Primi Piatti   •   Risotti

Risotto del sottobosco

Sta finendo il periodo delle castagne e quale occasione migliore per usarle in modo gustoso e alternativo?

Risotto del sottobosco
Difficoltà
Preparazione
Cottura
2 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Questo risotto, con tutti i profumi del bosco, sarà un esplosione di gusto e sapore. Le castagne, con il loro sapore dolce ma deciso, regaleranno una nota aromatica ad un piatto dai gusti spinti che non potrà che far innamorare i vostri ospiti.

Niente di particolarmente complicato, solo un po’ di pazienza nella cottura e avrete un piatto che amerete e degusterete fino ala fine. Vediamo gli ingredienti e come prepararlo.

Ingredienti

  • 1 cipolla
  • 20 g di funghi porcini secchi
  • 3 l di brodo vegetale
  • 300 g di riso carnaroli
  • 100 gr di formaggio Castelmagno
  • 1 spicchio di aglio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • q.b di burro
  • 20 castagne

Preparazione

Per la preparazione del risotto del sottobosco dovrete, per prima cosa, lessare le vostre castagne in abbondante acqua bollente. Servirà almeno 1 ora, in modo che riuscirete a sbucciarle in breve tempo.

Una volta cotte, sbucciatele, spezzettatele in maniera non precisa e mettetele da parte. Mettete i funghi porcini secchi in una ciotola con acqua calda.

In una padella antiaderente mettete un filo di olio. Fate scaldare e aggiungete l’aglio schiacciato.. Aggiungete i funghi ammorbiditi e sfumate con il vino bianco. Regolate di sale e pepe e spegnete. Togliete lo spicchio di aglio.

.In un ampia padella mettete un filo d’olio e una noce di burro. Affettate finemente la cipolla e fatela rosolare. Unite il riso e fatelo tostare un minuto a fiamma bassa. Aggiungete il brodo caldo fino a ricoprire abbondandemente il riso. Aggiungete i funghi, date una mescolata e lasciate sobbollire a fiamma bassa. Aggiungete brodo quando vedete che comincia a scarseggiare. Non mescolate troppo, il risotto deve sobbolire. Quando mancano 5 minuti alla cottura del riso aggiungete i pezzi di castagne.

Spegnete e fate mantecare con i pezzettini di Castelmagno e noci di burro. La mantecatura si fa lasciando sciogliere il formaggio senza mescolare troppo, ma solo facendo saltare un poco la padella.

Servite caldissimo e se desiderate spolverizzzate con poco timo.

Conservazione

Il risotto del sottobosco può essere consumato anche il giorno dopo, basterà aggiungere dei pezzettini di burro e fatto gratinare nel forno,

Elena Grassi

I consigli di Elena

Se non trovate il Castelmagno potete usare un formaggio qualunque di montagna che sia abbastanza stagionato. Ovviamente potete aggiungere altri tipi di funghi ai porcini, che però dovranno essere i protagonisti perchè molto più saporiti.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!