Dolci   •   Torte

Pandolce genovese

Il pandolce genovese è un dolce tipico delle festività natalizie e molto consumato in tutto il periodo invernale. Ecco come prepararlo

Pandolce genovese
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il pandolce genovese è un dolce tipico delle festività natalizie, che viene conosciuto in tutto il mondo ma realizzato in particolare nel genovese.

Si tratta di un vero e proprio dolce portafortuna, realizzato con uvetta, pinoli e frutta candita. Un dolce morbido e ricco di sapori e consistenze che non potrà che conquistarvi.

Vediamo, quindi, come preparare un ottimo pandolce genovese ed alcuni consigli per arricchire ancora di più un dolce davvero strepitoso, ricco ed a cui è difficile resistere. Sarà comunque sempre un grande successo.

Ingredienti

  • 320 g di farina 00
  • 95 g di burro
  • 120 g di zucchero
  • 2 uova
  • 200 g di uvetta
  • 100 g di arance candite
  • 100 g di cedro candito
  • 40 g di pinoli
  • 100 ml di latte
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • q.b. di granella di zucchero

Preparazione

Per iniziare la preparazione del panedolce genovese dovete partire dalla frutta candita, che dovrà essere ridotta in piccoli cubetti.

Fatto questo dedicatevi alla preparazione dell’impasto. Aggiungete in planetaria il burro, che deve essere a temperatura ambiente e ridotto cubetti, e lo zucchero. Lavorate il tutto per qualche minuto ed aggiungete a questo punto anche la farina ed il lievito precedentemente setacciato così da evitare la formazione di grumi.

Aggiungete anche le uova e continuate ad impastare il tutto. Unite a questo punto a filo il latte, che deve essere a temperatura ambiente. A questo punto non vi resta che aggiungere anche la frutta candita, l’uvetta, che avrete precedentemente messo ad ammorbidire in un po’ di acqua fredda, ed i pinoli.

Amalgamate nuovamente il tutto così da ottenere un impasto perfettamente compatto in cui tutti gli ingredienti si sono fusi alla perfezione. Fatto questo non vi resta che prelevare l’impasto dalla planetaria, ridurre in una palla ed adagiare su una teglia.

Aiutandovi con un tarocco o con un coltello ben appuntito ed affiliato realizzate dei tagli a croce sulla superficie così da dare al vostro pandolce genovese la classica forma cospargete con granella di zucchero ed il vostro pandolce è quindi pronto per essere messo in forno preriscaldato a 185°C per circa 40 minuti.

Una volta pronto sfornate il vostro dolce genovese e fate raffreddare prima di servirlo ai vostri ospiti.

In alternativa potete preparare un tiramisù al pandoro o dei tartufini al pandoro.

Pandolce genovese

Conservazione

Il pandolce genovese si conserva per al massimo 5 giorni sotto una campana di vetro all’interno di un contenitore ermetico.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Potete rendere il sapore del vostro pandolce ancora più intenso aggiungendo anche dell'altra frutta candita oppure aggiungendo una fialetta di aroma all'arancia. Il risultato finale sarà comunque ottimo, ricco e soprattutto irresistibile. Se non gradite la granella di zucchero in superficie potete ometterla o sostituire con delle lamelle di mandorla.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!