Shakshuka israeliana con feta

Lo Shakshuka è un piatto che in Israele viene annoverato tra le ricette nazionali e simboliche del paese, ma di fatto è diffuso in tutto il Medio Oriente e in Nord Africa.

Shakshuka israeliana con feta
Difficoltà
Preparazione
Cottura
2 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

A base di uova, lo Shakshuka somiglia molto alle nostre uova in purgatorio, ma con l’aggiunta abbondante di spezie come la paprika, il cumino, il peperoncino, aglio e cipolla.

Un piatto unico, sostanzioso, ma con ingredienti sani e nutrienti, tanto che all’estero viene consumato spesso a colazione. Profumato, colorato e gustoso, ha le sue varianti in base alla località: vediamo come realizzare la versione con la feta, che con la sua sapidità, si sposa bene con la dolcezza dei datterini.

Ingredienti

  • 4 uova
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 peperoni rossi
  • 500 g di passata di pomodoro
  • 250 g di pomodorini datterini
  • 2 cucchiaini di paprika
  • 150 g di feta
  • q.b di cumino
  • q.b di pepe bianco
  • q.b di sale
  • 1 rametto di coriandolo
  • q.b di peperoncino
  • q.b di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Iniziate tagliando molto finemente l’aglio, la cipolla ed il peperoncino. Poi, in una padella antiaderente o dal fondo spesso, farli dorare bene con dell’olio extravergine. Tagliate anche il peperone a fettine non troppo sottili, e unitele al soffritto, facendo appassire tutto insieme per una decina di minuti a fiamma dolce.

A questo punto unite i datterini tagliati a dadini e aspettate che rilascino la loro acqua, e quando questa sarà ben amagamata al resto degli ingredienti, unite anche la passata di pomodoro. Aggiungete poi tutte le spezie: paprika, cumino, pepe e aggiustate di sale, continuando la cottura per altri dieci minuti.

Quando la salsa sarà un po’ più ristretta ma sempre abbastanza fluida, rompete le uova direttamente su di essa, nella padella, e salate e pepate leggermente in superficie e chiudete con un coperchio. Lasciate andarele uova coperte per circa 4-5 minuti, a fiamma media, finché non vedrete più traccia di albume ancora trasparente. Il livello di cottura varia ovviamente in base ai propri gusti, ma la giusta consistenza sarebbe come quella delle uova poché, senza far diventare il tuorlo sodo ma lasciandolo semiliquido al taglio.

Quando la vostra cottura ideale sarà raggiunta, sbriciolate sopra la feta e distribuite del coriandolo fresco in superficie, servite quindi il piatto ben caldo, direttamente in pentola.

Annalisa D'incecco

I consigli di Annalisa

Se non riuscite a reperire il coriandolo fresco, potete usare comunque del prezzemolo fresco. Un'altra alternativa molto gustosa, è usare dello spinacino fresco, tenero e che si sposa benissimo con tutti gli ingredienti del piatto. Per una versione senza latticini, provate con del tofu a pezzetti, con le uova è un ottimo connubio.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!