Dolci   •   Biscotti e pasticcini   •   Vegano

Meringhe vegane all’acquafaba

Le meringhe sono uno dei dolci più golosi ed amati in tutto il mondo, spesso utilizzati anche come decorazione di torte complesse. Queste meringhe vegane all'acquafaba risulteranno particolarmente buone, ma accontenteranno anche i vegani. Scopriamo come procedere passo dopo passo

Meringhe vegane all’acquafaba
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Sebbene le meringhe abbiano come ingrediente principale l’albume d’uovo, realizzare una variante 100% vegana non è un’impresa così impossibile. Non tutti sanno, infatti, che l’acqua di cottura dei ceci precotti (conosciuta anche come acquafaba) se montata con delle fruste elettriche, assume la stessa consistenza dell’albume montato a neve. Il risultato, sia per quanto riguarda il gusto che la consistenza, è assolutamente identico alle meringhe classiche.

Vediamo com’è possibile realizzare le meringhe vegane all’acquafaba e le varianti per personalizzarle.

Ingredienti

  • 360 g di ceci
  • 100 g di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di succo di limone

Preparazione

La prima cosa che dovrete fare per preparare le meringhe vegane all’acquafaba è filtrare l’acqua di cottura presente in un barattolo di ceci da 360g, aiutandovi con un colino a maglia stretta, e versarla all’interno di una ciotola.

Ora con l’aiuto delle fruste elettriche (usate quelle per montare a neve) iniziate a lavorare il composto, proprio come se steste montando degli albumi d’uovo. Dopo un paio di minuti, aggiungete il succo di limone al liquido di cottura dei ceci e continuate a montare il tutto. Infine, tritate lo zucchero di canna in un frullatore (per renderlo più fine, se è grezzo), aggiungetelo gradualmente al composto e montate ancora per circa 10/15 minuti.

Noterete che man man che il posto verrà lavorato, triplicherà il volume e assumerà un colore bianco proprio come gli albumi. Per assicurarvi di aver montato il composto a sufficienza, inclinate leggermente la ciotola. Se il composto non si muove, è pronto per essere trasformato in tante meringhe vegane.

Meringhe vegane all'acquafaba

Ora trasferite il tutto all’interno di una sac à poche, rivestite di carta forno la vostra teglia e iniziate a formare tante meringhe vegane, distanti l’una dall’altra, fino ad esaurimento del composto. Una volta pronte per essere infornate, cuocetele a 100°C (forno statico) per circa 1 ora e mezza.

Il tempo di cottura è così lungo perché le meringhe non devono cuocere ma seccarsi. Passato il tempo necessario, estraetele dal forno e lasciatele intiepidire (risulteranno morbide inizialmente e rischiereste di romperle). Infine, staccatele delicatamente una alla volta.

Ora che sono pronte, potete decorarle con del cioccolato fondente o della frutta secca. Oppure gustarle nella loro semplicità.

Meringhe vegane all'acquafaba

Conservazione

Le meringhe vegane all’acquafaba si conservano in una scatola di latta chiusa. Le meringhe, infatti, tendono ad assorbire l’umidità e se lasciate a contatto con l’aria possono diventare appiccicose. Si mantengono friabili per circa 3/4 giorni.

Federica Grilli

I consigli di Federica

Se non amate i ceci, non temete di utilizzare il loro liquido di cottura: assicuro che il gusto non sarà assolutamente alterato. Con lo stesso procedimento (senza la cottura in forno) è possibile realizzare una mousse vegan. Basterà aggiungere 100g di cioccolato fondente al composto, distribuirlo in dei vasetti con chiusura ermetica e conservare in frigo per almeno un'ora.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!