Panna cotta fatta in casa

La panna cotta fatta in casa è un dessert al cucchiaio delizioso. Ecco la ricetta e la variante al cioccolato e alle fragole

Panna cotta fatta in casa
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Almeno una volta nella vita ci saremmo chiesti come fare la panna cotta in casa ottenendo un risultato davvero perfetto, degno dei migliori ristoranti e delle migliori pasticcerie.

Si tratta di un dessert al cucchiaio tra i più famosi e conosciuti non soltanto in Italia ma anche all’estero. La sua presentazione elegante e le tante salsa con cui può essere accompagnata ne fanno sicuramente uno dei dolci più consumati e più versatili della nostra tradizione. Potrete, infatti, dare vita ad una panna cotta al cioccolato o una panna cotta alle fragole per stupire tutti sia con golosità che con una nota acidula più particolare. La preparazione è abbastanza semplice e potrete davvero sbizzarrirvi con le tante possibilità a vostra disposizione.

Vediamo, quindi, insieme come si fa la panna cotta fatta in casa ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto che stupisca tutti.

Ingredienti

  • 600 ml di panna
  • 1 bacca di vaniglia
  • 10 g di gelatina
  • 110 g di zucchero

Ingredienti per la salsa ai mirtilli

  • 100 g di zucchero a velo
  • 400 g di mirtilli
  • 4 cucchiai di succo di limone

Preparazione

Per preparare la panna cotta fatta in casa dovete innanzitutto partire dai fogli di gelatina, che dovrete mettere in ammollo in acqua fredda per circa 10 minuti.

Durante questo passaggio, infatti, i fogli di gelatina si ammorbidiranno per bene saranno quindi poi ben malleabili e potranno essere strizzati ed aggiunti al composto. Dedicatevi alla bacca di vaniglia, che dovrete incidere al centro nel senso della lunghezza e poi, utilizzando un coltellino, dovrete prelevare i semi interni.

Aggiungete all’interno di un pentolino la panna liquida insieme allo zucchero. Mescolate il tutto e fate andare a fiamma dolce per qualche minuto. Aggiungete quindi i semi ed il baccello della bacca di vaniglia e fate proseguire la cottura fino a sfiorare il bollore. Fatto questo spegnete la fiamma ed estraete il baccello, che avrà ormai sprigionato il suo sapore ed il suo profumo ma che non dovrà rimanere all’interno della preparazione.

Riprendete quindi la gelatina, che si sarà perfettamente ammorbidita, e strizzatela così da privarla di tutta l’acqua in eccesso ed aggiungetela al pentolino. Mescolate energicamente con un cucchiaio di legno così da far sciogliere perfettamente la gelatina ed a questo punto il composto è pronto per cui non vi resta che prendere degli stampi, utilizzando quelli che più preferite, e riempirli fino a mezzo centimetro dal borto.

A questo punto la panna cotta andrà messa in frigorifero a riposare per almeno 5-6 ore in maniera tale che il composto si compatti alla perfezione e la gelatina faccia il suo lavoro. A questo punto dedicatevi alla preparazione della salsa ai mirtilli.

Salsa ai mirtilli

Dovrete aggiungere all’interno di un pentolino i mirtilli precedentemente lavati ed asciugati insieme allo zucchero e del succo di limone, che avrete filtrato per eliminare eventuali impurità. Mescolate il tutto e fate andare fino a quando i mirtilli inizieranno a rilasciare il loro succo. Fate proseguire la cottura fino a quando avrete ottenuto un composto ben il liquido ed a questo punto non vi resta che utilizzarlo per decorare la vostra panna cotta.

Se lo desiderate, però, potete anche filtrarlo così da ottenere coulis liscio senza pezzi. Decidete, quindi, in base ai vostri gusti ed alle vostre necessità. Riprendete a questo punto la panna cotta ed immergete gli stampini nell’acqua bollente. In questo modo consentirete al composto di staccarsi dalle pareti dello stampo e quindi di trasferire il vostro dolce sui piatti in cui andrete a servirlo in modo più semplice.

Non vi resta che servire con la salsa d’accompagnamento.

Varianti

Quando si prepara la panna cotta ci si può letteralmente sbizzarrire con le tante varianti a nostra disposizione. Come detto precedentemente, infatti, si possono realizzare tante tipologie di panna cotta, giocando con le sfumature di sapore del cioccolato o della frutta oppure realizzando una versione al caffè o al caramello per i più golosi.

Panna cotta con latte

Se lo desiderate, per questa preparazione, potete sostituire parte della panna con del latte, dosando le proporzioni in base al risultato che volete ottenere. Dovrete, però, utilizzare del latte intero per dare al vostro dessert la giusta consistenza e la giusta corposità. La preparazione non cambia, gli step da seguire saranno sempre gli stessi ma otterrete un dessert al cucchiaio più leggero ma comunque buonissimo.

Panna cotta senza colla di pesce

Se non amate l’uso della colla di pesce all’interno delle vostre ricette potete tranquillamente omettere questo ingrediente ed utilizzare un’altra tecnica per preparare questo dessert. Dovrete, infatti, aggiungere la panna all’interno del pentolino insieme sempre ai semi ed al baccello della bacca di vaniglia, aggiungere lo zucchero e far proseguire la cottura fino a sfiorare il bollore.

Fatto questo dovrete eliminare il baccello ed aggiungere circa 80 g di albumi direttamente nel pentolino. Continuate a mescolare il tutto molto energicamente per fare in modo che gli albumi non coagulino e non formino grumi. Il composto così ottenuto andrà versato all’interno degli stampini, esattamente come fatto precedentemente. In questo caso, però, il composto andrà cotto in forno a 140°C per circa un’ora.

Il risultato che otterrete sarà una panna cotta molto soda e ben densa, che dovrete poi sformare, sempre mettendo leggermente a bagnomaria lo stampo, e poi far compattare in frigorifero. Servite sempre con una salsa d’accompagnamento in base ai vostri gusti.

Se, invece, volete continuare a preparare la panna cotta secondo la ricetta classica potete sostituire la colla di pesce con dell’agar agar. In questo modo, quindi, renderete il dolce perfetto anche per i vegetariani o per chi non consuma o non può consumare questo tipo di ingrediente. Il risultato che otterrete sarà comunque compatto e davvero delizioso.

Si può cuocere la panna cotta al microonde?

Se lo desiderate potete utilizzare il forno a microonde per la preparazione di questo dolce. Non dovrete far altro che scaldare la panna e lo zucchero in microonde per circa 3 minuti a 750 W, cercando, però, di interrompere a metà del tempo indicato il riscaldamento e mescolare così che non si formino eventuali grumi sul fondo.

Aggiungete quindi la colla di pesce, che avrete nel frattempo messo ad ammorbidire in acqua fredda e poi strizzato, ed amalgamate il tutto direttamente all’interno del contenitore che avete utilizzato per scaldare il composto. Avrete ottenuto così un risultato davvero perfetto. Anche in questo caso dovete poi procedere aggiungendo il composto all’interno degli stampini e mettendo il tutto a rassodare in frigorifero per diverse ore.

Se volete creare una variante al cocco o al cioccolato dovrete inserire questo ingrediente prima di mettere il composto a rassodare, dopo aver fatto scaldare i primi ingredienti all’interno del microonde. Anche in questo caso per la decorazione finale potete davvero sbizzarrirvi ed aggiungere della salsa al caramello oppure, se non avete molto tempo a vostra disposizione, potete utilizzare anche del topping al cioccolato o al caramello.

Conservazione

La panna cotta si conserva per al massimo un paio di giorni in frigorifero. Se lo desiderate, però, può anche essere congelata e poi scongelata direttamente in frigorifero facendola riposare al suo interno per diverse ore fino a quando sarà ritornata alla giusta temperatura e consistenza.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Per aromatizzare il composto base della panna cotta potete utilizzare tantissimi ingredienti. Ad esempio potete sostituire la bacca di vaniglia con della scorza di limone o della scorza d'arancia, specialmente se decidete di guarnire poi con un coulis alla frutta. Il risultato finale sarà comunque ottimo e davvero molto delicato, perfetto anche per i palati più esigenti.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!