Zuppa di pesce misto

La zuppa di pesce misto è un piatto tradizionale, goloso e ricco di sapori. Ecco la ricetta e la variante alla livornese

Zuppa di pesce misto
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le zuppa di pesce misto è un piatto davvero straordinario, che fa parte della tradizione più povera in cui spesso venivano utilizzati gli scarti di pesce per realizzare il piatto.

In questo caso, però, viene utilizzato del pesce fresco, accompagnato con del pomodoro e servito poi con dei crostini di pane croccanti per dare una nota di sapore ancora in più al piatto.

La preparazione della zuppa è molto semplice ma il risultato finale sarà davvero strepitoso. Dedicarsi alla pulizia della preparazione di tutti i pesci necessari per preparare questo piatto potrà essere un po’ lungo ma ne varrà davvero la pena.

Vediamo, quindi, insieme come preparare la zuppa di pesce misto ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto.

Ingredienti

  • 400 g di cozze
  • 300 g di vongole
  • 300 g di coda di rosspo
  • 1 spicchio di aglio
  • 200 g di scampi
  • 100 g di gamberoni
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • 200 g di seppie
  • q.b di vino bianco
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • q.b di sale
  • 300 ml di passata di pomodoro

Preparazione

Per iniziare la preparazione della zuppa di pesce misto dovete innanzitutto partire dalla pulizia di tutti i pesci.

Partite dalla coda di rospo che dovrà essere ripulita per bene così da ricavarne dei filetto. Fatto questo potete dedicarvi alle seppie, che dovranno essere svuotate all’interno, eliminando anche il rostro e gli occhi, e poi ridotte in striscioline. Adesso potete dedicarvi alle cozze ed alle vongole, che dovranno essere lavate accuratamente eliminando il bisso ed eventuali impurità presenti sulla superficie. Mettete in ammollo le vongole per diverse ore. Le vongole, infatti, dovranno non soltanto essere sciacquate sotto acqua fredda corrente ma anche battute su un tagliere di legno in maniera tale da eliminare eventuali presenze di sabbia che rovinerebbero poi il risultato finale.

E’ il momento degli scampi, che dovranno essere privati dell’intestino che si trova nella parte finale della coda, utilizzando uno stuzzicadenti. Intaccate anche la testa ed appiattite con un coltello le chele così che il succo presente all’interno fuoriesca durante la cottura. A questo punto dedicatevi anche ai gamberi, che dovranno essere privati della testa e delle zampe lasciando attaccata la coda se volete un aspetto più decorativo e quindi un piatto finale che si presenti in modo più elegante.

Le teste ed il carapace invece vi serviranno per preparare il fondo di cottura del piatto. Adesso che tutti i pesci sono stati ripuliti dedicatevi al sedano, alla carota ed alla cipolla, che dovrete tritare finemente al coltello così da ottenere un batutto finissimo. Se lo desiderate potete anche utilizzare un mixer per ottenere un risultato ben fine che non si avvertirà più poi nel piatto finito.

All’interno di una casseruola ben capiente mettete il trito di verdure, l’olio extravergine d’oliva e fate dorare per un paio di minuti. Aggiungete quindi tutti gli scarti dei pesci che avrete precedentemente ottenuto e circa 2 litri di acqua fate bollire il tutto per circa mezz’ora. Passato questo lasso di tempo eliminate la schiuma che si sarà formata in superficie utilizzando una schiumarola ed avrete quindi ottenuto un fumetto perfetto per la cottura che dovrete scolare e filtrare.

Fatto questo mettete all’interno di una casseruola ben capiente l’olio extravergine d’oliva e gli spicchi d’aglio finemente tritati. Aggiungete quindi dopo aver fatto rosolare le cozze e le vongole fate andare a fiamma vivace per qualche minuto coprendo con un coperchio. In questo modo i molluschi si apriranno per bene. Togliete il coperchio e sfumate con il vino bianco. A questo punto fate proseguire la cottura per qualche altro minuto facendo lavorare per bene, non coprendo quindi con il coperchio. Qualora notaste delle tracce di sabbia nel sughetto che si sarà formato filtratelo in maniera tale da eliminare tutte le impurità.

Mettete da parte i pesci e scolate anche in questo caso il fondo di cottura. A parte fate scaldare dell’altro olio extravergine d’oliva in una casseruola, aggiungete gli scampi e fate andare per qualche minuto facendo rosolare alla perfezione. Eliminate quindi gli scampi e aggiungete gli scarti dei gamberi ripuliti prime e fate andare anche in questo caso tutto per qualche minuto, sfumando con del vino bianco se lo preferite.

Adesso che tutti gli ingredienti sono pronti non vi resta che passare alla preparazione vera e propria della vostra zuppa di pesce. All’interno di una pentola ben capiente dovrete aggiungere il fumetto preparato precedentemente con gli scarti e il fondo di cottura di tutti gli altri pesci, quindi sie dei molluschi che dei crostacei. Il liquido così ottenuto andrà aggiustato di sale, tenendo però in considerazione che si tratta di un composto già sapido, arricchito con la passata di pomodoro e messo a scaldare a fiamma vivace. Aggiungete quindi le seppie, gli scampi e la coda di rospo e fate andare per qualche minuto. Aggiungete quindi anche gli altri pesci dopo una decina di minuti circa e fate proseguire la cottura della zuppa a fiamma bassa per circa 20 minuti mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno così da mantecare perfettamente il tutto.

Passati 20 minuti la vostra zuppa di pesce sarà pronta per cui non vi resta che impiattarla all’interno del piatto e spolverizzare se lo desiderate con del prezzemolo che avrete precedentemente lavato, asciugato e successivamente tritato molto finemente.

Se lo desiderate potete accompagnare il tutto con dei crostini di pane, che avrete unto con dell’olio extravergine d’oliva e passato in forno a 220°C con funzione grill per circa 5-10 minuti o fino a quando saranno dorate e croccanti. Soltanto a questo punto potete servire la vostra zuppa di pesce accompagnando con i crostini.

In alternativa potete preparare un zuppa di pesce alla livornese, detta anche cacciucco.

Zuppa-di-pesce

Zuppa di pesce con pasta

Se lo desiderate potete utilizzare questa preparazione anche per creare un primo piatto. In questo caso dovrete aggiungere alla zuppa soltanto dei pesci perfettamente ripuliti e aggiungere poi in fase di cottura, circa 10 minuti prima del termine, della pasta a vostra scelta. Fate proseguire la cottura e servite ai vostri ospiti.

Darete vita ad un primo piatto davvero straordinario, molto saporito e ricco.

Conservazione della zuppa

La zuppa di pesce misto si conserva per al massimo un paio di giorni in frigorifero. Prima di servirla nuovamente ai vostri ospiti, però, dovrete scaldare il tutto all’interno di un pentolino. L’ideale, però, è consumarla ben calda subito dopo la sua preparazione.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Si tratta di un piatto che può essere realizzato in tantissime varianti diverse. I pesci da utilizzare possono essere davvero tantissimi, a seconda della stagione nella quale vi trovate o della disponibilità di quel preciso giorno. In ogni caso otterrete sempre un ottimo risultato. In questo caso abbiamo aggiunto della passata di pomodoro ma potete decidere di omettere questo ingrediente oppure di aggiungere soltanto dei pomodorini nella fase finale di cottura.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!