pochissimo spreco di tempo per ealizzarli.

Si tratta di una base brisée – in questo caso senza burro – leggermente dolce e un ripieno di frutta fresca, in questa versione le albicocche, abbinate al rosmarino e macerate nel vin santo: potrete sostituire al vin santo qualsiasi liquore, che poi darà solo una nota romantica e non alcoolica dopo la cottura, ma anche seguire i consigli per una versione alcool free!

Scopriamo, quindi, insieme come procedere passo dopo passo.

Ingredienti

  • 300 g di farina 00
  • 30 g di zucchero
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 90 g di olio di semi
  • 10 cucchiai di acqua fredda
  • 1 rametto di rosmarino
  • 800 g di albicocche
  • 20 g di vin santo
  • 80 g di zucchero di canna
  • q.b di latte intero (o acqua)
  • q.b di mandorle a filetti

Preparazione

Per preparare la Galette albicocche, rosmarino e vin santo iniziate dall’impasto.

In un mixer versate le polveri – farina, sale e zucchero – con gli aghetti di rosmarino, poi a filo l’olio di semi e azionate fino a ottenere un composto grossolano; a questo punto inserite 4 cucchiai di acqua fredda e azionate di nuovo le lame, poi altri 4 cucchiai e lavorate ancora a scatti progressivi. Versate il composto su un piano di lavoro e compattate l’impasto, aggiungendo un cucchiaio di acqua fredda per volta se notaste che tende a sfaldarsi. Avvolgete nella pellicola e conservate in frigorifero per un’ora.

Intanto lavate le albicocche e tagliatele a metà poi in quarti, inseritele in una ciotola capiente e aggiungete lo zucchero, il mezzo cucchiaino di sale, il rametto di rosmarino intero e il vin santo – oppure pari quantità di succo di albicocca per la versione senza alcool – lasciando riposare per almeno due ore o per tutta la notte in frigorifero.

Una volta rassodato l’impasto, accendete il forno a 160°C; stendete la brisée al rosmarino con l’aiuto di un po’ di farina e di un matterello, ottenendo uno spessore di circa 3-4 mm e una forma arrotondata, anche se non è necessario essere precisi: adagiatela su un foglio di carta da forno sopra una teglia, prendete le albicocche e scolandole dal succo inseritele al centro della pasta disponendole come più vi piace. Tenete da parte il succo avanzato.

Galette albicocche, rosmarino e vin santo

Ripiegate i bordi esterni di pasta per raccogliere bene la frutta, premendo sulle pieghe via via che realizziamo il bordo: spennellate con del latte – oppure con dell’acqua per una versione total vegan – e infornate per circa 25-30 minuti nel ripiano più basso del forno.

Trascorso questo tempo estraete la galette – non sarà ancora cotta – e spennellate nuovamente i bordi con latte o acqua, decorandoli con le scaglie di mandorla, poi infornate nuovamente per 15-20 minuti finché vedrete un colore ben dorato. Estraete e fate raffreddare.

Mentre la galette è in cottura filtrate in una casseruola il succo di albicocche e vin santo e scaldatelo portandolo a ebollizione e cuocendolo per circa 5 o 6 minuti, in modo che si addensi diventando uno sciroppo.

Una volta che la galette sarà intiepidita, spennellate la frutta con lo sciroppo e servite.

Galette albicocche, rosmarino e vin santo

Conservazione

Questo dessert si conserva per al massimo un paio di giorni.

Alice Parretta

I consigli di Alice

Con piccole accortezze potrete realizzare versioni vegan e anche alcool free: utilizzando l'acqua per spennellare i bordi e sostituendo al vin santo del succo di albicocca diluito con un cucchiaio di acqua questo dolce sarà adatto a bambini e vegani! Utilizzate la frutta che più vi piace, sostituite il rosmarino con del timo o il vin santo con un altro liquore a vostro piacimento per personalizzarla secondo i vostri gusti La galette viene servita tiepida, magari con una pallina di gelato alla vaniglia o alla crema, ma anche fredda, con una crema inglese o da sola: sarà buona in tutti i modi!

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!