Mandarini interi canditi

I mandarini canditi sono buonissimi e soprattutto molto versatili dal momento che potremo utilizzarli in tanti modi diversi, ad esempio per la decorazione dei nostri dolci. Ecco la ricetta ed alcuni consigli

Mandarini interi canditi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I mandarini interi canditi sono più semplici da preparare di quanto si potrebbe pensare. Saranno non soltanto buoni da mangiare ma si presteranno anche per realizzare la decorazione di tantissimi dolci diversi, come le arance candite.

Durante la stagione invernale, infatti, i mandarini sono protagonisti di tantissimi dolci e spesso vengono utilizzati anche nella loro decorazione. In questa versione candita saranno ancora più irresistibili, lucidi e golosi.

Vediamo, quindi, come prepararli ed alcuni consigli per ottenere un risultato perfetto, buono e bello da vedere.

Ingredienti

  • 8 mandarini
  • 2 l di acqua
  • 1 kg di zucchero
  • 2 cucchiaini di glucosio

Come preparare i mandarini canditi

Per preparare i mandarini interi canditi dovete partire dalla scelta dei mandarini stessi. Per questa preparazione, infatti, vi serviranno dei mandarini più piccoli, dal momento che dovrete tenerli interi. Dei mandarini troppo grossi, infatti, sarebbero meno versatili e si presterebbero meno anche a delle decorazioni; inoltre la preparazione sarebbe anche più lunga.

Una volta selezionati, i mandarini dovranno essere privati delle foglie e del picciolo e poi lavati ed asciugati molto accuratamente. È importante, inoltre, sempre scegliere dei mandarini bio quando questi vengono utilizzati integralmente o ne viene grattugiata la scorza. I mandarini andranno tenuti in acqua per un paio di giorni, cambiandola più volte durante la giornata. Solo a questo punto potete scolarli e forarli leggermente con un ago.

Teneteli a bagno per un altro paio di giorni, sempre cambiando l’acqua più volte durante l’arco della giornata. A questo punto potete trasferirvi sui fuochi e mettere i mandarini in una pentola ben capiente con abbondante acqua fredda. Portate a bollore e fate proseguire la cottura per una decina di minuti.

Solo a questo punto potete scolarli ed immergerli nell’acqua fredda così da farli freddare completamente. Nel frattempo dedicatevi alla preparazione dello sciroppo. In un pentolino mischiate insieme acqua e zucchero e portate a sfiorare il bollore. Fate proseguire per circa 7-8 minuti la cottura fino a quando avrete ottenuto uno sciroppo. Versatelo sui mandarini, che avrete riposto all’interno di un contenitore. Fate intiepidire il tutto e fate riposare per almeno un giorno.

Trascorso questo lasso di tempo potrete togliere lo sciroppo in eccesso, disporlo di nuovo all’interno di un pentolino e farlo restringere per qualche altro minuto sempre a fiamma moderata. Fatelo intiepidire e versatelo nuovamente sui vostri mandarini. Portate il tutto sul fuoco e fate proseguire la cottura per circa 5minuti.

Rimettete nuovamente all’interno di una ciotola e fate intiepidire. Fate riposare per un altro giorno. Dovrete ripetere questa stessa operazione per 4-5 giorni. Ogni giorno, quindi, rimettete lo sciroppo sul fuoco, fate caramellare, aggiungete sui mandarini e riportate a bollore per un paio di minuti.

L’ultimo giorno aggiungete allo sciroppo anche il glucosio e fate bollire nuovamente i mandarini per qualche altro minuto. Noterete che a questo punto il vostro sciroppo sarà diventato molto denso. Fate riposare per diversi giorni, coprendo con un foglio di carta da forno. A questo punto i mandarini potranno essere scolati dello sciroppo in eccesso e lasciati ad asciugare per diversi giorni.

A questo punto i mandarini interi canditi saranno pronti per essere utilizzati in tanti modi diversi.

Mandarini-interi-canditi

Conservazione dei mandarini canditi

Se avete seguito queste istruzioni correttamente potrete conservare i mandarini interi diversi giorni.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

E' importante ripassare più e più volte lo sciroppo all'interno del pentolino insieme ai mandarini in maniera tale che lo sciroppo diventi denso e ricopra perfettamente tutti i vostri frutti. Soltanto in questo modo, infatti, potrete ottenere un risultato davvero perfetto e potrete conservarli a lungo così da averli a vostra disposizione in ogni momento.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!