Dolci   •   Torte

Torta greca al latte

Deliziosa, cremosa e semplicissima da preparare. La torta greca al latte, detta anche galatopita, è un dolce davvero straordinario, che può essere preparata in tante versioni diverse, ad esempio con amaretti e mandorle, detta anche alla mantovana che prevede un guscio croccante di pasta sfoglia. Scopriamo insieme come si prepara e tante varianti, anche con il Bimby

Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La torta greca è una ricetta molto golosa e gustosa, che si può realizzare in tante varianti. In questo caso nella sua versione al latte, detta anche galatopita, saprà conquistarvi con il suo gusto semplice.

Nulla vieta, però, di poterla preparare oltre che nella ricetta originale anche nella variante mantovana, ovvero una torta di pasta sfoglia con amaretti e mandorle. Sarà ottima anche da realizzare con del latte di mandorle, ad esempio.

Insomma, potete dare libero sfogo alla vostra fantasia e quindi dare vita a ricette sempre diverse che sappiano conquistare proprio tutti. Scopriamo, quindi, come procedere.

Ingredienti

  • 1 l di latte
  • 160 g di semolino
  • 3 uova
  • 190 g di zucchero
  • 1 scorza di limone
  • q.b di burro
  • 1 bustina di vanillina

Come fare la torta greca

Per portare a tavola la torta greca al latte dovete innanzitutto scaldare il latte insieme alla scorza di limone. Se utilizzate una bacca di vaniglia al posto della vanillina dovrete aggiungerne i semi ed il baccello in questa fase. Portate il latte ad ebollizione e a questo punto spegnete la fiamma.

All’interno di una ciotola aggiungete il semolino e le uova e lavorate con una frusta fino a formare una crema a cui aggiungerete, poco per volta il latte caldo. È il momento di aggiungere lo zucchero e la vanillina. Aggiungete anche una noce di burro e continuate a lavorare con una frusta fino a quando avrete ottenuto un risultato davvero perfetto.

A questo punto spostate il composto ottenuto all’interno di uno stampo rettangolare o quadrato livellando la superficie. La vostra galatopita andrà messa in forno a 180°C per circa 45 minuti o fino a quando inizierà a dorarsi in superficie. Se lo desiderate potete spolverizzare la superficie del composto anche con dello zucchero a velo. Il risultato sarà ancora più goloso e la vostra torta greca senza pasta sfoglia conquisterà davvero tutti.

Torta-greca-senza-pasta-sfoglia

Torta greca mantovana

Questa versione della classica torta greca è davvero profumata e golosa.In questo caso viene utilizzato un guscio di pasta sfoglia al cui interno si aggiunge un composto a base di uova, zucchero, amaretti, farina e mandorle.

Il risultato finale al termine della cottura è un dolce davvero squisito che si prepara in pochi minuti e che avrà un guscio croccante ed un ripieno cremoso che conquistano sempre tutti i vostri ospiti.

Torta greca con ricotta

Un’ottima soluzione può essere utilizzare la ricotta e ridurre la quantità di latte, che servirà solo per ammorbidire un po’ il composto.

Otterrete un dolce sempre  molto goloso, simile alla tipica torta greca ma molto gustosa.

Torta greca vegana

Per una versione perfetta per tutti, anche per chi ha scelto una dieta vegana dovrete utilizzare tutti ingredienti senza derivati animali.

Al posto del latte potete usare del latte vegetale mentre le uova potranno essere sostituite con dello yogurt vegetale. Il procedimento rimarrà il medesimo ma avrete realizzato un dolce davvero eccezionale e buono proprio per tutti.

Fate attenzione anche alla presenza di glutine per creare una torta greca senza glutine.

Torta greca Bimby

Con il Bimby preparare la galatopita è davvero facilissimo. Dapprima fate scaldare il latte con la scorza di limone per 5 minuti a 100°C.

Dopo di che mettete da parte il latte e lavorate il semolino e le uova. Aggiungete a filo il latte e lo zucchero e successivamente la noce di burro.Versate poi il composto in una tortiera ed infornate seguendo le indicazioni riportate precedentemente.

Torta-greca-al-latte-e-variante-alla-mantovana

Conservazione della galatopita

Questo dolce si conserva per al massimo un paio di giorni sotto una campana di vetro.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Potete aromatizzare il composto utilizzando anche della scorza d’arancia oppure un aroma a vostro piacimento, ad esempio dell’anice o del rum. Se preparate la versione con la pasta sfoglia potete utilizzare lo stesso composto, che verserete all’interno, oppure scegliere di utilizzare gli amaretti e le mandorle come indicato prima nella versione mantovana.

Altre ricette interessanti
Commenti
Alberto Sanna
Alberto Sanna

16 febbraio 2019 - 07:08:17

Non vedo lievito, è corretto? Grazie!

0
Rispondi