Crostata di pesche

La crostata di pesche è una variante molto fresca e golosa della classica crostata di frutta. Ecco la ricetta per prepararla e servirla ed alcune varianti altrettanto golose per stupire i vostri ospiti

Crostata di pesche
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La crostata di pesche è una variante della classica crostata, molto fresca e golosa. La crostata di pesche viene realizzata utilizzando delle pesce sciroppate o, se sono di stagione, con delle pesche fresche. Per questo la crostata di pesche può essere realizzata tutto l’anno. Si tratta di un dolce molto buono e goloso, perfetto per terminare un pranzo la domenica o per delle ricorrenze speciali, come delle feste per bambini che apprezzeranno moltissimo il sapore fresco ed intenso della crostata di pesche. Vediamo, quindi, come preparare una perfetta crostata di pesche.

Ingredienti per la pasta frolla

  • 300 gr di farina
  • 150 gr di burro
  • 150 gr di zucchero a velo
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di vanillina
  • buccia grattugiata di 1/2 limone

ingredienti per il ripieno

  • 400 g di marmellata di pesche

Ingredienti per spolverizzare

  • zucchero a velo q.b.
  • 1 uovo

Preparazione

Per iniziare la preparazione della vostra crostata di pesche dovete iniziare dalla realizzazione della pasta frolla. Questa infatti dovrà riposare prima di poter essere utilizzate per la preparazione della crostata di pesche di cui costituisce la base. Prendete una ciotola ed aggiungetevi all’interno tutti gli ingredienti che andrete ad amalgamare insieme fino a formare un impasto ben omogeneo e compatto. Formate a questo punto una palla e copritela con della pellicola trasparente prima di riporre il tutto in frigorifero a riposare per almeno un’ora. Cliccate qui per la ricetta completa.

A questo punto, quando la vostra pasta frolla aver riposato per bene potete iniziare a stenderla, conservandone una parte per andare poi a creare le tipiche strisce da apporre sopra la vostra crostata di pesche. Stendete la pasta frolla fino ad ottenere uno spessore di circa 3 mm. Fate molta attenzione allo spessore della vostra pasta, che non dovrà essere troppo sottile, per evitare che la vostra crostata di pesche perda poi consistenza ma non deve neanche essere troppo doppia perché in questo caso andrebbe a rimanere curda all’interno in fase di cottura.

Quando avrete realizzato la pasta dello spessore giusto e della grandezza necessaria per andare a ricoprire tutta la tortiera del diametro di 24 cm ed i suoi bordi, andate a spostare la vostra pasta frolla sulla tortiera facendo molta attenzione a non romperla. Aiutatevi quindi per questa operazione con un mattarello su cui avvolgere la vostra pasta frolla per poi spostarla sulla tortiera. Aiutatevi a questo punto non le mani per andare a far aderire la pasta frolla alla base ed ai bordi della vostra tortiera.

Coni rebbi di una forchetta andate a bucherellare il fondo della crostata. A questo punto tutto è pronto per poter proseguire nella preparazione della crostata di pesche, aggiungendo una parte della marmellata di pesche all’interno della vostra tortiera già foderata con la pasta frolla.

A questo punto non resta che terminare la decorazione della vostra crostata di pesche. Prendete la pasta frolla che avete tenuto da parte prima ed andatela a stendere. Anche in questo caso fate attenzione allo spessore che deve essere di massimo 2 millimetri per avere un risultato perfetto. Una volta stesa la pasta andate a ricavare delle strisce di pasta ed andatele a disporre a formare un reticolato sulla vostra crostata di pesche. Adesso prendete un pennello per alimenti e intingetelo nell’uovo sbattuto. Spennellate quindi tutta la superficie della vostra crostata di pesche.

A questo punto la vostra crostata di pesche è pronta per essere messa in forno a 180°C per circa 55 minuti. Ovviamente questi tempi di cottura si riferiscono ad uno spessore di pasta frolla come quello indicato. Se, invece, avete realizzato una pasta frolla più sottile o più spessa i tempi di cottura aumenteranno o diminuiranno di conseguenza. Fate quindi attenzione alla cottura della vostra crostata di pesche.

Quando la superficie esterna della vostra crostata di pesche sarà ben dorata potete sfornare il vostro dolce e farlo freddare prima di toglierlo dalla tortiera. Spostare la crostata di pesche quando questa è ancora calda, infatti, vi farebbe correre il rischio di rompere il vostro dolce.

Quando la vostra crostata di pesche sarà fredda potete spostarla su un piatto di portata e, se lo desiderate, spolverizzare con un po’ di zucchero a velo. Non resta,quindi, che servire la vostra crostata di pesche.

La crostata di pesche un dolce molto goloso e dal sapore fresco, che si posa benissimo coni climi estivi ma che è anche buona da consumare d’inverno. Il suo sapore intenso conquisterà davvero tutti.

Slice of Italian tart with apricot close-up. Horizontal

Consigli e varianti

La crostata di pesche è un dolce molto goloso e se decidete di portarlo a tavola per delle feste, soprattutto dei più piccoli, può essere comodo realizzare delle piccole monoporzioni, così da rendere più semplice la sua consumazione. In questo caso non dovrete fare altro che utilizzare dei piccoli pirottino e ripetere tante volte l’assemblaggio della crostata di pesche. Il procedimento, ovviamente, non cambia.

La crostata di pesche è una variante molto fresca, ma potete servire anche delle alternative come una variante alle fragole, una variante alla frutta, una alla ricotta e cioccolato o una al limone. Per i più golosi potete servire una classica crostata alla Nutella, una crostata al cioccolato o una cioccolato e pere. Così accontenterete davvero tutti.

Conservazione

La crostata di pesche si conserva per al massimo 3 giorni se chiusa in un contenitore ermetico o se posta sotto una campana di vetro così da limitare il contatto con l’aria che seccherebbe troppo la vostra crostata di pesche.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!