Zeste di limone candite

Le scorze di limone sono utilizzate sempre più spesso non soltanto nella preparazione di dolci ma anche in piatti salati. Le zeste di limone candite saranno una piacevole scoperta, ottima da consumare dopo pasto o per decorare molti dolci. Scopriamo insieme come procedere passo dopo passo

Zeste di limone candite
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le zeste di limone, dette anche scorze di limone, sono molto utilizzate in cucina, nella preparazione di molti dolci ma sempre più spesso anche per molti piatti salati. Le zeste di limone candite saranno particolarmente goloso e sfiziose, si preparano con estrema facilità ed in più si possono conservare molto a lungo.

Sono ottime da utilizzare per arricchire alcuni dolci, come ad esempio dei cannoli dove di solito si usano le scorze d’arancia candite o da usare come decorazione di molti dolci, ma possono anche cangiarsi a fine pasto. Con il loro sapore ed il loro profumo, infatti, saranno sempre molto apprezzate.

Scopriamo, quindi, insieme come si preparano passo dopo passo.

Ingredienti

  • 200 g di scorza di limone
  • 200 g di zucchero
  • 220 ml di acqua

Come fare le zeste di limone candite

Per preparare le zeste di limone candite dovete partire innanzitutto dalla base, ovvero dall’ingrediente principale. Dovrete, infatti, scegliere dei limoni biologici dal momento che andrete ad utilizzarne proprio la scorza, che quindi non deve essere stata precedentemente trattata con pesticidi o altre sostanze nocive per il nostro organismo.

I limoni, poi, andranno ben lavati ed asciugati prima di ricavarne la buccia, che servirà per la nostra preparazione. In questa fase dovrete avere un’altra accortezza: non dovrete, infatti, intaccare la parte bianca che si trova sotto la scorza perchè altrimenti le vostre scorze d’arancia candite avrebbe un retrogusto amaro poco piacevole.

Adesso tagliate a strisce della grandezza che preferite le bucce a vostra disposizione. In un pentolino mettete dell’acqua e portatela a bollore. Dentro dovrete far bollire le scorze per alcuni minuti. Scolate, quindi, le zeste, buttate via l’acqua e rimettete le zeste in acqua fredda. Portate nuovamente a bollore e da quel momento aspettate altri 3 minuti. Ripetete questa operazione circa 3 volte.

L’ultima volta aggiungete anche dello zucchero semolato e fate proseguire la cottura fino a quando le zeste inizieranno a caramellarsi. Solo a quel punto potete spegnere la fiamma e disporre le scorze di limone su una gratella dove dovrete farle asciugare perfettamente prima di riporle in un contenitore.

scorze-di-limone-candite

Zeste di limone candite con zucchero semolato

Potete anche cospargere la superficie esterna delle zeste con dello zucchero semolato. Prima che le scorze si asciughino passatele su dello zucchero semolato così che questo si attacchi per bene.

Conservazione delle scorze di limone candite

Le zeste di limone si conservano per svariati giorni in un contenitore ermetico.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Potete anche decidere di dare una forma diversa alle vostre scorze di limone, realizzando dei cubetti oppure delle formine. Non gettate via i limoni perchè potranno essere utilizzati per tantissimi altri dolci che piacciono sempre moltissimo a tutti. Potrete ricavarne solo il succo o utilizzarli interi. Se lo desiderate, potete utilizzare delle fette di limone per questa preparazione.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!