Dolci   •   Torte

Namoora al mandarino

Namoora è il nome di un classico dolce della tradizione araba simile alla nostra torta allo yogurt

Namoora al mandarino
Difficoltà
Preparazione
Cottura
5 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Si tratta di una ricetta semplice che nei paesi mediorientali è riconoscita come una preparazione genuina e adatta a tutti, grandi e piccini.

Si realizza con il semolino e uno sciroppo a base di fiori di arancio o agrumi, in questo caso con succo e sciroppo di mandarino fresco. Si taglia a quadrotti e si serve, spesso, in accompagnamento con delle mandorle. Per esaltare tutti i suoi aromi, l’ideale è servirlo con una tazza di the caldo alla menta.

Ingredienti

  • 230 g di zucchero
  • 300 ml di acqua
  • q.b di scorza di mandarino
  • 300 ml di succo di mandarino
  • 3 uova
  • 200 g di zucchero
  • 180 ml di latte di mandorla
  • 75 g di farina 00
  • 375 g di semolino
  • 120 ml di olio di semi di girasole
  • q.b di mandorle
  • q.b di mandarini

Preparazione

Per prima cosa, bisogna preparare uno sciroppo, in questo caso a base di mandarini. Mettete sul fuoco, in una casseruola, l’acqua con lo zucchero: quando inizia a bollire, aggiungete le scorze dei mandarini e continuate a far bollire per circa 10 minuti.

Spegnete il fuoco, aggiungete 300 ml di spremuta di mandarini e lasciate raffreddare. Quando sarà ormai a temperatura ambiente, togliete le scorze e mettete in frigorifero lo sciroppo.

In una bowl, rompete le uova, unite lo zucchero e montate leggermente con le fruste elettriche. Aggiungete poi il succo di mandarino e girate a mano; unite il latte di mandorle e l’olio a filo, continuando a mescolare a mano.

Unite adesso il semolino e amalgamate bene, poi la farina setacciata e sbattete finché non sarà un composto abbastanza fluido e liscio. Fate riposare una decina di minuti e poi distribuitelo su una teglia imburrata e infarinata con semolino. Preferite un formato rettangolare 20×30, o quadrato 25×25, per poi tagliare il dolce in tante mattonelle.

Infornate a 180° per circa 20 minuti finché il dolce non sarà dorato. Quando sarà cotto e ancora bollente, ricoprire nella teglia con lo sciroppo freddo e far riposare finché non sarà completamente assorbito. Tagliare a quadrotti e servire con qualche mandorla di accompagnamento e una tazza di the caldo alla menta.

Conservazione

Questa torta al mandarino si conserva per 2 giorni a temperatura ambiente e fino a 4 se tenuta in frigorifero.

Annalisa D'incecco

I consigli di Annalisa

Potete usare l'arancia al posto del mandarino, o aggiungere un po' di acqua di fiori di arancio per dare un aroma più spiccato e orientale. Un'altra versione, più esotica, è quella con la farina di cocco al posto della classica.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!