Ossobuco di tacchino in umido

L'ossobuco di tacchino in umido sarà un secondo molto saporito e particolare da servire a tavola ai vostri ospiti. Scopriamo come preparare questo piatto ed alcuni suggerimenti utili per un risultato perfetto

Ossobuco di tacchino in umido
Difficoltà
Preparazione
Cottura
2 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

L’ossobuco di tacchino in umido è un secondo piatto a base di carne completo e saporito, ideale da servire durante una cena in famiglia con un contorno di patate al forno. Una versione diversa dei classici ossibuchi alla milanese in cui a variare è proprio l’ingrediente principale, ovvero la carne.

Si tratta di una ricetta di semplice preparazione, tuttavia la carne di tacchino richiede una lunga marinatura di almeno 3-4 ore nel vino rosso e con aromi per carne. Questa marinatura è necessaria per eliminare il sapore di selvaggina. Sarà possibile utilizzare il vino rosso che più preferite.

Vediamo insieme la ricetta.

Ingredienti

  • 2 ossibuchi di tacchino
  • 2 fette di tacchino
  • 1/4 di cipolla
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 30 ml di vino rosso
  • 300 ml di polpa di pomodoro
  • scorza di 1 limone
  • q.b di sale
  • q.b di aromi per arrosti

Preparazione

Per realizzare l’ossobuco di tacchino in umido, innanzitutto dovrete mettere a marinare le fette di carne in un piatto con abbondante vino rosso e aromi. Il tempo della marinatura varia da 2 a 4 ore, in base alle vostre esigenze. Trascorso il tempo della marinatura, potrete procedere seguendo alcuni specifici passaggi.

Sgocciolate le fette di ossobuco di tacchino e infarinatele per bene. Prendete un’ampia padella e aggiungete un filo d’olio extra vergine d’oliva; accendete il fuoco a fiamma moderata e quando la padella è calda aggiungete le fette di ossobuco di tacchino e fatele rosolare a fiamma vivace per qualche minuto, girandole da entrambi i lati per una cottura uniforme.

Sfumate con il vino rosso e lasciatelo evaporare. Quando il vino sarà evaporato, trasferite le fette di ossobuco su di un piatto, aggiungete un pizzico di sale e tenetele da parte.

A parte tritate finemente la cipolla e mettetela in una pentola capiente insieme ai cucchiai di olio extravergine d’oliva. Accendete il fuoco a fiamma medio-bassa, quindi fate soffriggere la cipolla. Quando quest’ultima diventa dorata, unite la polpa di pomodoro e abbassate la fiamma. Lasciate insaporire il sugo di pomodoro, quindi adagiatevi sopra le fette di ossobuco di tacchino, coprite con un coperchio e fate cuocere per circa 40-45 minuti.

A cottura ultimata grattugiate della scorza di limone biologico sopra le fette di ossobuco. Consumate la portata ben calda ma anche tiepida sarà buonissima.

Ossobuco di tacchino in umido

Conservazione

L’ossobuco di tacchino in umido può essere conservato in frigorifero per al massimo 2 giorni dalla preparazione.

Giovanna La Barbera

I consigli di Giovanna

Questo secondo piatto è un'alternativa leggera e più economica rispetto al classico ossobuco di vitello alla milanese. La carne di tacchino, infatti, è più digeribile ed economica della carne di vitello. Accompagnate la portata con un contorno di patate al forno e non dimenticate di abbinare un buon vino rosso al piatto.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!