Fette biscottate senza olio di palma fatte in casa

Preparare delle fette biscottate senza olio di palme fatte in casa con le proprie mani può sembrare quasi impossibile ed invece con alcuni accorgimenti sarà molto più facile di quanto potreste pensare. Scopriamo insieme come fare

Fette biscottate senza olio di palma fatte in casa
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le fette biscottate fatte in casa saranno una vera e propria scoperta. A colazione, infatti, non mancano mai e possono essere utilizzate in tantissimi modi, ad esempio spalmando sopra della marmellata oppure delle creme di vario tipo. La colazione all’italiana, infatti, le prevede sempre come elemento principale che non può mancare sulle nostre tavole. Ma come preparare delle fette biscottate senza olio di palma fatte con le nostre mani?

Si partirà dalla preparazione di un pan brioche che andrà poi ridotto in fette che andranno poi biscottate in forno. Una ricetta, quindi, che prevede una doppia cottura che permetterà alle fette di pane brioche di diventare ben croccanti come quel classico alimento che tutti noi consumiamo al mattino.

La preparazione è molto più semplice di quanto si potrebbe pensare ma il risultato finale che otterrete sarà davvero straordinario.

Ingredienti

  • 200 g di farina 00
  • 400 g di farina manitoba
  • 200 g di burro
  • 150 ml di latte
  • 3 uova
  • 1 tuorlo
  • 70 ml di acqua
  • 1 bustina di lievito di birra
  • 30 g di zucchero
  • 15 g di sale

Ingredienti per spennellare

  • 1 uovo

Come preparare le fette biscottate senza olio di palma

La prima cosa da fare per portare a tavola delle fette biscottate fatte in casa sarà mischiare insieme le due farine ed il lievito di birra disidratato. Se decidete di impastare a mano il pane brioche potete disporre il tutto sul piano di lavoro; mentre se volete utilizzare la planetaria inserite gli ingredienti all’interno della ciotola. A questo punto aggiungete poco per volta l’acqua, che deve essere a temperatura ambiente o leggermente intiepidita.

Quando si preparano dei prodotti lievitati è importante prestare attenzione alla temperatura degli ingredienti utilizzati. Dovrete, infatti, evitare di utilizzare ingredienti freddi di frigo per non inibire la lievitazione. Iniziate ad impastare ed aggiungete quindi le uova intere e il tuorlo. Successivamente aggiungete anche lo zucchero ed di latte, anche in questo caso leggermente intiepidito.

Fate lavorare il tutto per un paio di minuti ed aggiungete quindi il burro, che deve essere stato ridotto in cubetti, ed il sale. Il burro andrà aggiunto cubetto dopo cubetto dando il tempo all’impasto di incorporarlo alla perfezione. Alla fine della lavorazione dovrete aver ottenuto un impasto molto liscio ma soprattutto elastico.

Considerate che per ottenere questo risultato sarà necessario lavorare il tutto per almeno 20-25 minuti. Proprio per questo motivo è indicato l’uso della planetaria perché vi consentirà di ridurre i tempi di lavorazione ma soprattutto di ottenere un buon risultato con minor fatica.

Una volta ottenuto questo risultato riducete l’impasto in una palla ed aggiungetelo all’interno di una ciotola precedentemente unta. Coprite con della pellicola e mettete a lievitare per circa 45 minuti. Prendete quindi uno stampo da plumcake e rivestitelo con della carta da forno. Terminata la prima lievitazione riprendete il vostro impasto, appiattite leggermente con le mani e quindi arrotolatelo. Adagiatelo all’interno dello stampo e coprite nuovamente con un canovaccio o con della pellicola e rimettete in forno spento ma con luce accesa a lievitare per un’altra ora circa.

A questo punto l’impasto avrà raddoppiato il suo volume iniziale per cui non vi resterà che spennellare la superficie con un uovo sbattuto e cuocere in forno a 170°C per 45 minuti. Quando il vostro pane brioche sarà dorato in superficie potete sfornarlo e lasciarlo freddare su una gratella. Solo quando sarà completamente fredda potrete ridurlo in fette. Le varie fette di pane brioche andranno disposte su una teglia precedentemente foderata con carta da forno e rimesse in forno statico a 150°C per circa un’ora.

In questo modo, infatti, si doreranno e soprattutto diventeranno ben croccanti. Le vostre fette biscottate sono quindi pronte per cui non vi resta che sfornarle, lasciarle freddare poi condirle come meglio credete.

Fette-biscottate-fatte-in-case-ricetta-e-variante-bimby

Fette biscottate senza olio di palma integrali

Se volete portare a tavola un prodotto integrale, sostituite parte della farina utilizzata con la farina integrale.

Il risultato finale che otterrete sarà un prodotto ancora più sano e ricco di fibre, ideale anche per coloro che stanno seguendo una dieta o prestano particolare attenzione all’apporto di fibre degli alimenti che consumano durante la loro giornata.

Fette biscottate fatte in casa con il Bimby

La lavorazione dell’impasto è abbastanza lunga e faticosa se realizzata a mano. Se non avete una planetaria e disponete del bimbi questo potrà esservi di grande aiuto perché vi consentirà di lavorare tutti gli ingredienti in maniera più veloce ottenendo un risultato eccellente.

Dovrete aggiungere dapprima all’interno del boccale le farine ed il lievito de iniziare ad amalgamare il tutto. Poco per volta aggiungete l’acqua, lo zucchero ed il latte. Terminate poi con il burro ed il sale. Anche in questo caso il burro andrà aggiunto durante la lavorazione dell’impasto aggiungendo l’acqua poco per volta.

Dovrete lavorare l’impasto con funzione Spiga per circa 2-3 minuti o comunque fino a quando avrete ottenuto un impasto elastico che si incorderà al centro intorno alle lame.

Fette biscottate fatte in casa: ricetta light

Se volete portare a tavola delle fette biscottate più leggere potete sostituire il burro con dell’olio di semi e ridurre la quantità di zucchero. Otterrete in questo modo un risultato più leggero, meno calorico e quindi adatto anche a coloro che stanno seguendo un regime alimentare dietetico e che quindi devono prestare attenzione alle calorie durante l’arco della giornata.

Le fette biscottate così saranno indicate anche a chi sta seguendo una dieta. Per esigenze alimentari particolari potete anche creare una versione senza glutine.

Come conservare le fette biscottate fatte in casa

Le fette biscottate si conservano per circa una settimana se riposte all’interno di un contenitore ermetico. In questo modo si manterranno ben croccanti e friabili.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Potete realizzare questa stessa ricetta in tante varianti diverse. Ad esempio potete utilizzare la tipologia di farina che più preferite per ottenere un risultato sempre diverso. Potrete, inoltre, regolare la quantità di zuccheri e di sale in base ai vostri gusti o all'uso che intendete fare delle vostre fette biscottate.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!