Primi Piatti   •   Cereali e verdure   •   Vegeteriano   •   Vegano   •   Senza lattosio

Mezzi rigatoni al sugo di melanzane, olive e capperi

I mezzi rigatoni al sugo di melanzane, olive e capperi sono un primo piatto perfetto per i vegetariani e per gli amanti delle verdure in genere. Ecco la ricetta

Mezzi rigatoni al sugo di melanzane, olive e capperi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
2 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I mezzi rigatoni al sugo di melanzane, olive e capperi sono un primo piatto vegetariano semplice ma al tempo stesso saporito, realizzato con ingredienti genuini ed economici. Una variant edella classica pasta con melanzane ancora più golosa.

Ideale da consumare per un pranzo in famiglia, questa ricetta si abbina bene ad un vino bianco leggermente frizzante. Proprio perchè si tratta di una portata semplice e genuina, è importante la scelta di ingredienti di qualità e soprattutto di stagione.

Prepararla è piuttosto semplice e veloce tuttavia, se lo gradite, è possibile realizzare il sugo in anticipo per poi scaldarlo quando la pasta è al dente. Vediamo insieme come realizzare questa ricetta.

Ingredienti

  • 180 g di mezzi rigatoni
  • 1 melanzana
  • 7 olive verdi
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 300 g di polpa di pomodoro
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1/4 di cipolla
  • 2 foglie di basilico
  • q.b di sale
  • q.b di olio di semi

Preparazione

Preparare i mezzi rigatoni al sugo di melanzane, olive e capperi è abbastanza semplice e veloce. Per prima cosa lavate la melanzana e asciugatela con cura; tagliatela a cubetti di medie dimensioni e tenete questi ultimi momentaneamente da parte.

Tritate finemente 1/4 di cipolla bianca e mettetela in una pentola capiente insieme ad un mestolino d’acqua e una foglia di alloro essiccato (facoltativo ma consigliato). Accendete il fuoco a fiamma moderata e lasciate cuocere dolcemente la cipolla. Quando l’acqua sarà evaporata del tutto, aggiungete l’olio extravergine d’oliva e fate soffriggere la cipolla.

Quando la cipolla sarà diventata dorata, unite le olive verdi precedentemente snocciolate e dopo poco anche i capperi dissalati (per dissalare i capperi basterà metterli per circa 10 minuti in acqua a temperatura ambiente e successivamente sciacquarli con dell’acqua corrente). Mescolate con cura e lasciate insaporire per qualche minuto a fiamma vivace, dopo di che abbassate la fiamma e aggiungete la polpa di pomodoro.

Fate insaporire il sugo per circa 10 minuti a fiamma molto bassa coprendolo con un coperchio e nel frattempo friggete i cubetti di melanzana in abbondante olio di semi ben caldo. Quando le melanzane sono perfettamente dorate, scolatele su carta assorbente da cucina e aggiungete un pizzico di sale. Unite le melanzane fritte al sugo di olive e capperi, mescolate con cura e tenete al caldo fino a quando la pasta sarà cotta.

Cuocete i mezzi rigatoni in abbondante acqua salata, scolateli al dente e conditeli con il sugo di verdure. Prima di servire, decorate i piatti con delle foglioline di basilico fresco. 

In alternativa potete preparare della pasta con crema di melanzane e pomodorini o degli spaghetti poveri con pomodori secchi.

Mezzi rigatoni al sugo di melanzane, olive e capperi

Conservazione

I mezzi rigatoni al sugo di melanzane, olive e capperi si conservano per al massimo un giorno. Andranno ripassati in padella con dell’altro olio extravergine d’oliva affinchè tornino caldi e fumanti come quando li avete preparati.

I consigli di Giovanna - La Tavola Allegra blog

Questa ricetta è davvero semplice da realizzare e molto saporita, ottima non soltanto per i vegetariani ma anche per chi ama i piatti semplici e genuini. Per un risultato ottimale è consigliabile utilizzare ingredienti freschi e di stagione (meglio se da agricoltura biologica) come ad esempio le melanzane, il basilico e le olive. Potete sostituire il formato di pasta in base ai vostri gusti.

Altre ricette interessanti
Commenti
Caterina Dell Orco

11 ottobre 2017 - 15:52:19

OTTIMO PIATTO COMPLIMENTI

0
Rispondi
Giovanna La Barbera

11 ottobre 2017 - 16:16:02

Grazie mille, Caterina!

0