Secondi Piatti   •   Carne

Filetto alla Wellington

Volete stupire i vostri ospiti? Portando a tavola un filetto alla Wellington di certo riuscirete nel vostro intento. Si tratta di un piatto dalle origini antiche ma che è stato recentemente riportato in auge perchè presente tra le ricette di Gordon Ramsay, noto chef famoso oltre che per la sua arte anche per i suoi programmi tv. Scopriamo insieme come si prepara al meglio

Filetto alla Wellington
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il Filetto alla Wellington è un secondo piatto ricco, gustoso e molto conosciuto nelle cucine di tutto il mondo. E’ composto da un filetto di manzo o di vitello farcito da una crema di funghi e avvolto in un guscio di pasta sfoglia.

Il suo nome, Wellington, ricorda un generale inglese nominato duca di Wellington, per il suo ruolo decisivo nella sconfitta delle truppe di Napoleone a Waterloo. Sembrerebbe che in materia di cibo fosse piuttosto esigente, e la ricetta del filetto fu ideata dal suo chef per accontentare i suoi gusti davvero difficili.

La ricetta originale dell’arrosto alla Wellington risale molto probabilmente ai primi anni dell’Ottocento, per lungo tempo dimenticata dai grandi chef è ritornata ad essere un piatto rinomato grazie alla versione proposta dal famoso chef Gordon Ramsay. Oggi Il filetto alla Wellington, è uno dei secondi piatti più ricercato nei giorni di festa e nelle ricorrenze importanti.

Il suo procedimento è lungo ed elaborato, e si compone di due tipi di cotture diverse, ma resta comunque una ricetta semplice nel procedimento che ogni amante dei fornelli desidera preparare, per mettere alla prova le sue capacità culinarie e soprattutto per gustare un piatto dal sapore tradizionale e ricco.

Sopriamo insiele come preparare il filetto alla Wellington, nella ricetta originale e senza funghi.

filetto-alla-wellington-ricetta-gorgon-ramsay

Ingredienti

  • 1 kg di filetto di vitello
  • 10 fette di prosciutto crudo di Parma
  • 700 g di funghi misti
  • q.b di senape
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 1 spicchio di aglio
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b di timo
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • 2 tuorli

Come fare il filetto alla Wellington

Per il procedimento del filetto alla Wellington è fondamentale avere degli strumenti a disposizione: un tegame, una teglia da forno, un frullatore, un rotolo di pellicola trasparente, una spatola ed un pennello da cucina.

Prima di tutto, dedicatevi al filetto

filetto-alla-wellington
Filetto di vitello

Tamponate il filetto in ogni parte con una panno carta per togliere il sangue in eccesso. Appoggiatelo su un piatto piuttosto capiente e insaporitelo con sale e pepe in ogni lato massaggiandolo con le mani.

wellington-filetto
Filetto pronto per la cottura

Subito dopo questa operazione versate uno o due cucchiai di olio extravergine d’oliva in un tegame basso antiaderente piuttosto capiente. Adagiate il filetto e fatelo rosolare in ogni sua parte per circa 4/5 minuti. Questa rosolatura deve creare una crosticina dorata su tutta la superficie del filetto che sarà una specie di barriera per trattenere i succhi al suo interno.

Adesso adagiate il filetto in un piatto e lasciatelo riposare qualche minuto, finchè non diventerà tiepido.

ricette-gorgon-ramsay
Senape sul filetto di vitello cotto

Trascorso il tempo ricopritelo con della senape, utilizzando preferibilmente un pennello da cucina. Adesso fate riposare il filetto così farcito e dedicatevi alla crema di funghi.

Per questa crema utilizzate funghi misti. Pulite i funghi, togliete, quindi la terra dai gambi, e con un coltellino le parti terrose. Se sono troppo sporchi date un velocissimo risciacquo in acqua. Poi, frullateli con mezzo spicchio d’aglio e riduceteli in poltiglia. Aggiungete sale e pepe.

Cuocete, adesso i funghi così frullati in un tegame già caldo e  antiaderente senza aggiungere condimenti. Fate asciugare tutta l’acqua che rilasciano durante la cottura, mescolando di tanto in tanto. Quando la crema di funghi sarà cotta e completamente asciutta, insaporite con delle foglioline di timo fresco e spegnete il fuoco. Rovesciate la crema in una ciotola e fatela  raffreddare.

ricetta-filetto-alla-wellington
Prosciutto crudo

Mentre la crema di funghi raffredda preparate lo strato di prosciutto crudo con cui avvolgerete il filetto. Aprite sul vostro piano da lavoro, un foglio di pellicola trasparente piuttosto grande. Adesso adagiatevi le fette di prosciutto, partendo da sinistra della pellicola, una alla volta sovrapponendole cercando di non lasciare spazi aperti.

filetto-alla-wellington
Crema ai funghi

Alla fine dovrete creare un rettangolo di prosciutto regolare e compatto. A questo punto farcite tutta la superficie del prosciutto con la crema di funghi, che deve essere fredda, altrimenti il calore farà sciogliere il grasso del prosciutto creando delle aperture.

filetto-alla-wellington
Filetto di vitello cotto

Quindi fate uno strato regolare e appoggiate il filetto al centro.

filetto-alla-wellington
Filetto alla Wellington nella pellicola

Con l’aiuto della pellicola arrotolate la base di prosciutto intorno la filetto e  stringete i lati come  una caramella, infine mettete in frigorifero a riposare per 30 minuti.

filetto-alla-wellington
Filetto alla Wellington pronto per la cottura

Sul piano da lavoro aprite un altro foglio di pellicola trasparente e sopra stendetevi la pasta sfoglia a temperatura ambiente. In una ciotolina sbattete due tuorli. Adesso riprendete il filetto dal frigorifero, scartate la pellicola trasparente e adagiatelo al centro della pasta sfoglia srotolata.

Con un pennello da cucina spennellate i bordi della pasta sfoglia con il tuorlo sbattuto e chiudete a guscio il filetto. Richiudete tutto con la pellicola trasparente e fate riposare in frigorifero per 10/15 minuti.

Il tempo di cottura del filetto varia a seconda del grado di cottura che gradite. Per una carne al sangue sfornate prima il filetto,mentre se preferite una carne ben cotta fate procedere la cottua per altri 10 minuti.

Cottura filetto

Riprendete il filetto in crosta e adagiatelo in una teglia antiaderente leggermente unta. Spennellate tutta la superficie con il tuorlo e fate delle incisioni a vostro piacimento con la parte superiore della lama di un coltello, facendo attenzione a non bucare la pasta sfoglia. Infine mettete in forno già caldo a 180/190°C a seconda del vostro forno, per circa 40/45 minuti. Fate riposare il Filetto Wellington 15/20 minuti prima di tagliare.

Filetto alla Wellington senza funghi

Di questa ricetta esistono molte varianti: è possibile infatti aggiungere o togliere ingredienti a seconda dei gusti o necessità.

Se non amate i funghi potete avvolgere il filetto direttamente con il prosciutto e poi con la pasta sfoglia e procedere come da ricetta.

Al posto del filetto potete utilizzare anche del pesce. Sarà ottimo, ad esempio, un salmone alla wellington. In questo caso potete semplicemente avvolgere il pesce nella pasta sfoglia.

Gli amanti della carne ameranno anche preparare il filetto di maiale alla wellington o il filetto di manzo alla wellington utilizzando rispettivamente carne di maiale o di manzo.

filetto-wellington

Conservazione del filetto alla Wellington

Questo filetto si conserva per al massimo un giorno in frigo.

Grazia Tornello

I consigli di Grazia

Il procedimento della ricetta è lungo ed elaborato, ma non difficile. E' fondamentale fare attenzione ad alcuni passaggi e avere delle accortezze per una buona riuscita del piatto. Il filetto può essere di manzo o di vitello, un pezzo piuttosto centrale del filetto in modo da avere delle dimensioni regolari e quindi una cottura uniforme. Durante la rosolatura iniziale è molto importate non bucare o incidere la carne, per non fare disperdere i succhi. Asciugate completamente i funghi in padella altrimenti durante la cottura in forno perderebbero liquidi. Chiudete e avvolgete il filetto completamente con la pasta sfoglia, se durante la cottura dovesse prendere subito colore coprite con un foglio di carta da forno e continuate la cottura. Dopo la cottura in forno fate riposare prima di tagliare.

Altre ricette interessanti
Commenti
Carmine Solmonese
Carmine Solmonese

25 febbraio 2020 - 18:01:50

Sembra davvero buono, complimenti.

0
Rispondi
Carmine Solmonese
Grazia Tornello

26 febbraio 2020 - 11:33:26

Grazie mille

0