Primi Piatti   •   Zuppe, minestre e vellutate   •   Vegeteriano   •   Vegano   •   Light

Vellutata di ceci secchi

La vellutata di ceci secchi è una zuppa perfetta per l'inverno, un vero comfort food per le giornate più fredde. Ecco la ricetta e la variante con il Bimby

Vellutata di ceci secchi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La vellutata di ceci secchi è un piatto perfetto per la stagione invernale. Si tratta, infatti, di un vero e proprio comfort food realizzato utilizzando i ceci come base aromatizzando poi con del brodo vegetale e del rosmarino. Il risultato finale è un piatto cremoso, caldo e che può essere servito anche aggiungendo della pasta così da creare una minestra perfetta per le giornate più fredde dell’inverno.

Accompagnate con dei crostini di pane croccanti sarà un’ottima idea per una cena o un pranzo in famiglia.

Vediamo, quindi, come fare la vellutata di ceci ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto.

Ingredienti

  • 300 g di ceci
  • 600 ml di brodo vegetale
  • 1 scalogno
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b di rosmarino

Preparazione

Per iniziare la preparazione della vellutata di ceci la prima cosa da fare è dedicarvi proprio ai ceci secchi, che dovrete mettere in ammollo per almeno 12 ore in acqua fredda. Sarà bene, quindi, mettere i ceci in ammollo la sera prima di iniziare la preparazione così da avere un risultato davvero perfetto ed ottimizzare i tempi.

Fatto questo non dovrete far altro che riprendere i vostri ceci e privarli dell’acqua in eccesso. Dedicatevi quindi allo scalogno, che dovrà essere tritato molto finemente ed aggiunto all’interno di una casseruola dei bordi con dell’olio extravergine d’oliva. Fate dorare il tutto per qualche minuto ed a questo punto aggiungete i ceci. Fate andare a fuoco medio per qualche minuto e coprire quindi con il brodo vegetale. Non vi resta quindi che aggiungere un po’ di rosmarino, coprire con un coperchio e far proseguire la cottura per circa due ore.

In questo modo, infatti, i ceci si cuoceranno alla perfezione. Quando i ceci saranno ben cotti trasferiteli all’interno di un frullatore e fate andare il tutto per qualche secondo fino a quando avrete ottenuto un risultato ben liscio ed omogeneo. Qualora notaste ancora dei pezzi fate proseguire la lavorazione all’interno del frullatore per qualche altro secondo fino a quando avrete raggiunto il risultato desiderato.

La vellutata di ceci andrà quindi servita ai vostri ospiti quando è ancora ben calda con un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo.

Varianti

Si tratta di un piatto che può essere preparato in tantissime varianti diverse. Ai ceci, infatti, potete aggiungere anche delle zucchine oppure preparare una vellutata di ceci e patate per una consistenza più corposa.

Vellutata di ceci Bimby

Se avete il Bimby a vostra disposizione potete utilizzarlo per la preparazione di questa ricetta. Dovrete sempre mettere in ammollo i ceci per almeno 12 ore ed iniziare a soffriggere lo scalogno con dell’olio extravergine d’oliva all’interno del boccale per tre minuti e temperatura 100°C velocità Mescolamento Senso Antiorario.

Aggiungete quindi i ceci e coprite con il brodo vegetale. Fate proseguire la cottura per un’ora a Temperatura Varoma Velocità mescolamento. Quando i ceci saranno perfettamente coti potete frullare il tutto a velocità turbo per qualche secondo fino a quando avrete ottenuto la consistenza desiderata.

A questo punto non vi resterà che servire la vellutata con un filo d’olio extravergine a crudo accompagnando poi con dei crostini di pane, che avrete precedentemente unto con dell’olio extravergine d’oliva e messi in forno a dorare per 10 minuti a 200°C.

Per questa preparazione, se volete renderla ancora più veloce, potete anche utilizzare dei ceci precotti. In questo modo, quindi, la preparazione sarà molto più semplice ed anche più veloce e vi consentirà di avere un risultato perfetto in pochi minuti.

Conservazione

La vellutata di ceci si conserva per al massimo un paio di giorni in frigorifero all’interno di un contenitore ermetico oppure coperta con della pellicola trasparente.

Prima di servire nuovamente il piatto ai vostri ospiti, però, questo andrà scaldato ripassandolo all’interno di un tegamino. In questo modo, quindi, otterrete nuovamente una vellutata calda e gustosa.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Potete aromatizzare la vellutata in tanti modi diversi, ad esempio sostituendo il rosmarino con altre verdure a vostra disposizione. Potete associare, inoltre, anche diversi tipi di verdure, come ad esempio zucchine o zucca. Il risultato finale sarà comunque un piatto molto completo e particolare nella sua semplicità. Un piatto perfetto per tantissime occasioni.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!