Frittelle di patate e fave

Le frittelle di patate e fave sono un secondo piatto davvero molto particolare e sfizioso, ideale per far consumare le verdure anche ai più piccoli. Ecco la ricetta

Frittelle di patate e fave
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le frittelle di patate e fave sono un secondo piatto molto appetitoso, un’idea particolare e originale per far consumare le verdure anche ai più piccoli, che solitamente evitano questo tipo di alimento.

Si tratta di una preparazione davvero molto semplice, perfetta da servire come secondo piatto a tutti gli effetti ma che sarà ottima anche da proporre come antipasto o come accompagnamento di un aperitivo. Un piatto semplice, con ingredienti poveri che però saprà stupire tutti con il suo sapore e la sua versatilità.

Vediamo, quindi, insieme come preparare delle ottime frittelle di patate e fave ed alcuni consigli utili per delle varianti più leggere ed ancora più sfiziose.

Ingredienti

  • 4 patate
  • 200 g di fave
  • 40 g di provola
  • 6 cucchiai di farina 00
  • 2 uova
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • q.b di pangrattato
  • q.b di farina 00
  • q.b di prezzemolo

Preparazione

Per iniziare la preparazione delle frittelle di patate e fave dovete partire proprio dalle patate, che dovranno essere lavate e poi messe a cuocere in abbondante acqua salta per circa 30 minuti o fino a quando saranno ben cotte ed i rebbi di una forchetta si inseriranno senza incontrare resistenza all’interno della patata. E’ importnate che le patate siano tutte più o meno della stessa dimensione così da avere un risultato davvero omogeneo e non ritrovarsi con delle patate che cuociono prima di altre.

Se lo desiderate, però, potete anche decidere di utilizzare una modalità di cottura diversa delle patate, come ad esempio quella al microonde che vi consentirà anche di risparmeiare del tempo ed abbattere quindi i tempi di preparazione di questa ricetta.

Una volta pronte le patate andranno tolte dall’acqua, pelate e schiacciate con un apposito schiacciapatate o una forchetta. Dedicatevi, quindi, alle fave, che dovranno essere messe a cuocere in abbondante acqua salata per almeno mezz’ora. Aggiungete, quindi, le fave alle patate, una volta cotte, e sciacciate con una forchetta così da ridurre anche le fave in purea.

Fatto questo aggiungete anche tutti gli altri ingredienti ed amalgamate il tutto fino a quando avrete ottenuto un composto compatto e ben omogeneo in cui tutti gli ingredienti si sono compattati alla perfezione. Qualora l’impasto doversse risultare ancora troppo appiccicoso potete aggiungere dell’altra farina.

Adesso che l’impasto è pronto non vi resta che passare alla cottura. Prelevate una manciata di impasto e date la forma che più desiderate. Una volta realizzate tutte le frittelle potete passare alla frittura. Mettete dell’olio extraverigne d’oliva in una padella a scaldare e dedicatevi nel frattempo alla panatura delle frittelle. Queste, infatti, andranno passate dapprima nella farina 00, poi nelle uova sbattute ed infine nel pangrattato.

Per una panatura più consistente potete ripetere gli ultimi due passaggi. Friggete quindi le frittelle nell’olio e girate dopo circa 3-4 minuti così da avere una cottura ed una doratura ben omogenea. Fatto questo passate le frittelle su un foglio di carta assorbente e servite ai vostri ospiti.

In alternativa potete preparare delle polpette di patate e zucchine o delle polpette di broccoli e patate.

Frittelle di patate e fave

Conservazione

Le frittelle di patate e fave si conservano per al massimo 2-3 giorni in un contenitore ermetico riposto in frigorifero. Prima di servirle di nuovo ai vostri ospiti, però, dovrete passarle in forno tradizionale o a microonde così che tornino ben calde.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Per un sapore ancora più intenso potete utilizzare un formaggio più stagionato. Per una nota filante ma un sapore più neutro aggiungete della mozzarella tritata all’impasto. Cuocete in forno le frittelle cospargendo con dell’olio e tenedo in forno a 180°C per circa 25 minuti o fino a doratura. Girate a metà cottura per un risultato ben omogeneo.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!