Namelaka al cioccolato fondente

La Namelaka è cremosissima e molto semplice da realizzare. Si può proporre in tantissime versioni, a seconda dei gusti e dell'uso che se ne intende fare. La crema Namelaka al cioccolato fondente sarà una vera coccola per il palato, impossibile resistere. Scopriamo insieme come si prepara al meglio

Namelaka al cioccolato fondente
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Forse avrete sentito nominare di sfuggita questa crema, forse è la prima volta che ne sentite il nome: la Namelaka, che tradotto letteralmente significa “crema cremosissima”.

E’ stata inventata in Giappone da un famosissimo pasticcere di una delle scuole di cioccolato più famose al mondo. Questa preparazione, che è una specie di ganache, è ancora più vellutata, di consistenza soffice e cremosa, un’esplosione di cioccolato molto golosa al palato che però mantiene una buona struttura ed è ottima per farcire e decorare torte o crostate. Semplicissima da preparare, una volta provata non smetterete più di realizzarla.

Scopriamo, quindi, come si prepara una deliziosa Namelaka al cioccolato fondente. 

Ingredienti

  • 250 g di cioccolato extra fondente (70%)
  • 200 g di latte intero
  • 400 g di panna
  • 10 g di miele
  • 5 g di colla di pesce

Preparazione

Per preparare la Namelaka al cioccolato fondente assicuratevi che il cioccolato sia extra amaro o, come più specifico nel gergo tecnico, sia un cioccolato al 70%.

Tritate il cioccolato finemente e inseritelo in una ciotola ben capiente, magari di vetro o ceramica, che possa essere adatta al microonde: con la massima potenza, scaldate il cioccolato con scatti progressivi di 20 secondi, ogni volta aprendo lo sportello e mescolando bene il cioccolato affinché si sciolga uniformemente senza bruciarsi. Potrete fare questa operazione anche sul fornello, ponendo la ciotola su un bagno maria.

Nel frattempo, mettete in una casseruola sul fuoco il latte con il miele e fate scaldare e fiamma media. Mettete a bagno la colla di pesce in acqua molto fredda e fatela ammorbidire: quando il latte sta per sfiorare il bollore, strizzate bene la colla di pesce per eliminare l’acqua e inseritela nel latte caldo, amalgamando bene e lasciando scaldare un altro minuto.

A questo punto, versate il composto di latte e gelatina sul cioccolato fuso e mescolate lentamente fino a rendere omogeneo il composto. Se avete a disposizione un frullatore a immersione (minipimer) frullate per qualche istante il composto per eliminare eventuali grumi.

Versate la panna per dolci fresca nel composto, mescolare bene e se avete modo dare un’altra passata al minipimer per amalgamare al meglio il composto: noterete che sarà molto liquido, ma non preoccupatevi. Coprite la namelaka con pellicola a contatto e mettere in frigorifero per almeno 12 ore.

Una volta trascorso il tempo di riposo, estrarre la namelaka dal frigorifero: potrete utilizzarla così com’è, inserendola in una sac a poche per farcire una torta oppure potrete montarla brevemente con delle fruste elettriche – o con la planetaria per chi l’avesse – in modo da rendere più corposo e spumoso il composto, per poi utilizzarlo per le vostre farciture.

Namelaka al cioccolato fondente

Conservazione

La Namelaka al cioccolato fondente può rimanere in frigo anche oltre le 12 ore, per cui potrete prepararla anche un giorno o due prima di utilizzarla.

Alice Parretta

I consigli di Alice

Scegliete un cioccolato di buona qualità che sia fondente al 70% e anche un miele dal sapore delicato, come quello di acacia o millefiori: più sarà neutro il sapore del miele, meno sarà marcata la nota del suo gusto nella namelaka. Se vorrete provare a montare il composto, così come si fa con la ganache, potrete lavorarla con le fruste brevemente, basterà un minuto, per evitare che si rassodi eccessivamente perdendo la sua capacità di essere morbida e adatta per le farciture.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!