Focaccine genovesi al formaggio

Le focaccine genovesi al formaggio sono una variante golosa e simpatica della classica focaccia genovese. Ecco la ricetta ed alcuni consigli

Focaccine genovesi al formaggio
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le focaccine genovesi al formaggio sono un’alternativa monoporzione e particolarmente sfiziosa della vera ricetta della focaccia genovese.

In questo caso, infatti, la ricetta classica viene realizzata in un formato che la renderà perfetta per accompagnare un aperitivo o per arricchire un antipasto rustico al buffet. Inoltre la ricetta originale viene arricchita dalla presenza del formaggio e con altri eventuali ingredienti che si possono aggiungere per rendere la preparazione ancora più ricca e particolare.

Un’alternativa alla classica focaccia alta e soffice realizzata in versione simpatica ed ancora più comoda da servire.

Vediamo, quindi, come preparare le focaccine genovesi ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto.

Ingredienti

  • 500 g di farina manitoba
  • 300 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 120 ml di olio extravergine d’oliva
  • 15 g di sale
  • 1 bustina di lievito di birra
  • q.b di parmigiano reggiano
  • q.b di origano

Preparazione delle focaccine

Per iniziare la preparazione delle focaccine genovesi al formaggio dovete partire dall’acqua. Questa, infatti, dovrà essere a temperatura ambiente o leggermente intiepidita. La temperatura dell’acqua è molto importante per favorire la lievitazione che avverrà successivamente. Utilizzate, quindi, dell’acqua a temperatura ambiente o in alternativa scaldata leggermente al microonde o all’interno di un pentolino così che risulti appena tiepida.

Fate parecchia attenzione alla temperatura dell’acqua così che questa non sia eccessiva. Dell’acqua troppo calda, infatti, brucerebbe il lievito ed inibirebbe la successiva lievitazione. Nell’acqua così intiepidita sciogliete il sale e lo zucchero. Amalgamate per bene il tutto e trasferitevi sul piano di lavoro o all’interno di una planetaria con il gancio. Aggiungete la farina e iniziate a lavorare aggiungendo circa 50 ml di olio extravergine d’oliva, l’acqua preparata precedentemente e infine il lievito di birra.

Lavorate il tutto per almeno 5-6 minuti fino a quando avrete ottenuto un composto ben elastico e non più appiccicoso. L’impasto che avrete così ottenuto andrà ridotto in una palla ed adagiato su una teglia precedentemente unta con abbondante olio extravergine d’oliva. La vostra palla di impasto andrà cosparsa anche sulla superficie con dell’altro olio extravergine d’oliva.

Lievitazione

Coprite il tutto con un canovaccio pulito e mettete in forno spento ma con luce accesa a lievitare per circa un paio d’ore. Il volume iniziale dell’impasto dovrà raddoppiare.

I tempi di lievitazione possono variare in base alla stagione nella quale vi trovate e di conseguenza alla temperatura in casa. In inverno, infatti, quando le temperature in casa sono più basse i tempi di lievitazione potrebbero essere maggiori; mentre in estate le alte temperature favoriranno la lievitazione per cui i tempi potrebbero ridursi. Sarà importate valutare la crescita dell’impasto. Questo, infatti dovrà raddoppiare. Quando avrete ottenuto questo risultato sarete certi di aver ottenuto un risultato perfetto e potrete procedere.

A questo punto potete prelevare delle piccole manciate di impasto e schiacciarle leggermente con le mani. Le focaccine così ottenute andranno disposte su una teglia precedentemente unta con dell’olio extravergine d’oliva. Continuate in questo modo fino a quando avrete realizzato tutte le focacce possibili.

Adesso le focacce andranno lasciate nuovamente a lievitare per un’altra ora sempre forno spento ma con luce accesa. La temperatura deve aggirarsi intorno ai 30°C per una lievitazione ottimale. In estate, quindi, potete lasciare anche le focaccine al formaggio fuori dal forno a riparo da correnti d’aria mentre in inverno sarà opportuno tenerle all’interno del forno spento ma con la luce accesa così che si crei la giusta temperatura per favorire la lievitazione.

Quando il volume sarà raddoppiato non vi resta che praticare dei piccoli solchi con i polpastrelli sulla superficie, cospargere con dell’olio extravergine d’oliva, con del sale e con del formaggio grattugiato in superficie.

Potete arricchire la preparazione in tantissimi modi diversi, ad esempio aggiungendo anche dei tocchetti di salumi in superficie, prima del formaggio. Sarà ottima, ad esempio, una fetta di salame o qualche tocchetto di salsiccia. Potete, quindi, sbizzarrirvi con la fantasia e dare vita a delle focaccine al formaggio sempre diverse e sempre particolari. Renderete in questo modo questa preparazione versatile e perfetta per tantissime occasioni, adattandovi ai gusti dei vostri ospiti.

Cottura della focaccia

Condite anche con dell’origano ed a questo punto le focaccine sono pronte per essere messe in forno preriscaldato a 200°C per circa 15 minuti. Prima di mettere in forno spruzzate la superficie con dell’acqua utilizzando un vaporizzatore. Questo piccolo accorgimento vi consentirà di mantenere la vostra focaccia ben morbida e di far ottenere una doratura davvero perfetta in superficie dopo passaggio in forno.

Una volta pronte le focaccine genovesi andranno sfornate, lasciate da parte ad intiepidire e poi servite vostri ospiti. Per poter apprezzare il formaggio filante servite le focaccine quando sono ancora tiepide.

In alternativa potete preparare delle focaccine con pomodorini o una focaccia barese. Ottima anche una focaccia al formaggio.

Focaccine genovesi Bimby

Tra le ricette bimby una buona focaccia non può sicuramente mancare. La focaccia genovese Bimby sarà quindi ottima da preparare, riuscirete a diminuire i tempi di lavorazione ed ottenere un risultato perfetto in pochissimi minuti.

Dovrete lavorare tutti gli ingredienti all’interno del boccale per 2 minuti con funzione Spiga. Otterrete un impasto ben compatto ed elastico che dovrete raccogliere e ridurre in una palla. Mettete, quindi, a lievitare come descritto sopra, dapprima per due ore. Poi potrete dividere in piccole palline di impasto e successivamente condire con il formaggio.

Avrete ottenuto comunque un ottimo risultato ma in pochissimo tempo e con minor fatica.

Focaccia genovese al formaggio

Se volete portare a tavola un piatto perfetto come secondo potete attingere alla tradizione realizzando la classica focaccia genovese ma arricchendola in superficie con i formaggi che preferite.

Il risultato sarà comunque ottimi ma velocizzerete la preparazione dal momento che non dovrete preparare le focaccine una per una ma potrete stendere tutto l’impasto direttamente all’interno di una teglia e procedere quindi alla farcitura ed alla cottura.

Il risultato che otterrete sarà davvero straordinario.

Focaccia-genovese-al-formaggio

Conservazione

Le focaccine genovesi al formaggio si conservano per al massimo 2-3 giorni all’interno di un contenitore ermetico. In questo modo, infatti, verrà preservata la loro la morbidezza.

Prima di servirle nuovamente ai vostri ospiti, però, sarà necessario scaldarle per una decina di minuti in forno caldo oppure per pochi secondi al microonde. In questo modo, infatti, il formaggio si fonderà nuovamente e l’impasto tornerà ben morbito. Solo in questo modo, infatti, potrete apprezzare nuovamente la consistenza ed il sapore di questo piatto.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Potete arricchire le focaccine tanti modi diversi. Ad esempio potete sostituire il parmigiano reggiano con un altro formaggio grattugiato che più gradite ed aromatizzare con gli odori che volete. Potete aggiungere anche dei pomodorini e delle olive nere sulla superficie, creando così delle piccole focaccine baresi davvero molto golose e particolari. In entrambi i casi fare un figurone. Per un formaggio più cremoso aggiungetelo solo negli ultimi minuti di cottura.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!