Gnocchi di zucca e patate

Gli gnocchi di zucca e patate sono una variante degli gnocchi di patate perfetta per l'autunno. Ecco la ricetta e la variante senza patate e senza uova

Gnocchi di zucca e patate
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Con l’arrivo dell’autunno gli gnocchi di zucca e patate saranno un’ottima idea per portare a tavola un primo piatto diverso dal solito. Si tratta di una variante dei classici gnocchi di patate realizzata in questo caso arricchendo l’impasto base proprio con la zucca, ingrediente che durante l’autunno viene utilizzato per la preparazione di tantissimi piatti diversi.

Si tratta di una preparazione molto semplice da realizzare, che porterà una ventata di originalità ai vostri primi piatti e che darà vita ad un risultato davvero incredibile. Le varianti possibili sono davvero tante dal momento che potete preparare gli gnocchi di zucca senza patate oppure senza uova.

Vediamo, quindi, come fare gli gnocchi di zucca ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto e tante varianti per portare a tavola un piatto sempre particolare ed originale.

Ingredienti

  • 400 g di zucca
  • 400 g di patate
  • 160 g di farina 00
  • 60 g di fecola di patate
  • 1 uova
  • q.b di sale

Come fare gli gnocchi

Per preparare gli gnocchi di zucca e patate dovete innanzitutto dedicarvi proprio alla zucca, che dovrà essere ripulita di semi e filamenti, della scorza esterna e ridotta in piccoli cubetti. Le patate, invece, andranno sciacquate sotto acqua fredda corrente e messe a cuocere in abbondante acqua salata per circa 30-35 minuti. I tempi di cottura delle patate variano in base alla dimensione delle patate utilizzate. E’ sempre bene utilizzare delle patate che abbiano più o meno tutte la stessa dimensione così da avere una cottura ben uniforme e soprattutto un risultato perfetto senza ritrovarvi con delle patate più cotte o più crude di altre.

Le patate saranno pronte quando i rebbi di una forchetta si inseriranno perfettamente al loro interno. Nel frattempo dedicatevi alla zucca, che dovrà essere ridotta in cubetti o in fette e adagiata su una teglia foderata con carta da forno. La zucca andrà messa a cuocere in forno a 180°C per circa 15-20 minuti o fino a quando sarà ben morbida. Sfornate la zucca e lasciate da parte ad intiepidire.

Nel frattempo all’interno di una ciotola o direttamente sul piano di lavoro versate la farina e formate un buco al centro dove inserirete la purea di patate, ottenuta utilizzando l’apposito attrezzo. Aggiungete sale e pepe in base ai vostri gusti ed iniziate a lavorare. Aggiungete anche la purea di zucca, ottenuta sempre quando l’ingrediente è ancora tiepido com’è avvenuto per le patate, ed iniziata a lavorare il tutto. Aggiungete quindi anche l’uovo precedentemente sbattuto ed aggiustate se necessario di sale e pepe.

Amalgamate per bene il tutto ed aggiungete anche la fecola. Lavorate l’impasto fino a quando avrete ottenuto un panetto ben compatto e non più appiccicoso, che dovrete ridurre in una palla e avvolgere in un canovaccio pulito o con della pellicola trasparente. Dovrete far riposare a temperatura ambiente per una decina di minuti.

Trascorso questo tempo di riposo il panetto potrà essere ripreso ed utilizzato per la realizzazione degli gnocchi. Il panetto andrà diviso in piccoli pezzi che dovrete ridurre poi in piccoli cordoncini e successivamente in piccoli tocchetti, utilizzando un tarocco o un semplice coltello. Per dare agli gnocchi la loro classica forma rigata potete passarli sui rebbi di una forchetta oppure su un apposito rigagnocchi.

Una volta pronti gli gnocchi di zucca andranno disposti su un vassoio precedentemente coperto con un canovaccio pulito e cosparso con della farina. Una volta pronti gli gnocchi andranno cotti in abbondante acqua salata e saranno pronti quando saliranno in superficie, esattamente come avviene per gli gnocchi di patate classici.

Una volta pronti gli gnocchi di zucca andranno passati in padella con del burro e della salsa, ad esempio, e serviti con una spolverizzata di formaggio grattugiato.

Gnocchi di zucca senza patate

Se volete realizzare questa ricetta ma volete rendere il composto più leggero potete omettere la presenza delle patate e sostituire con una maggiore quantità di zucca e della ricotta. In questo caso, infatti, i vostri gnocchi saranno ancora più leggeri e potete servirli con i condimenti più disparati. Gli gnocchi di zucca e ricotta saranno perfetti infatti per essere accompagnati semplicemente da burro e salvia ma anche da un sugo di pomodoro.

Gnocchi di zucca senza uova

Se invece volete omettere la presenza dell’uovo potete aggiungere oltre alla zucca ed alle patate un paio di cucchiai di ricotta. Amalgamate per bene il tutto e dosate sapientemente la presenza della farina e della fecola.

Qualora notaste, infatti, che il composto rimane ancora molto morbido e di conseguenza non riuscite a ridurlo in un panetto ben morbido e compatto aggiungete una maggiore quantità di farina o di fecola. Non esagerate con la quantità, però, altrimenti rischiereste di avere degli gnocchi di zucca troppo collosi.

Gnocchi bimby

Se lo desiderate potete realizzare questa ricetta anche utilizzando il bimby. Potete infatti cuocere le patate all’interno del cestello nel boccale e la zucca al Varoma. Dopo una ventina di minuti avrete ottenuto delle patate e della zucca perfettamente cotte che dovrete ridurre in purea e lavorare all’interno del boccale insieme a tutti gli altri ingredienti. Lavorando per qualche minuto avrete ottenuto il vostro composto che dovrete impastare velocemente con le mani sul piano di lavoro così da compattare e ridurre in una palla di impasto.

Gnocchi-zucca

Conservazione

Gli gnocchi di zucca si conservano per al massimo un paio di giorni su un vassoio. Se volete potete anche congelarli e utilizzarli così quando ne avete la necessità. Gli gnocchi andranno adagiati dapprima su un vassoio e messi in freezer, poi quando inizieranno ad essere più compatti ed a congelarsi potrete trasferirli all’interno di un sacchetto. In questo modo eviterete che gli gnocchi si attacchino completamente gli uni agli altri durante il processo di congelamento.

I consigli di Fidelity Cucina

Fate particolare attenzione alla tipologia di zucca e di patate che utilizzate. In entrambi i casi, infatti, dovrete optare per delle tipologie più asciutte con meno liquidi al loro interno. La zucca mantovana e la patata a buccia rossa, ad esempio, saranno perfette per questa preparazione perché hanno una polpa più compatta e meno acquosa e di conseguenza si prestano benissimo per questa ricetta.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!