Pizzelle fritte con crescenza e salumi

Le pizzelle fritte con crescenza e salumi sono un'ottima idea antipasto per arricchire un aperitivo. Ecco la ricetta ed alcuni consigli

Pizzelle fritte con crescenza e salumi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le pizzelle fritte con crescenza e salumi sono una variante della classica ricetta napoletana, che prevede il solo utilizzo di passata di pomodoro fresco e abbondante formaggio grattugiato sopra. Possono però essere farcite in tantissimi modi, anche nella versione dolce.

Si tratta di una ricetta di facile preparazione, ottima da servire per una cena in famiglia sorseggiando una bella birra ghiacciata oppure una bibita analcolica gassata. Queste pizzelle fritte sono stuzzicanti, soffici e piacciono davvero a tutti!

Vediamo insieme come si preparano.

Ingredienti per l’impasto

  • 250 g di farina manitoba
  • 250 g di farina 00
  • 1 bustina di lievito di birra
  • 310 ml di acqua
  • 60 ml di olio extravergine d’oliva
  • 30 g di zucchero
  • 20 g di sale

Ingredienti per condire

  • 80 g di prosciutto crudo
  • 80 g di pancetta
  • 80 g di salame
  • 200 g di crescenza

Preparazione

Per realizzare le pizzelle fritte con crescenza e salumi innanzitutto dovrete preparare l’impasto seguendo dei semplici ma indispensabili passaggi. Prendete una ciotola piuttosto grande e all’interno mettetevi le 2 tipologie di farina, la bustina di lievito di birra disidratato e infine una parte dello zucchero. Mescolate il tutto utilizzando un cucchiaio e successivamente aggiungete gradatamente l’acqua tiepida, l’olio extravergine d’oliva, il rimanente zucchero e solo per ultimo il sale.

Utilizzando una forchetta, amalgamate bene il tutto e quando otterrete un composto piuttosto appiccicoso trasferitelo sul piano del tavolo infarinato e iniziate a impastare fino ad ottenere un panetto soffice ed elastico (ci vorranno circa 10 minuti). Infine rimettete l’impasto nella ciotola infarinata, copritelo con uno strofinaccio umido e ponete a lievitare in un luogo caldo fino a quando raddoppierà di volume (ad esempio nel forno spento, per circa 1 ora e mezza).

Trascorso il tempo della lievitazione, riprendete l’impasto e suddividetelo il 10 parti uguali. Con le mani leggermente infarinate, appiattite leggermente ciascuna parte di impasto e, man mano che ripetete l’operazione, posizionatele non troppo vicine fra loro sul tavolo infarinato. Copritele nuovamente con lo strofinaccio umido e lasciate lievitare ancora per 15 minuti, lontano da correnti d’aria (è consigliabile tenere finestre e balconi chiusi).

Adesso potrete friggere le vostre pizzelle. In una padella a sponde alte mettete abbondante olio di semi di girasole, accendete il fuoco a fiamma media e quando l’olio sarà ben caldo friggete 2-3 pizzelle alla volta. Giratele da entrambi i lati per una cottura omogenea. Quando le pizzelle sono cotte, trasferitele su carta assorbente e lasciatele intiepidire appena. Ripetete l’operazione con tutte le pizzelle.

Quando le pizzelle sono tiepide, farcitele con la crescenza e i salumi affettati freschi.

In alternativa potete preparare dei panzerotti fritti o delle pizzette di sfoglia.

Pizzelle fritte con crescenza e salumi

Conservazione

Le pizzelle fritte con crescenza e salumi si conservano per al massimo 3-5 ore dalla preparazione.

I consigli di Giovanna - La Tavola Allegra blog

Per un risultato soffice a prova di pizzeria, è importante che l'impasto lieviti in maniera adeguata, al riparo da correnti d'aria e in un luogo caldo. Potete utilizzare metà farina Manitoba e metà farina 00 oppure acquistare direttamente la farina per pizza, facilmente reperibile in tutti i supermercati. Farcite le vostre pizzelle come più vi piace, ad esempio con Stracchino e prosciutto crudo di Parma oppure con Gorgonzola dolce DOP, prosciutto di Praga e noci.

Altre ricette interessanti
Commenti
Pamela Belli

21 settembre 2017 - 10:27:19

Molto appetitose

0
Rispondi
Giovanna La Barbera

21 settembre 2017 - 10:27:58

Grazie mille, Pamela!

0