Acquacotta toscana

L'acquacotta toscana è una zuppa di origini contadine, realizzata con ingredienti semplici. Ecco la ricetta ed alcune varianti

Acquacotta toscana
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

L’acquacotta toscana è una zuppa tipica della tradizione toscana e che attinge alla cucina contadina più povera. Si tratta, infatti, di una minestra molto semplice, realizzata con ingredienti poveri che venivano trovati con facilità dai contadini o dai carbonari e che consiste ad oggi in un vero e proprio piatto svuota frigo, che può essere realizzato con le verdure che più si gradiscono oppure con quelle che fornisce la stagione nella quale ci si trova.

Ad arricchire poi il tutto le uova, che rendono questa zuppa ancora più appetitosa ed ancora più particolare. Si tratta, quindi, di un piatto della tradizione, perfetto per le giornate invernali più fredde e che potrà essere portato a tavola in tantissime varianti diverse.

Vediamo, quindi, come preparare l’acquacotta toscana ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto.

Ingredienti

  • 300 g di pomodori
  • 250 g di sedano
  • 350 g di cipolle
  • 4 uova
  • 1 l di brodo vegetale
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b di pecorino
  • q.b di pane

Preparazione

Per iniziare la preparazione dell’acquacotta toscana dovrete innanzitutto dedicarvi alla realizzazione del brodo vegetale, che dovrà essere realizzato e tenuto in caldo perché servirà per la preparazione di questo piatto.

Dedicatevi quindi ai pomodori, che andranno incisi con un taglio a croce e poi sbollentati in abbondante acqua calda per qualche secondo. Quando la pellicina inizierà a staccarsi dalla polpa potrete togliere i pomodori dal pentolino e passarli in acqua fredda. Questo sbalzo termico permetterà alla pelle di staccarsi perfettamente dalla polpa e di poterla eliminare molto facilmente. Dopo aver rimosso la pelle potrete ridurre in piccoli cubetti.

Dedicatevi quindi alla cipolla ed al sedano, che andranno ridotti in piccoli cubetti. Sposatevi quindi sui fuochi ed all’interno di una casseruola ben capiente aggiungete dell’olio extravergine d’oliva, la cipolla ed il sedano. Fate andare il tutto per qualche minuto mescolando continuamente ed aggiungete quindi unp aio di mestoli di brodo vegetale.

Aggiungete a questo punto, dopo circa una decina di minuti, il pomodoro e dell’altro brodo vegetale ben caldo. È importante che il brodo venga tenuto alla giusta temperatura e che non sia troppo freddo perché altrimenti fermereste la cottura della vostra preparazione. Aggiustate quindi di sale e di pepe e fate proseguire la cottura per circa 20 minuti. Continuate a mescolare di tanto in tanto la zuppa ed a controllare il liquido di cottura. Se necessario, quindi, aggiungete un altro mestolo di brodo vegetale, che dovrete continuare a tenere in caldo.

Una volta trascorsi 20 minuti potrete togliere il coperchio e far proseguire la cottura per qualche altro minuto. Nel frattempo dedicatevi alla preparazione dei crostini di pane che utilizzerete per accompagnare il vostro piatto. Il pane casareccio andrà tagliato in fette di un paio di centimetri di spessore, cosparso con dell’olio extravergine d’oliva e messo in forno a 220°C per circa 5-7 minuti o fino a quando sarà dorato in superficie.

A questo punto prendete le uova e rompetele una alla volta dentro la casseruola, così da dare il tempo al composto di iniziare a far rassodare l’uovo prima di aggiungere il successivo. Condite con un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo, aggiustate di sale e pepe se necessario ed aggiungete una spolverizzata di pecorino grattugiato per servire la vostra acquacotta toscana.

Il risultato finale sarà davvero straordinario, gustoso e semplice al tempo stesso.

Acquacotta

Varianti

Come tutti piatti della tradizione anche l’acquacotta si può preparare in tantissime varianti diverse. A seconda della zona di questa regione, infatti, in cui questo piatto viene preparato le varianti sono davvero tantissime e vanno da quella viterbese, a quella maremmana fino ad arrivare anche a quella grossetana ed a quella tipica della città di Firenze.

A variare, spesso e volentieri, sono piccoli ingredienti, verdure o spezie che vengono aggiunte al posto di altre o per arricchire ulteriormente questo piatto.

In alternativa potrà essere interessante preparare delle uova in purgatorio.

Acquacotta con funghi

Come detto precedentemente questo piatto può essere realizzato con tante verdure diverse a seconda della stagione  nella quale ci si trova. Ad esempio un’ottima alternativa è quella di aggiungere di funghi champignon alla cottura. Per un sapore ancora più intenso potete utilizzare dei funghi porcini, sia secchi che freschi.

Se utilizzate dei funghi porcini secchi dovrete lasciarli rinvenire per una decina di minuti in acqua o in brodo vegetale e poi strizzate ed aggiungeteli alla preparazione. Il risultato finale sarà comunque straordinario.

Le possibilità, però, sono davvero tantissime.

Conservazione

L’acquacotta toscana va consumata ben calda subito dopo la sua preparazione. Se lo desiderate, però, potete conservarla ma prima di aggiungere le uova. Le uova, quindi, andranno aggiunte all’acqu cotta calda solo nel momento in cui servite il piatto.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Oltre a variare le verdure da utilizzare per la preparazione di questa minestra potete anche utilizzare il formaggio grattugiato che più preferite, a seconda della nota di sapore più o meno intenso che volete dare alla vostra preparazione. Il risultato sarà sempre goloso, saporito e davvero interessante. Un ottimo piatto da servire nelle giornate più rigide.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!