Taralli pugliesi all’olio di oliva

I taralli pugliesi all'olio d'oliva sono croccanti e sfiziosi e si prestano a tante varianti diverse. Ecco la ricetta

Taralli pugliesi all’olio di oliva
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Ecco uno dei must della cucina pugliese: i taralli pugliesi all’olio d’oliva.

La caratteristica di questi gustosi taralli pugliesi sta nella doppia cottura che gli conferisce quella croccantezza che li contraddistingue e che li rende unici. Doppia cottura perché dopo averli fatti bollire in acqua vengono scolati ed infornati. Sono ideali per uno spuntino veloce, come merenda per la scuola per i nostri bimbi.

Grazie alla loro leggerezza non appesantiscono pur colmando quel senso di vuoto che fa capolino ad un certo punto della giornata. Vediamo, quindi, insieme come prepararli.

Ingredienti

  • 1 kg di farina 00
  • 200 ml di olio extravergine d’oliva
  • 20 g di sale
  • 350 ml di acqua

Preparazione

Per la preparazione dei taralli pugliesi all’olio d’oliva mettete la farina su una spianatoia e formate una fontana con un buco al centro.

Versate l’olio di oliva al centro della farina e cominciate a impastare gli ingredienti con le mani. Senza smettere di lavorare il composto aggiungete il sale e  versate lentamente l’acqua.

Continuate a lavorare l’impasto  finché questo non diventerà liscio, omogeneo ed elastico. Incidete una croce al centro del panetto, tagliatelo in piccoli pezzetti e iniziate a lavorarli in modo da ottenere dei cordoncini; sovrapponete le due estremità ed esercitando una leggera pressione avrete i vostri primi taralli pugliesi crudi.

Fate bollire dell’acqua in una pentola; quando l’acqua sarà bollente, ma non si saranno ancora formate le bolle, immergete i taralli e cuoceteli fino a quando non risaliranno a galla.

Scolateli e posizionateli su un piano da lavoro e iniziateli a sistemare uno accanto all’altro. Dopodiché fateli asciugare all’aria aperta per 5/10 minuti. Adagiate i vostri taralli su una leccarda rivestita di carta forno; infornate in forno preriscaldato a 220°C (programma multicottura) per 20 minuti circa, finché non saranno croccanti.

Togliete la teglia dal forno, lasciate intiepidire e i vostri taralli pugliesi all’olio d’oliva sono pronti per essere serviti.

In alternativa potete servire dei biscotti esse o dei biscottini realizzati con pasta frolla montata.

Taralli pugliesi all’olio di oliva

Conservazione

I taralli pugliesi all’olio d’oliva si conservano per diversi giorni in un contenitore ermetico. 

Angela Solazzo

I consigli di Angela

Nel momento in cui scolate i taralli metteteli su un piano da lavoro e cominciateli a sistemare uno accanto all’altro. Lasciateli riposare qualche minuto e poi spostateli nuovamente in un altro punto asciutto della spianatoia: eviterete in questo modo che vi si attacchino. Fate attenzione a maneggiare con cura i taralli per evitare che questi si rompano. Potete anche aromatizzare i taralli con semi di finocchio, peperoncino, origano.....tutto ciò che è di vostro gusto.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!