Guide e consigli

Come cuocere il polpo

Come cuocere il polpo alla perfezione? Qual è il tempo di cottura ideale? Tante idee e consigli, suggerimenti e ricette per servire il polpo in moltissime varianti diverse, tutte golosissime e di grande successo

Come cuocere il polpo

Le ricette con il polpo sono davvero tantissime, tutte molto raffinate, gustose e buone. A seconda del tipo di piatto, però, che vogliamo preparare è importante capire come cuocere il polpo alla perfezione, quale tecnica di cottura usare, a seconda se usiamo il polpo congelato o fresco.

Che sia un’insalata di polpo o del polpo lesso, infatti, è importante calcolare i tempi di cottura alla perfezione così da avere un polpo ben cotto.

Scopriamo, quindi, insieme come procedere ed ottenere un polpo morbido, tenero ma perfettamente cotto, pronto per tante ricette golosissime.

Come cuocere il polpo
Come pulire il polpo

Come pulire il polpo

La prima cosa a cui dobbiamo prestare attenzione è la pulizia del polpo. Come sempre infatti, gli ingredienti di base vanno puliti accuratamente così da eliminare tutti quegli elementi che rovinerebbero il risultato finale.

Inanzitutto dovete sciacquarlo sotto acqua corrente strofinando bene la sua superficie . Fatto questo il polpo andrà trasferito su un canovaccio pulito e tamponato con lo stesso o con dei fogli di carta assorbente.

Adesso che è ben pulito potete eliminare la sacca presente all’altezza degli occhi e poi il becco. Dovrete praticamere un’incisione con un coltello ben affilato intorno alla bocca così da estrearre il becco.

Adesso battete il polpo con un apposito martelletto o un batticarne. In questo modo, infatti, lo renderete più morbido e tenero.

A questo punto sciacquate nuovamente sotto acqua corrente le interiora della sacca, testa e tentacoli. E’ importnate prestare attenzione a questo passaggio perchè sarà di fondamentale importanza per non ritrovare dei residui di sabbia all’interno del piatto finito.

Come cuocere il polpo
Insalata di polpo

Come cuocere il polpo per l’insalata

Per servire il polpo all’insalata bisogna patrire dalla preparazione del polpo bollito. Come prima cosa, quindi, dopo aver pulito accuratamente il polpo dovete riempire per più della sua metà una pentola con acqua che porterete a sfiorare il bollore.

Fatto questo prendete il polpo e immergete i tentacoli per qualche secondo. Tirate su ed immergeteli di nuovo. Ripetete questa operazione altre 3 volte: in questo modo vedrete i tentacoli del vostro polpo arricciarsi alla perfezione, rendendo di conseguenza ogni vostro piatto ancora più particolare e bello da servire.

Fatto questo immergete completamente il polpo e fate proseguire la cottura. Il tempo di cottura del polpo dipende dal peso. Dovete considerare mediamente 20 minuti di cottura per ogni 500 g di polpo.

Durante la cottura potrebbe formarsi della schiuma che potrete rimuovere con una schiumarola. Una volta terminata la cottura, ovvero quando i rebbi di una forchetta si inseriranno perfettamente nel polpo, scolatelo e procedete al taglio per dare vita alla vostra insalata.

Come cuocere il polpo
Polpo in umido

Come cucinare il polpo in umido

Per preparare un buon polpo in umido dovrete partire sempre da una pulizia accurata del polpo e procedere poi con la cottura in una casseruola ben capiente.

Mettete a soffriggere dell’aglio con dell’olio extravegine d’oliva e aggiungete polpa o passata di pomodoro, aromatizzando come meglio credete.

Fatto questo immergete il polpo e coprite con un coperchio così da favorire la cottura. Dovrete far cuocere rispettando i criteri indicati prima, ovvero considerando il peso del polpo.

Solitamente per questo tipo di preparazione si prediligono piccoli polpi, che cuociono velocemente e che possonoe ssere serviti interi insieme al sugo di cottura.

Per un piatto ancora più ricco preparate del polpo in umido con patate, aggiungendo al sugo anche dei tocchetti di patate, crudi o precedentemente sbollentati. Otterrete una preparazione ancora più gustosa. Un vero e proprio piatto unico. 

Come cucinare il polpo con le patate

Il polpo con patate è uno di quei piatti più classici e tradizionali, perfetti da servire come antipasto di mare o come vero e proprio piatto unico.

Pochi ingredienti ma che danno vita ad un piatto davvero strepitoso. Dovrete lessare il polpo come indicato prima ed a parte lessare anche le patate.

Riducete sia il polpo che le patate in piccoli pezzi e quindi unite i due ingredienti all’interno di un piatto. Condite poi con sale, pepe e olio extravergine d’oliva. Aggiungete una nota di colore con del prezzemolo.

Potete arricchire il piatto anche con dei pomodorini o con del sedano in pezzi. Il risultato sarà sempre un piatto molto ricco e particolare.

Come-cuocere-il-polpo

Come cucinare il polpo surgelato

Se avete del polpo congelato potete utilizzarlo per la preparazione di tantissime ricette. Potete cuocerlo ancora congelato oppure tenerlo a temperatura ambiente per circa mezz’ora e poi procedere alla cottura una volta che il polpo sarà diventato ben morbido.

Se il vostro polpo è ancora congelato dovete immergerlo in acqua fredda e successivamente accendere la fiamma. Quando l’acqua raggiungerà il bollore il polpo si sarà già ben ammorbidito. Potrà, però, essere necessario prolungare la cottura di una decina di minuti rispetto a quando si cuoce il polpo fresco.

Se, invece, avete lasciato il polpo a temperatura mabiente e questo si è quindi decongelato potete procedere come illustrato precedentemente.

Come-cuocere-il-polpo

Come cuocere il polpo in pentola a pressione

Se avete una pentola a pressione in casa potete utilizzarla per cuocere il polpo. Dopo aver ripulito perfettamente il polpo aggiungetelo all’interno della pentola a pressione con abbondante acqua e chiudete con il coperchio.

Fate cuocere per circa 20 minuti ed attendete il fischio prima di spegnere la fiamma e togliere il coperchio. A questo punto il vostro polpo sarà perfettamente cotto.

Ovviamente, in base al peso del vostro polpo i tempi di cottura possono variare.

Come-cuocere-il-polpo

Polpo: ricette golose

Come detto precedentemente sono tantissime le ricette con il polpo che si possono preparare.

Non solo polpo in insalata ma anche polpo alla gallega o del carpaccio di polpo, due piatti che possono essere serviti come antipasto oppure come secondo piatto vero e proprio.

Piatti spesso molto semplici e con una cottura abbastanza veloce, che però vi consentiranno di riscuotere un grandissimo successo. Impossibile, inoltre, non citare anche l’insalata di mare, uno degli antipasti per eccellenza serviti nei migliori ristoranti.

Conservazione del polpo

Una volta cotto il polpo potrà essere conservato in un contenitore ermetico riposto in frigorifero per un paio di giorni al massimo.

Dovrete, però, lasciarlo a temperatura ambiente per almeno mezz’ora prima di utilizzarlo per la preparazione di piatti che andranno serviti freddi.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!