Spaghetti con finocchietto selvatico, acciughe e zafferano

Un primo piatto dal gusto intenso e dal profumo inebriante che saprà conquistare i vostri ospiti. Questi spaghetti con finocchietto selvatico, acciughe e zafferano sono davvero buonissimi e anche facili da preparare. Ecco la ricetta e tanti consigli

Spaghetti con finocchietto selvatico, acciughe e zafferano
Difficoltà
Preparazione
Cottura
2 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Gli spaghetti con finocchietto selvatico, acciughe e zafferano sono un primo piatto dal profumo inteso, gustoso e di facile preparazione. Una portata ideale da servire durante un pranzo in famiglia, perfetta se accompagnata da un calice di buon vino bianco.

Se non gradite il sapore intenso delle acciughe, potete sostituirle con delle sarde freschissime oppure con delle triglie. Completate la ricetta aggiungendo del pangrattato tostato, come prevede la classica ricetta siciliana. Vediamo insieme come preparare questo primo piatto.

Ingredienti

  • 180 g di spaghetti
  • 100 g di finocchietto selvatico
  • 4 acciughe sott’olio
  • 1 bustina di zafferano
  • 1/4 di cipolla
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale

Preparazione

Per realizzare gli spaghetti con finocchietto selvatico, acciughe e zafferano sarà necessario iniziare pulendo accuratamente i finocchietti selvatici. Eliminate, quindi, le parti più dure dei gambi e sciacquate i finocchietti con abbondante acqua fresca. Tagliateli a pezzetti piuttosto piccoli e lessateli in abbondante acqua salata per circa 20-30 minuti.

Quando i finocchietti risulteranno teneri, scolateli e tritateli ulteriormente al coltello. Tenete i finocchietti sbollentati da parte e procedete con la preparazione del soffritto di cipolla: tritatela finemente e trasferitela in un’ampia padella, insieme ai cucchiai di olio extravergine d’oliva. Accendete il fuoco a fiamma moderata e fate soffriggere dolcemente la cipolla (evitando di farla bruciare).

Quando sarà perfettamente dorata, unite i finocchietti selvatici tritati e lasciateli saltare a fiamma vivace per qualche minuto, dopo di che aggiungete i filetti di acciughe sott’olio sminuzzati e mescolate con cura.

A questo punto bagnate i finocchietti con 50 ml di acqua tiepida nel quale avrete sciolto 1/2 bustina di zafferano, mescolate con cura e lasciate cuocere a fiamma moderata per circa 10 minuti, quindi togliete dal fuoco e regolate di sale il condimento.

Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e non appena raggiungerà il bollore cuocete gli spaghetti (andranno bene anche dei bucatini), mescolando di tanto in tanto. Quando la pasta è cotta, aggiungete la rimanente bustina di zafferano in polvere (per dare un po’ di colore alla pasta), successivamente scolatela e conditela con i finocchietti preparati precedentemente. Servite la pasta ben calda e, se lo gradite, aggiungete 1 cucchiaio di pangrattato tostato.

Spaghetti con finocchietto selvatico, acciughe e zafferano

Conservazione

E’ consigliabile consumare il piatto al momento della preparazione.

Giovanna La Barbera

I consigli di Giovanna

Questa ricetta è una rivisitazione della classica pasta con le sarde e finocchietto alla siciliana. Se lo preferite, potete sostituire gli spaghetti con i bucatini ma non utilizzate mai un formato di pasta corta. Accompagnate il piatto con un calice di buon vino bianco siciliano e, se lo gradite, completate con del pangrattato tostato.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!