Riso cantonese integrale

Il riso alla cantonese integrale è una variante del classico piatto famoso e diffuso in tutti i ristoranti cinesi. Ecco la ricetta ed alcuni consigli utili

Riso cantonese integrale
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il riso cantonese è un piatto cinese ormai amatissimo e diffuso in tutto il mondo. In questo caso ne abbiamo preparato una versione leggera,  integrale e con ingredienti freschi di stagione del saporito piatto orientale.

Nella ricetta originaria si utilizza il riso sottile a grana lunga (principalmente basmati) lessato e saltato o fritto poi insieme a piselli, cipolla, uova strapazzate, prosciutto e salsa di soia. La versione con riso integrale e solo saltata invece che fritta è un modo meno laborioso ideale  per comporre un menù divertente e nello stesso tempo leggero, perfetto per una bella cenetta in famiglia a tema cinese. 

Vediamo, quindi, come preparare il riso alla cantonese integrale.

Ingredienti

  • 300 g di riso integrale
  • 1 porro
  • 200 g di piselli
  • 100 g di prosciutto cotto
  • 3 uova
  • 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • q.b di sale grosso

Preparazione

Per preparare il riso alla cantonese integrale dovete cuocere i piselli (freschi o surgelati) in abbondante acqua bollente salata, scolateli quando sono ancora di un bel verde brillante e leggermente croccanti.

Nella stessa pentola dalla quale avete cotto i pisellini versare il riso basmati integrale e portatelo a cottura come suggerito dalla confezione facendo attenzione a non stracuocerlo.

Nel frattempo private il porro della radice e delle foglie più esterne, se eccessivamente fibrose togliere anche una parte delle estremità verdi. Lavatelo e tritatelo finemente.

Sbattete le uova in una ciotola con un pizzico di sale, alle quali aggiungere una parte del porro precedentemente tritato e mescolate. Scaldare in un wok o in una padella capiente 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e versate il composto di uova e porri strapazzandolo finché è ben cotto e profumato, quindi con il mestolo di legno sminuzzatelo più o meno finemente, spegnete il fuoco e tenete da parte questa frittatina scomposta.

Nella stessa padella versate i cubetti di prosciutto cotto magro e saltateli brevemente senza bruciarli e senza aggiungere altri grassi. Tenete da parte. Quando il riso è cotto scolatelo in una terrina e mettetelo da parte.

Fate appassire l’altra metà di porro rimasto fuori dalle uova strapazzate nella padella con 2 cucchiai d’olio extravergine; una volta che il trito diventa quasi trasparente e morbido, facendo attenzione che non bruci (il porro diventa amaro) aggiungete insieme il riso, la salsa di soia, i piselli, i cubetti di prosciutto e la frittatina strapazzata facendo saltare a fiamma bassa il mix per 2/3 minuti finché si sente leggermente scricchiolare il riso, segnale che si è ben scaldato.

Spegnete il fuoco. girate bene senza compattare, sgranando anzi i chicchi di riso e servite ben caldo in tavola.

In alternativa potete preparare dei gyoza o degli involtini primavera, altri piatti tipici della cultura orientale.

Conservazione

Il riso alla cantonese integrale si conserva per al massimo un giorno.

Elisabetta Pendola

I consigli di Elisabetta

Per questa ricetta in origine piuttosto laboriosa anche se con ingredienti semplici io preferisco usare un unica pentola per l'ebollizione di piselli e riso e un unica padella/wok per cuocere e poi saltare gli ingredienti, via via cuocendoli separatamente ma usando un unico recipiente di cottura, il che ci permetterà di usare meno olio/grasso e insaporirà utleriormente il composto.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!