Marmellata di pesche Bimby

Una buona marmellata di pesche può diventare la base per tantissimi dolci diversi o può semplicemente essere consumata su del pane o delle brioche. Preparare la marmellata di pesche Bimby sarà ancora più semplice ma ritroverete il gusto di sempre della ricetta classica. Ecco come prepararla

Marmellata di pesche Bimby
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Una buona marmellata di pesche è ideale per la preparazione di moltissimi dolci, dalle torte alle crostate, ma sarà ottima anche spalmata su del pane o delle fette biscottate per iniziare la giornata con una carica di gusto e di energia o per una merenda sana e busta. La marmellata di pesche Bimby sarà ancora più semplice da preparre rispetto alla ricetta tradizionale ma ne avrà tutto il sapore e tutta la genuinità.

Potrà essere realizzata anche senza zucchero, per coloro che vogliono limitare le calorie o stanno seguendo una dieta, ma le varianti possibili non finiscono qui dal momento che potete utilizzare varie tipologie di pesche, come ad esempio le pesche noci o le pesche gialle, a seconda della sfumatura di sapore che volete dare alla vostra confettura di pesche bimby.

Inoltre, potrete anche decidere di donare un profumo ed un sapore più particolari aggiungendo dello zenzero o della cannella, ad esempio. Scopriamo, quindi, insieme come preprare la marmellata di pesche con il Bimby e tanti consigli utili.

Ingredienti

  • 1 kg di pesche
  • 350 g di zucchero
  • 1 limone

Come preparare la marmellata di pesche Bimby

La prima cosa che dovrete fare per realizzare una marmellata di pesche Bimby sarà partire dalla scelta della pesca da utilizzare. Saranno ottime delle pesche gialle, particolarmente profumate e gustose, ma andranno bene anche delle pesche noci. In entrambi i casi, però dovrete prestare attenzione al grado di maturazione della frutta. Una frutta matura al punto giusto, infatti, sarà la chiave per un risultato davvero eccellente ed eccezionale.

Effettuata la scelta passate alla pulizia delle pesche. Lavatele accuratamente, sbucciatele e poi eliminate il nocciolo centrale. Le pesche andranno quindi ridotte in fettine o cubetti ed inseriti all’interno del boccale insieme allo zucchero ed al succo di limone.

Fate cuocere per 40 minuti a 90°C Velocità 1 Senso Antiorario. Terminata la cottura valutate la consistenza della vostra confettura di pesche Bimby: se avrete ottenuto il risultato sperato spegnete il bimby, altrimenti proseguite la cottura per qualche altro minuti con Temperatura Varoma Senso Antiorario velocità 1.

Dedicatevi, quindi, alla sterilizzazione dei vasetti di vetro in cui andrete a conservare la vostra marmellata. Quando saranno ben asciutti aggiungete la vostra confettura, chiudete con il coperchio e capovolgete.

Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua e aggiungete all’intero i vasetti ormai riempiti. Dovrete far bollire per altri 20 minuti. In questo modo sarete certi di aver realizzato una marmellata perfettamente conservata sottovuoto che potrete consumare anche a distanza di parecchi mesi.

Marmellata di pesche Bimby senza zucchero

Per chi vuole una versione light di questa conserva così classica potete decidere di eliminare lo zucchero oppure di realizzare una versione con poco zucchero.

Nel primo caso potrete sostituire il classico zucchero semolato con della stevia o con un dolcificante naturale a vostra scelta. Se non gradiste lo zucchero raffinato usate pure dello zucchero di canna. Otterrete comunque un risultato perfetto.

Confettura di pesche Bimby con lo zenzero

Come detto inizialmente potrete decidere di dare una nota di profumo e di sapore ancora più particolare alla vostra preparazione aggiungendo, ad esempio, dello zenzero grattugiato. Il risultato sarà ancora più fresco e goloso. In alternativa allo zenzero potete scegliere altre spezie che preferite.

Confettura-di-pesche-bimby

Conservazione della confettura di pesche Bimby

Se riposta in un luogo asciutto lontano da fonti di luce e di calore, la marmellata si può conservare per svariati mesi. Una volta aperto, invece, il barattolo andrà riposto in frigorifero e la marmellata dovrà essere consumata entro al massimo 4-5 giorni.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

E’ importante lavare accuratamente le pesche e soprattutto sterilizzare a dovere i barattoli per evitare che si formino germi e microrganismi che rovinerebbero la vostra preparazione e vanificherebbero tutto il lavoro svolto. Se lo gradite, potete usare più tipologie di pesche così da avere una confettura dalle tante sfumature di sapore.

Altre ricette interessanti
Commenti
Gloria Isalberti
Gloria Isalberti

15 settembre 2018 - 23:14:19

Dopo l'intervista di oggi a Verissimo abbiamo capito tutti che la coppia è ancora coppia anche in privato, con l'entusiasmo e la vitalità dei quindicenni. Lecciso non era più la compagna di Albano da 15 anni, lo ha detto lui al telefono in tv. Oggi alla domanda di come ha passato la prima estate da scapolo, ha risposto cadendo dalle nuvole, chi io? Evidentemente solo non è.. e con la bionda non sta'. Con buona pace dello scribacchino Signoretti, che sa fare solo scoop falsi come lui..

0
Rispondi