Secondi Piatti   •   Pesce

Filetti di sgombro gratinati al forno

Come cucinare lo sgombro per renderlo sempre accattivante e gustoso? Le ricette con lo sgombro sono davvero tante e spesso molto semplici da realizzare. Dei filetti di sgombro gratinati al forno saranno un'ottima idea per la cena di tutta la famiglia e potranno essere arricchiti in molti modi. Scopriamo passo dopo passo come dare vita a questo delizioso secondo

Filetti di sgombro gratinati al forno
Difficoltà
Preparazione
Cottura
2 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Lo sgombro è una tipologia di pesce molto diffusa nel Mediterraneo ed è molto apprezzato sia per il sapore intenso che per i suoi valori nutrizionali (è naturalmente ricco di Omega3). Questo pesce è molto utilizzato sia per la preparazione di primi piatti che per ottimi secondi, tuttavia non tutti sanno come cucinare lo sgombro. Qualora desideraste realizzare un secondo piatto gustoso e al tempo stesso stuzzicante, allora i filetti di sgombro gratinati al forno faranno al caso vostro! Deliziosi, profumati e dal costo esiguo, saranno perfetti per una cena in famiglia.

Se state cercando idee su come cucinare gli sgombri, sappiate che esistono davvero molti modi per gustare questa tipologia di pesce e, al tempo stesso, limitare i grassi. Dei gustosi sgombri al forno saranno ottimi per una cena in compagnia, preferibilmente accompagnati da un contorno di patate oppure da un’insalatina fresca di stagione.

Vediamo insieme la ricetta e qualche consiglio utile per un risultato a prova di buongustaio.

Ingredienti

  • 2 sgombri
  • 4 cucchiai di pangrattato
  • 1/2 zucchina genovese
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale
  • q.b di origano
  • q.b di pepe

Come cucinare i filetti di sgombro

Preparare lo sgombro al forno è abbastanza semplice e non richiede grandi abilità ai fornelli. Per iniziare, è importante assicurarsi di acquistare degli sgombri freschissimi, al fine di ottenere un risultato perfetto per stupire i propri ospiti. Pulite, quindi, gli sgombri eliminando le interiora, le lische e le pinne. Rimuovete anche le lische centrali e le spine, che si trovano all’interno. Se non siete molto abili nella pulizia del pesce, aiutatevi con una pinzetta, per togliere più facilmente le spine.

filetti-di-sgombro-gratinati
Panatura dei filetti di sgombro

Sciacquate accuratamente il pesce con abbondante acqua fresca corrente, sgocciolate quindi i filetti di sgombro e tamponateli con della carta assorbente da cucina. Teneteli momentaneamente da parte e preparate la panatura, che servirà per gratinare gli sgombri durante la cottura in forno.

Lavate con cura la zucchina e grattugiatela utilizzando una grattugia a fori larghi. In un’ampia ciotola mettete il pangrattato, la zucchina grattugiata, l’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e uno di pepe, infine una manciata di origano. Mescolate per bene il tutto.

filetti-di-sgombro-gratinati
Filetti di sgombro prima della cottura

Prendete adesso un’ampia pirofila e rivestitela con della carta da forno; posizionatevi sopra i filetti di sgombro fresco e conditeli con la panatura preparata precedentemente. Irrorateli con dell’olio extravergine d’oliva, quindi cuocete i filetti di sgombro in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 15-20 minuti.

Quando saranno perfettamente dorati in superficie, estraete la teglia dal forno e gustate gli sgombri mentre sono ben caldi. A piacere, conditeli con del succo di limone. In alternativa, potrete cucinare lo sgombro al cartoccio, per mantenere il pesce morbido e saporito.

Sgombro-ricette

Filetti di sgombro al forno

Qualora desideraste cuocere lo sgombro in forno senza panatura, sarà possibile preparare un secondo piatto leggero e dal gusto delicato, semplicemente aggiungendo degli aromi.

Dopo aver pulito i filetti di sgombro, preparate una semplice marinatura. In una ciotola versate il succo di 1-2 limoni e aggiungete un pizzico di sale e origano a piacere. Disponete i filetti di sgombro in una terrina oppure su un piatto e lasciateli marinare per circa un’ora. Trascorso questo tempo, sgocciolateli per bene e posizionateli su una teglia ricoperta con della carta da forno. Condite il pesce con un filo d’olio extra vergine d’oliva e cuocetelo a 200°C per circa 15 minuti, infine sfornatelo e consumatelo ben caldo.

Filetti di sgombro in padella

Un’alternativa alla classica cottura in forno, è sicuramente quella di cuocere i filetti di sgombro in padella in pochissimo tempo. In una padella antiaderente scaldate 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva insieme a uno spicchio d’aglio.

Quando quest’ultimo risulterà dorato, eliminatelo e disponetevi i filetti di sgombro fresco dalla parte della pelle. Dopo qualche minuto sfumate il pesce con 40 ml di vino bianco, quindi lasciatelo evaporare. Condite lo sgombro con un pizzico di sale, pepe e con un trito di prezzemolo fresco. Coprite il tutto con un coperchio e fate cuocere il pesce a fiamma moderata per circa 5-7 minuti. Gustatelo ben caldo ma anche tiepido sarà squisito.

Filetti di sgombro al cartoccio

Chi segue una dieta ipocalorica oppure preferisce cuocere il pesce limitando i grassi, può preparare degli ottimi sgombri utilizzando la cottura al cartoccio. Per iniziare la preparazione dei filetti di sgombro al cartoccio eviscerate gli sgombri e lavateli con abbondante acqua fresca.

Tritate finemente 1-2 spicchi d’aglio, prendete due rametti di timo ed un mazzetto di prezzemolo fresco, quindi preparate un trito utilizzando questi ingredienti. Tagliate a fettine sottili mezzo limone e a pezzetti qualche pomodorino di Pachino. Condite gli sgombri con sale e pepe a piacere, quindi riempiteli internamente con il trito dapprima preparato, con le fettine di limone e con i pomodorini.

Prendete una pirofila e posizionate il pesce sulla carta da forno e completate con un filo d’olio extra vergine d’oliva, quindi avvolgete per bene gli sgombri. In alternativa, potrete utilizzare dei fogli di alluminio. Cuocete i filetti di sgombro al cartoccio in forno a 180°C per circa 30 minuti. Al termine della cottura, lasciate intiepidire il pesce prima di consumarlo.

Filetti di sgombro sott’olio

Se desiderate preparare delle conserve di pesce a casa, sarà possibile realizzare dei gustosi filetti di sgombro sott’olio in pochi step.

Dopo aver pulito accuratamente il pesce, bollite i filetti di sgombro privati anche della pelle, in abbondante acqua salata. Il pesce deve essere bollito per almeno 3 ore, successivamente tenetelo a riposo nella stessa acqua di cottura ed estraetelo solamente quando sarà ormai tiepido. Disponete i filetti di sgombro ad asciugare su uno strofinaccio da cucina, in modo che si asciughi per bene (sarà necessario lasciarli ad asciugare per circa 24-36 ore).

Quando il pesce sarà asciutto eliminate con cura le lische, quindi mettete gli sgombri nei barattoli da conserva, bagnandoli con poco aceto. Riempite i barattoli con l’olio extra vergine d’oliva e/o con olio di semi di girasole. Infine bollite i barattoli per almeno 1 ora.

Come-cucinare-lo-sgombro

 Conservazione dei filetti di sgombro gratinati

Questo piatto si può conservare per al massimo un paio di giorni in frigo. Dovrete tenerlo a temperatura ambiente per un’ora prima di servirlo oppure potete scaldarlo in forno tradizionale per una decina di minuti o per pochi secondi al microonde.

Giovanna La Barbera

I consigli di Giovanna

Per ottenere dei gustosi filetti di sgombro gratinati al forno, assicuratevi che il pesce sia freschissimo e preferibilmente locale. Se lo gradite, potrete aggiungete la scorza grattugiata di un limone biologico alla panatura: in questo modo si sprigionerà un piacevole profumo durante la cottura in forno.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!