Ravioli capresi

I ravioli capresi sono un primo piatto tradizionale, profumato e particolare reso in questo caso ancora più originale dalla forma a cuore. Un piatto buono e bello da vedere

Ravioli capresi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I ravioli capresi sono una ricetta tradizionale campana, resa in questo caso più romantica e particolare dalla forma a cuore dela pasta. 

Preparati con prodotti genuini del teritorio come la caciotta di Sorrento e il profumo della maggiorana, un odore molto usato nelle ricette sull’isola.  La ricetta viene tramandata, in ogni casa, di generazione in generazione. E’ il piatto caratteristico della domenica e delle feste.

Sono molto gustosi e con il loro sapore fresco conquistano ogni palato. Nella ricetta originale i ravioli vengono conditi con un sugo di pomodoro fresco e basilico.

In questa ricetta è racchiusa tutta la bontà e la genuinità dei prodotti tipici del territorio come la Caciotta di Sorrento, il Fior di Latte e la maggiorana

Vediamo, quindi, insieme come preparare questo piatto ed alcuni consigli utili.

Ingredienti per la pasta

  • 500 g di farina 00
  • 500 ml di acqua
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Ingredienti per il ripieno

  • 300 g di caciotta campana
  • 200 g di fior di latte
  • 200 g di parmigiano reggiano
  • 2 uova
  • q.b di maggiorana
  • 500 g di sugo di pomodoro
  • q.b di aglio
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale

Preparazione

Per iniziare la preparazione dei ravioli capresi preparate un sugo di pomodoro fresco.

Su una spianatoia disponete la farina a fontana e al centro mettete i due cucchiai di olio. Nel frattempo riscaldate l’acqua che deve essere bollente. Versate poco alla volta l’acqua bollente e con l’aiuto di una forchetta iniziate a mescolare gli ingredienti. Comtinuare ad impastare con le mani fino ad ottenere un impasto compatto e liscio. Lasciate riposare per mezzora. 

Preparate la farcia dei ravioli grattugiando la caciotta e il parmigiano reggiano. In una ciotola mettete la caciotta, il parmigiano, la maggiorana fresca sminuzzata, le due uova, la mozzarella e mescolate bene. La caciotta di sorrento è già salata per cui controllate bene e, se occorre, aggiungere ancora un poco di sale.

Riprendete l’ impasto e con una parte di esso stendete col mattarello una sfoglia sulla quale metterete, distanziate tra loro, delle piccole quantità di farcia oppure regolatevi in base alla grandezza dell’apposito utensile per ravioli.

Stendete un’altra sfoglia che andrete ad appoggiare sopra. Comprimete leggermente intorno ad ogni raviolo in modo da far fuoriuscire l’aria e con una formina a cuore ricavate i vostri ravioli.

Adagiate i ravioli su un vassoio ricoperto con uno strofinaccio pulito e leggermente infarinato, senza però sovrapporli. Cuocete i ravioli in abbondate acqua per 5 minuti.

Servite con il sugo di pomodoro fresco, il parmigiano e qualche foglia di maggiorana o basilico fresco.

In alternativa potete preparare dei tortelli di zucca o dei tortellini in brodo.

Conservazione

I ravioli capresi si conservano per al massimo un giorno.

Tiziana D'angiola Federico

I consigli di Tiziana

Per una pasta più consistente consiglio di aggiungere all'impasto un uovo e in questo caso aumentare il tempo di cottura. In alternativa alla caciotta di Sorrento si può usare un Primo Sale oppure una Caciotta di bufala. Questi ravioli sono ottimi anche con un sugo con melanzane e basilico. Per evitare che i ravioli si attacchino durante la cottura consiglio di aggiungere un filo di olio evo nell'acqua.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!