Primi Piatti   •   Sfiziosi e veloci   •  

Pasta ai due cavolfiori, broccoli e pistacchi

La pasta con cavolfiore, cavolo romano e broccoli è un piatto delizioso e nutriente, ricco di sapore e genuino

Pasta ai due cavolfiori, broccoli e pistacchi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La pasta con cavolfiore, cavolo romano e broccoli è un piatto delizioso. A renderlo ancora più goloso è l’aggiunta dei piastacchi, tritati insieme ad una parte degli ortaggi per creare un pesto cremoso e sapido.

La dolcezza dei broccoli con il sapore dei pistacchi è un connubio perfetto per un primo piatto che sia buono e salutare insieme, per soddisfare il palato anche dopo i vari sgarri natalizi. Questa ricetta sarà un prezioso salvavita post vacanze per rimettersi in forma senza rinunciare al gusto.

Ingredienti

  • 320 g di farfalle
  • 300 g di broccoli
  • 300 g di cavolfiori
  • 250 g di cavolo romano
  • 50 g di parmigiano reggiano
  • 80 g di pistacchi
  • 2 spicchi di aglio
  • q.b di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Iniziate separando e lavando le cime dei cavolfiori e del broccolo. Scottatele 7 minuti in acqua bollente e salata, avendo accortezza di mettere i broccoli un paio di minuti dopo rispetto ai cavolfiori. Quando saranno ancora croccanti dentro e leggermente morbidi esternamente, scolateli, conservando una tazza grande di acqua di cottura.

Scaldate in una padella dell’olio estravergine di oliva con l’aglio, senza sfriggere, e versateci dentro i cavolfiori e i broccoli scottati, saltandoli per una decina di minuti e allungando con l’acqau di cottura , all’occorrenza.

Quindi mettere una metà degli ortaggi in un boccale e frullarli con un mixer, insieme al parmigiano, i pistacchi sgusciati, il sale, l’olio e un po’ di acqua di cottura, se necessario. Emulsionate bene fino a ottenere un pesto vellutato e omogeneo.

Intanto, mettete a bollire l’acqua salata e cuocete le farfalle abbastanza al dente, scolatele e versatele direttamente nella padella dove avete cotto i cavolfiori. Aggiungete il pesto, saltate a fiamma viva la pasta, aggiustando con dell’olio per dare maggiore cremosità e, se desiderate, spolverate con altro parmigiano per mantecare.

A questo punto, la pasta è pronta per essere impiattata: versate le farfaelle nel piatto e aggiungete in superficie la metà delle cimette intere messe da parte, qualche pistacchio e servite fumante.

Annalisa D'incecco

I consigli di Annalisa

Per una versione totalmente vegana, potete omettere il parmigiano, o sostituirlo con del tofu grattugiato. Se invece volete rendere il piatto ancora più ricco e nutriente, aggiungete direttamente nella padella un mazzetto di spinacino fresco, che andrete poi a frullare nel pesto. Se dovesse avanzare, potete conservare questa pasta in frigorifero e gustarla senza scaldarla, vi accorgerete di quanto sia buona anche in versione fredda, con l'aggiunta di un cucchiaio di olio.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!