Risotto all’arancia

Il risotto all'arancia è un primo piatto molto particolare e dal sapore intenso, adatto a chi ama sperimentare in cucina. Ecco la ricetta per prepararlo ed alcuni accorgimenti utili per un piatto perfetto

Risotto all’arancia
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il risotto all’ arancia è un primo piatto particolare, perfetto per degli ospiti che amano le combinazioni di sapore più insolite ma anche per i vegetariani. Il risotto all’arancia è un piatto dal sapore e dall’odore davvero molto intenso e particolare e, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, anche molto gradevole. Vediamo, quindi, come preparare un ottimo risotto all’arancia.

Ingredienti

  • 400 g di riso carnaroli
  • 1 cipolla
  • 60 g di burro
  • 1 arancia
  • 40 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • Vino bianco q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • 1 l di brodo vegetale
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

Per iniziare la preparazione del risotto all’arancia dovete iniziare dall’arancia, vera protagonista di questa ricetta. Come prima cosa togliete la buccia esterna, cercando di non intaccare anche la parte bianca, che darebbe un retrogusto amaro alla vostra preparazione. Dal momento che per il risotto all’arancia dovete utilizzare anche la buccia è bene scegliere un’arancia non trattata per un prodotto più salutare.

La scorza dell’arancia andrà ridotta in piccoli bastoncini e poi messa a bollire in un tegame con dell’acqua. Quando la scorza dell’arancia si sarà ammorbidita un po’ potete scolarla e metterla da parte. Prendete nuovamente l’arancia ed estraetene il succo, filtrandolo con un colino per eliminare eventuali fibre rimaste all’interno.

A questo punto dedicatevi alla cipolla, che andrà tritata molto finemente per la preparazione del risotto all’arancia. Prendete una casseruola e fate sciogliere il burro nel quale farete soffriggere poi la cipolla. quando questa sarà appassita aggiungete il riso. Fatelo tostare per un paio di minuti dopo di che sfumate con il vino bianco. Quando questo sarà perfettamente evaporato potete aggiungere il succo d’arancia e fare proseguire la cottura.

Mescolate il vostro risotto all’arancia di tanto in tanto per non farlo attaccare sul fondo, ma soprattutto per evitare che si asciughi troppo il sugo di cottura. In questo caso aggiungete, un mestolo alla volta, del brodo di verdure.

Mentre aspettate che il risotto all’arancia si cuocia dedicatevi al prezzemolo, che andrà tritato molto finemente, utilizzando una mezzaluna o un mixer per un risultato perfetto. Quando il risotto all’arancia sarà quasi pronto aggiungete il prezzemolo, aggiustate di sale e di pepe ed infine mantecate con un altro po’ di burro e del parmigiano reggiano grattugiato.

Amalgamate per bene il vostro risotto all’arancia e servitelo, quindi, ancora ben caldo, magari con qualche filo di scorza d’arancia e del prezzemolo come decorazione del piatto.

Consigli e varianti

Il risotto all’arancia è un primo piatto molto particolare. Se volete rendere il suo sapore ancora più intenso potete aggiungere dell’erba cipollina al posto del prezzemolo oppure utilizzare un formaggio più stagionato per mantecare il piatto.

Il risotto all’arancia è molto buono, ma per gli amanti dei sapori più tradizionali potete preparare del risotto ai funghi, del risotto alla milanese, del risotto ai carciofi, del risotto agli asparagi o al radicchio. In ogni caso il risultato sarà davvero molto buono e vi assicurerà grandissimi complimenti.

Conservazione

il risotto all’arancia è ottimo da consumare ben caldo e subito dopo esser stato preparato. Il riso, infatti, tende a perdere il punto di cottura una volta rimaneggiato dopo esser stato conservato in frigorifero. Il consiglio, quindi, è quello di consumare sempre il risotto all’arancia subito dopo averlo preparato per apprezzarne al meglio la cottura ed il sapore.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!