Risotto agli asparagi

Il risotto agli asparagi è un primo piatto molto saporito adatto a qualsiasi stagione, che si può arricchire in mille modi. Ecco la ricetta per prepararlo e tante idee per arricchirne il sapore

Risotto agli asparagi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il risotto agli asparagi è un primo piatto molto delicato ma gustoso allo stesso tempo, perfetto per un pasto particolare o addirittura per giornate di festa. Il risotto agli asparagi è un piatto tipico della stagione primaverile dal momento che si possono facilmente reperire degli asparagi freschi, ma può essere preparato tutto l’anno se si utilizzano degli asparagi congelati. Il risotto agli asparagi è un piatto molto saporito, che può essere ulteriormente arricchito con del formaggio o dei salumi, come ad esempio dello speck. Al risotto si può anche accoppiare del pesce, come ad esempio i gamberetti. Vediamo, quindi, come preparare un risotto agli asparagi nella sua versione base.

Ingredienti

  • 300 g di riso carnaroli
  • 300 g di asparagi
  • 100 g di Parmigiano Reggiano
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 cipolla
  • 30 g di burro
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • 150 g di stracchino o formaggio spalmabile
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Brodo vegetale q.b.

Risotto-agli-asparagi-50128

Preparazione

Per iniziare la preparazione del risotto agli asparagi partite proprio dalla pulizia degli asparagi. Eliminate la parte più vicina alla radice perché quella risulterebbe troppo dura poi da mangiare e di conseguenza darebbe un sapore poco piacevole al vostro risotto agli asparagi. Conservate, invece, le punte, che sono la parte più morbida e decisamente più tenera di questa verdura. Quando i vostri asparagi saranno ben puliti potete cuocerli in abbondante a acqua salata.

Quando saranno pronti non dovrete fare altro che scolarli e tagliarli a pezzettini. In questa fase decidete se lasciarvi da parte qualche asparago intero o delle punte intere per andare a decorare poi il piatto nel momento in cui servirete il vostro risotto agli asparagi.

A questo punto prendete una padella, versatevi il burro ed un filo d’olio ed aggiungetevi la cipolla, precedentemente tritata. La cipolla andrà tritata molto finemente, affinché poi non si avverta la sua presenza all’interno del risotto agli asparagi. Utilizzate un coltello ben affilato per questa preparazione oppure una mezzaluna. Per un risultato perfetto potete utilizzare un mixer che vi renderà in pochissimi secondi un perfetto battuto di cipolla.

Mettete la cipolla a rosolare e fate appassire per circa 10 minuti a fuoco lento. Quando la cipolla si sarà appassita per bene potete aggiungere il riso e iniziare a farlo tostare. Continuate la cottura per circa 5 minuti, continuando a mescolare costantemente il vostro risotto agli asparagi per evitare che si attacchi e si bruci. Sfumate, quindi, con del vino bianco. Fate evaporare per bene il vino, evitando di andare a coprire il riso, per almeno 5 minuti.

Passato questo lasso di tempo potete aggiungere un mestolo di brodo vegetale. Non aggiungete il brodo vegetale tutto insieme, ma un mestolo per volta così da mantenere la cottura del riso e renderlo sempre al dente. Fate, quindi, cuocere il riso facendo attenzione a non esagerare perché ricordate sempre che i risotti non devono mai essere troppo cotti ma mantenere una cottura più al dente.

Quando il riso sarà più o meno a metà cottura potete aggiungere lo stracchino o il formaggio spalmabile che avete scelto. Potete anche decidere di aggiungere della panna in questa fase per cui scegliete in base ai vostri gusti e da quelli dei vostri ospiti. Solitamente nei risotti si tende ad evitare l’uso della panna perché questa tende a sovrastare gli altri sapori. L’uso dello stracchino invece dona una punta di acidità al risotto agli asparagi che ne esalta il sapore.

Mescolate per bene per fare amalgamare bene lo stracchino e, se serve, aggiungete un altro po’ di brodo vegetale. Quando avrete amalgamato tutto potete aggiungere anche gli asparagi al vostro risotto agli asparagi. Amalgamate bene il tutto.

A questo punto aggiungete del pepe ed aggiustate di sale e terminate la cottura. Quando il riso sarà ben cotto potete procedere ed aggiungere il formaggio. Utilizzate del parmigiano reggiano grattugiato o, meglio ancora, in scaglie in maniera tale che questo sia ancor a più avvertibile quando andrete a consumare il vostro risotto agli asparagi. Mantecate per un altro minuto a fuoco spento.

A questo punto il vostro risotto agli asparagi è pronto e non dovrete far altro che servirlo ai vostri ospiti. Andate ad impiattare decorando con gli asparagi interi, che avete conservato all’inizio, o con delle punte, a seconda dei vostri gusti. Potete aggiungere anche delle scaglie di formaggio come decorazione del vostro risotto agli asparagi.

Risotto-agli-asparagi-50128

Consigli e varianti

Il risotto agli asparagi può essere arricchito con dello speck o della pancetta affumicata oppure, per i palati più esigenti, con della salsiccia. Questi ingredienti andranno fatti saltare in padella insieme alla cipolla prima di aggiungere il riso.

Anche per quanto riguarda il formaggio potete applicare diverse varianti. Potete, infatti, optare per un formaggio dal sapore più intenso rispetto al Parmigiano Reggiano, come ad esempio il taleggio o del pecorino. Ottima anche la ricotta salata come abbinamento.

Il risotto agli asparagi è un primo molto sofisticato e dal sapore delicato, che viene molto apprezzato. In alternativa potete servire anche un risotto al radicchio. Per un’alternativa diversa con della pasta potete preparare della pasta al forno, delle lasagne classiche alla bolognese, delle lasagne alle verdure o della carbonara. Sono un’alternativa particolare e diversa dal solito degli gnocchi alla sorrentina o delle pappardelle al ragù di cinghiale.

Conservazione

Il risotto agli asparagi va consumato appena preparato ed ancora ben caldo per poterne apprezzare il sapore e soprattutto per avere ancora del formaggio perfettamente filante all’interno del piatto, può essere conservato in frigorifero e si mantiene anche per un giorno ma la sua resa nel momento in cui andate a riproporlo non è delle migliori. Il riso, infatti, tende a seccarsi ed a perdere la sua cottura, diventando troppo cotto, il che renderebbe il vostro risotto agli asparagi poco piacevole da consumare. Per questo è sempre meglio evitare di riscaldare ulteriormente il risotto agli asparagi, limitandosi a consumarlo nel momento in cui viene preparato. Meglio regolarsi bene, quindi, con le porzioni ed evitare di andare a preparare quantità smisurate.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!