Zuppa d’orzo perlato e verdure miste

Una buona zuppa d'orzo perlato sarà un vero comfort food ideale per le giornate invernali più fredde. Una ricetta tradizionale, economica e semplice che potrà essere arricchita in tanti modi

Zuppa d’orzo perlato e verdure miste
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

D’inverno, nelle giornate più rigide, zuppe e minestre sono l’ideale per portare a tavola un piatto caldo, che costituisca un vero comfort food. Le possibilità sono davvero tantissime, usando cereali e legumi e tante verdure di stagione. Piatti semplici, spesso di origini contadine che però porteranno sempre benessere a tavola, sfruttando le proprietà benefiche degli ingredienti utilizzati.

Una zuppa d’orzo perlato e verdure sarà, ad esempio, ideale da consumare nelle giornate più fredde dell’inverno. Un piatto che potrà essere arricchito ancora più più, ad esempio creando una versione tirolese con l’aggiunta di speck oppure aggiungendo altri cereali o legumi, come farro o fagioli. Una ricetta facile da realizzare ma che darà libero sfogo alla vostra fantasia.

Ingredienti

  • 200 g di orzo perlato
  • 2 carote
  • 50 g di piselli
  • 100 g di fagioli
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 2 foglie di alloro
  • 30 g di burro
  • 1 l di brodo vegetale
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • q.b di prezzemolo

Preparazione

La prima cosa da fare per preparare la zuppa d’orzo perlato e verdure miste sarà dedicarsi alla base, quindi a quel soffritto che dovrete rosolare all’interno di una casseruola.

Come prima cosa, quindi, pelate la carote e tritatela. fate la stessa cosa anche con la cipolla e riducete in piccoli cubetti anche il sedano. La dimensione dei cubetti realizzata varierà a seconda del risultato finale che volete ottenere. Se,infatti, vi piace avvertire tutti gli elementi usati per la preparazione di questa minestra realizzate dei cubetti più grossolani. In caso contrario, invece, tritate tutto molto finemente in modo tale da ottenere un battuto molto fine che avvertirete poi pochissimo nel piatto finito.

Trasferite le verdure all’interno di una casseruola con un filo d’olio extravergine d’oliva e quindi fate rosolare per qualche minuto mescolando continuamente. Aggiungete, quindi, l’orzo perlato e fate andare per qualche altro minuti. E’ il momento di aggiungere anche il brodo, che avrete nel frattempo preparato e tenuto in caldo. Aggiustate di sale e pepe e aggiungete anche le foglie di alloro.

La vostra zuppa andrà lasciata cuocere per circa 15 minuti, coprendo con un coperchio ed aggiungendo di volta in volta dell’altro brodo vegetale a seconda delle esigenze. Aggiungete a questo punto anche i piselli ed i legumi, che avrete precedentemente cotto.

Potete usare sia dei fagioli borlotti che dei cannellini, a seconda dei gusti. Se usate dei fagioli secchi questi andranno tenuti in ammollo per almeno una notte prima di cuocerli in una pentola con acqua calda per circa 1 ora. Se, invece, volete velocizzare la preparazione di questo piatto potete usare dei fagioli in scatola, quindi già precedentemente cotti. privateli dell’acqua di conservazione ed aggiungeteli alla zuppa.

Quindi aggiustate di sale e pepe altro brodo, se dovesse essere necessario, e fate proseguire la cottura per altri 10 minuti circa a fiamma moderata. A questo punto aggiungete del prezzemolo tritato e servite ai vostri ospiti quando la minestra d’orzo è ancora ben calda. Se volete, potete decorare ogni piatto con un’altra foglia di prezzemolo.

Zuppa d’orzo perlato e verdure miste

Zuppa d’orzo alla trentina

Per una versione alla tirolese di questa zuppa potete aggiungere dello speck o della pancetta affumicata. Scegliete l’ingrediente che tra i due preferite e passatelo in una padella antiaderente. Non sarà necessario aggiungere olio o burro per la cottura perchè sarà lo speck o la pancetta, a contatto con la padella ben calda a rilasciare i grassi necessari per cuocere e dorarsi. Ottenuto un risultato ben croccante potete spegnere la fiamma e mettere da parte.

Quindi aggiungete speck o pancetta alla zuppa prima di servire. Il risultato sarà un piatto ancora più goloso.Per arricchire ancora di più il piatto potete aggiungere anche dei cubetti di patate, che dovrete quindi versare nella casseruola insieme all’orzo.

Zuppa di orzo e farro

Oltre al farro potete aggiungere anche del farro. La preparazione rimarrà la medesima. Dovrete aggiungere questo altro ingredienti insieme all’orzo e poi proseguire con la preparazione del piatto aggiungendo del brodo vegetale all’occorrenza. Decidete se mantenere anche i fagioli o se addirittura arricchire ancora di più il piatto.

Minestra d’orzo in pentola a pressione

La pentola a pressione è uno strumento molto utile nella preparazione di piatti dalla lunga cottura. Anche in questo caso potrà essere un valido aiuto. All’interno della pentola a pressione fate dapprima soffriggere le verdure insieme all’olio. Aggiungete quindi l’orzo, l’alloro, sale e pepe e il brodo vegetale e fate cuocere per 10 minuti.

Aprite la pentola, aggiungete i fagioli ed i piselli e fate proseguire la cottura per altri 5 minuti. Non vi resterà che servire il piatto con un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo e del prezzemolo.

Conservazione della minestra d’orzo

La zuppa d’orzo si conserva per al massimo un paio di giorni. L’ideale, però, sarà consumare il piatto molto caldo poco dopo la sua preparazione.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Come detto precedentemente, una zuppa come questa può essere arricchita in tantissimi modi, aggiungendo verdure e ortaggi di stagione a seconda dei gusti ma anche tanti legumi diversi. al posto dei fagioli ad esempio saranno ottime delle lenticchie, così come sarà possibile usare varie tipologie di fagioli o un mix di cereali.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!