Sbriciolata alla crema e pesche

Un dolce fresco, goloso e facile da preparare? La sbriciolata alla crema e pesche farà decisamente al caso vostro! Si preparare in poco tempo e sarà molto versatile dal momento che potrete servirla in tante varianti diverse. Scopriamo insieme come realizzarla

Sbriciolata alla crema e pesche
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Una buona sbriciolata è un’idea deliziosa per conquistare la propria famiglia al mattino a merenda ma anche per terminare un pasto con una nota dolce. La sbriciolata alla crema e pesche sarà una vera ventata di freschezza e potrà essere servita in ogni periodo dell’anno.

In questo caso abbiamo utilizzato pesche fresche, ma quando queste non sono di stagione potete sostituirle con delle pesche sciroppate. Anche una sbriciolata crema e amarena sarà molto gradita. Se, invece, volete abolire la frutta potete optare per una semplice sbriciolata con crema pasticcera o una sbriciolata con crema al limone.

Saprete conquistare sempre tutti. Scopriamo, quindi, insieme come procedere passo dopo passo e tanti consigli utili.

Ingredienti

  • 300 g di farina 00
  • 120 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • 1 bustina di vanillina
  • 300 ml di latte
  • 2 tuorli
  • 40 g di zucchero
  • 30 g di farina 00
  • 1 bacca di vaniglia
  • q.b di scorza di limone
  • 4 pesche noci

Come fare la sbriciolata alla crema

Per iniziare la preparazione della sbriciolata alla crema e pesche dovete partire dalla farina e dal burro, che deve essere ben freddo di frigo, che dovrete lavorare in una ciotola con la punta delle dita così da dar vita ad un composto ben sabbioso formato da piccole briciole. Per questo è importante che il burro sia ben freddo, quindi, tenetelo in frigo fino al momento in cui inizierete la preparazione della ricetta.

Aggiungete, quindi, l’uovo intero ed il tuorlo e lo zucchero e continuate a lavorare. Aggiungete anche farina, lievito e vanillina e continuate a lavorare con i polpastrelli. Non dovrete mai, infatti, formare un panetto, come si fa con la classica pasta frolla, ma sempre un composto sbriciolato. Fate riposare in frigorifero mentre vi dedicate alla preparazione della crema pasticcera.

In un pentolino aggiungete il latte, la scorza di limone e di semi ed il baccello della bacca di vaniglia. Portate a sfiorare il bollore. A parte lavorate le uova con lo zucchero ed aggiungete, quindi, la farina. Quando avrete ottenuto un pastello ben liscio aggiungetevi il latte, private della scorza e del baccello di vaniglia, e mescolate con una frusta.Versate nuovamente nel pentolino e riportate a bollore, mescolando costantemente fino a quando avrete ottenuto una consistenza be cremosa.

La vostra crema pasticcera andrà quindi disposta in una ciotola e coperta con pellicola trasparente, così da evitare a formazione di una fastidiosa pellicina in superficie. Fate freddare a temperatura ambiente e successivamente in frigorifero. E’ il momento delle pesche, che andranno lavate, sbucciate e ridotte in piccoli quadrotti.

Terminate i tempi di riposo, potete assemblare la vostra sbriciolata alla crema. utilizzate uno stampo con apertura a cerniera e foderate con carta da forno. Disponete un primo strato di impasto sbriciolato, compattandolo delicatamente sul fondo con il dorso di un cucchiaio  con le mani. dovrete creare uno strato omogeneo.

Aggiungete ora la crema e la pesca ridotta in cubetti. Coprite il tutto con la rimanente parte di composto sbriciolato.A questo punto mettete in forno preriscaldato a 170°C per circa 40 minuti o fino a doratura. Sfornate, fate freddare completamente e servite ai vostri ospiti.

Torta-Sbriciolata-alla-crema

Sbriciolata alla crema Bimby

Potete usare il bimby per la preparazione dei vari componenti del dolce. Aggiungete tutti gli ingredienti per il composto sbriciolato e fate lavorare a velocità 4 per 2 minuti.

Sbriciolate ulteriormente il composto con le mani e spostatelo in una ciotola.

Per la crema pasticcera aggiungete tutti gli ingredienti nel boccale e fate andare a 80°C per circa 7 minuti.Assemblate il dolce come descritto prima.

Sbriciolata alla crema e amarene

Come detto inizialmente, potete creare tante varianti di questo dolce ad esempio utilizzando delle amarene.

Possono essere amarene fresche ma anche sciroppate, scegliendo in base ai vostri gusti o al periodo dell’anno nel quale vi trovate.

Conservazione della sbriciolata alla crema

La sbriciolata si conserva per 2 giorni in frigorifero sotto una campana di vetro.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Potete aggiungere la quantità di frutta che più preferite o sostituirla con delle gocce di cioccolato. Il risultato sarà comunque ottimo. Al posto della scorza di limone potete usare della scorza d’arancio per aromatizzare la crema pasticcera o soltanto la bacca di vaniglia. Dosate la quantità di farina per una crema più o meno densa.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!