Primi Piatti   •   Al forno

Pasta al forno

La pasta al forno è un primo piatto classico della cucina italiana. Vediamo come realizzarlo e servirlo per un sicuro successo. Gli ingredienti base di questa preparazione, infatti, piacciono sia ai grandi che ai più piccoli

Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La pasta al forno è una ricetta tra le più classiche della nostra tradizione gastronomica. Si tratta di un piatto che piace solitamente a tutti, dai grandi fino ad arrivare ai bambini, e che può essere arricchita davvero in mille modi.

La ricetta classica della pasta al forno prevede l’uso di un sugo classico di pomodoro, della besciamella, del parmigiano e di golosissime polpette. Può essere realizzata con tantissimi formati di pasta diversi, a seconda dei gusti e delle tradizioni. In ogni caso è un classico di sicuro successo che può essere preparato per una domenica in famiglia o per un pranzo con amici. Vediamo, quindi, come prepararla

Ricetta-Pasta-al-forno

Ingredienti per le polpette

  • 250 g di carne di suino macinata
  •  150 g di vitello macinato
  • 100 g di parmigiano reggiano
  • 100 g di pangrattato
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • ¼ di cucchiaino di noce moscata
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Ingredienti per il sugo

  • 1 l di passata di pomodoro
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • Basilico q.b.
  • Sale q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Ingredienti per la besciamella

  • 1 l di latte
  • 80 g di farina
  • 80 g di burro
  • 1 pizzico di noce moscata
  • Sale q.b.
  • Parmigiano reggiano q.b.

Ingredienti per la pasta al forno

  • 500 g di pasta (nel formato preferito)
  • 300 g di mozzarella
  • 100 g di melanzane fritte
  • Parmigiano reggiano q.b.

Come fare la pasta al forno

Per iniziare la preparazione della pasta al forno partite dalla realizzazione delle polpette. Prendete una ciotola ben capiente e versatevi tutti gli ingredienti che abbiamo visto prima ed amalgamate bene il tutto servendovi delle mani. Il composto dovrà essere ben compatto e molto omogeneo. Fate riposare il tutto il frigorifero per circa 10 minuti perché si compatti.

Mentre aspettate che l’impasto delle polpette si compatti potete dedicarvi alla realizzazione del sugo. Prendete la cipolla, sbucciatela e tagliatela a dadini piccolissimi, in maniera tale che poi in fase di cottura non si avvertiranno più, e fateli rosolare in una padella con dell’olio fino a quando non sarà appassita. A quel punto aggiungete della passata di pomodoro, che potete acquistare già pronta o fare voi stessi con del pomodoro fresco o con dei pelati. Portate il sugo ad ebollizione e fate cuocere a fuoco dolce.

A questo punto tirate fuori l’impasto delle polpette ed andate a creare delle polpette abbastanza piccole, che andrete a tuffare nel sugo di pomodoro, che sta cuocendo in padella. Continuate la cottura, adesso che ci sono le polpette, per circa 30 minuti. Aggiustate di sale e mettete anche del basilico a pezzetti. Potete anche decidere, se lo preferite, di aggiungere il basilico per intero e di andarlo poi a togliere prima di andare a comporre il piatto e servirlo ai vostri ospiti. Scegliete in base ai vostri gusti o a quelli dei vostri ospiti.

A questo punto dedicatevi alla pasta. Mettete sul fuoco una pentola abbastanza capiente con acqua salata ad ebollizione e versatevi la pasta. Per quanto riguarda il formato potete scegliere quello che più preferite. Solitamente si usano dei tortiglioni o dei rigatoni, ma in alcune regioni si preferiscono ad esempio i conchiglioni. In Sicilia, ad esempio, si usano i famosi anelletti di pasta.

Fate attenzione alla cottura della pasta. Dovrete,infatti, scolare la pasta all’incirca a metà cottura perché non dimenticate che questa andrà poi cotta ulteriormente in forno e, se in questa fase andate a cuocerla completamente, il risultato sarà una pasta ascotta e quindi spiacevole da mangiare. Condite la pasta con il sugo e le polpette realizzate prima e dedicatevi all’ultimo ingrediente che vi serve, la besciamella.

Per la preparazione della besciamella prendete una pentola abbastanza capiente ed inserite al suo interno i vari elementi. Fate attenzione a mescolare tutto a freddo per evitare la formazione di grumi. Mettete poi sul fuoco a fiamma dolce e mescolate continuamente per evitare che la vostra besciamella si attacchi sul fondo. Se desiderate una besciamella più densa potete aggiungere un po’ di farina in più durante la preparazione.

A questo punto tutti gli ingredienti sono pronti per cui non vi resta che andare a comporla nella pirofila che vi servirà per la cottura in forno. Stendete un primo strato di besciamella e versate sopra circa metà della pasta, cercando di livellarla in maniera uniforme, mettete un altro po’ di besciamella e la mozzarella tagliata cubetti. Aggiungete anche le melanzane, che avrete precedentemente ridotti in tocchetti e fritto in abbondante olio caldo. A questo punto versate la quantità di pasta ancora residua. Coprite con altra besciamella e spolverizzate il tutto con del parmigiano reggiano grattugiato.

A questo punto la vostra pasta è pronta per essere infornata a 180°C per circa 30 minuti. Durante questo lasso di tempo, e grazie alla presenza del formaggio, la vostra pasta sarà ben dorata e croccante e quindi pronta per essere servita.

Questa pasta si consuma ancora tiepida o, per chi lo preferisse, anche a temperatura ambiente dopo averla fatta riposare per un’ora. Decidete in base ai vostri gusti ed a quelli dei vostri ospiti.

Pasta-al-forno-ricetta

Consigli e varianti

Questo piatto come abbiamo detto, può essere farcito ed arricchito in tantissimi modi. Potete ad esempio aggiungere della scamorza affumicata oppure potete arricchire ancora di più il vostro piatto con delle sottilette, che renderanno la vostra pasta ancora più cremosa e gustosa.

A cambiare potrà essere anche il formato di pasta, ad esempio potete realizzare dei maccheroni al forno o dei fusilli al forno, ma le possibilità sono davvero tantissime.

Pasta al forno bianca

Se non amate il sugo, della pasta al forno bianca sarà davvero l’ideale.

In questo caso potete utilizzare come condimento delle verdure o un mix di salsiccia e funghi, ad esempio, il tutto arricchito da besciamella e formaggi di vario tipo. Il risultato? Un vero successo!

Pasta e patate al forno

La classica pasta e patate può essere realizzata in una versione ancora più golosa facendo terminare la cottura in forno, con funzione grill per una decina di minuti.

In questo modo otterrete una gratinatura in superficie davvero straordinaria e sicuramente otterrete un successo ancora maggiore!

Pasta al forno con melanzane e scamorza

Volete ottenere una variante ancora più golosa? Aggiungete dei tocchetti di melanzane fritte e della scamorza a cubetti. Il risultato sarà un piatto davvero golosissimo!

Con una spolverata di parmigiano reggiano otterrete una gratinatura che renderà questo piatto ancora più irresitibile.

Pasta al forno vegetariana

Se amate le verdure la pasta al forno vegetariana farà davvero al caso vostro.

Potrete, inoltre, preparare questo piatto in ogni stagione dell’anno lasciandovi guidare dalle verdure di stagione, oltre che dai gusti dei vosltri ospiti.

Pasta al forno siciliana

Gli anelletti al forno sono una versione tipicamente siciliana della classica pasta al forno che tutti conosciamo.

In questo caso viene utilizzato un particolare formato di pasta, gli anelletti appunto, che vengono conditi con ragù e arricchiti in alcuni casi anche con uova sode, prosciutto o piselli.

Si ottiene una torta di psta che veien servita a tavola quando è tiepida. Si tratta, infatti, quasi di un timballo di pasta che in Sicilia la fa da padrona la domenica a pranzo. Un vero classico intramontabile.

Conservazione della pasta al forno

Questo piatto si conserva perfettamente in frigorifero per un paio di giorni se chiusa in un contenitore ermetico oppure coperta con della pellicola trasparente.

Quando avete intenzione di servirla andrà messa in forno a scaldare oppure potete irrorarla con un po’ di olio ed andarla a passare in padella insieme ad un po’ di formaggio. In questo modo il piatto ritroverà tutta la bontà e la croccantezza di quando l’avete preparata.