Crostata di fragole

La crostata di fragole è un dolce fresco e goloso perfetto per le giornate primaverili. Vediamo come realizzarla e servirla, ma anche in quali varianti poterla servire ai propri ospiti

Crostata di fragole
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La crostata di fragole è una ricetta classica della pasticceria nonché uno dei dolci più amati e consumati al mondo.

E’ decisamente uno di quei dolci perfetto per il periodo primaverile perché si potranno facilmente trovare delle fragole fresche dal sapore e dall’odore davvero deliziose. Una variante più croccante e bella della classica torta di fragole.

Un delizioso fondo di pasta frolla arricchito all’interno da crema pasticcera e guarnito con delle fragole fresche. Otterrete una crostata alla crema perfetta da servire fine pasto, ma sarà anche per occasioni particolari. Potyrete inoltre prepararla in tante versioni, ad esempio con marmellata di fragole, con crema di ricotta o con panna montata.

Vediamo, quindi, come si prepara questo dolce ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto.

Ingredienti per la pasta frolla

  • 300 gr di farina
  • 150 gr di burro
  • 150 gr di zucchero a velo
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di vanillina
  • buccia grattugiata di 1/2 limone

Ingredienti per la crema pasticcera

  • 6 tuorli di uova
  • 45 g di amido di mais
  • 140 g di zucchero
  • 400 ml di latte fresco
  • 1 bacca di vaniglia
  • 100 ml di panna fresca liquida

Ingredienti per la gelatina

  • 100 g di zucchero
  • 100 ml di acqua
  • Succo di mezzo limone

Ingredienti per decorare

  • 600 g di fragole fresche

crostata-di-fragole-ricetta

Come preparare la crostata di fragole

Per preparare la vostra crostata di fragole partite dalla pasta frolla. Prendete un mixer e inserite la farina, il sale ed il burro. Per questa preparazione vi servirà un burro ben freddo, che in questo modo si taglierà perfettamente a dadini. Un burro troppo sciolto, invece, finirebbe per essere troppo liquido, rendendo difficile la vostra lavorazione.

Frullate il tutto in maniera tale da andare poi a creare un composto sabbioso, che andrete poi a spostare sul piano di lavoro per terminare la lavorazione. Formate la classica fontana ed inserite al centro dello zucchero a velo, precedentemente setacciato per evitare la formazione di grumi, e la scorza di un limone grattugiato. Dal momento che del limone vi servirà soltanto la scorza è bene utilizzare dei limoni non trattati chimicamente.

Versate anche l’uovo e terminate la lavorazione quando avrete raggiunto un impasto liscio ed omogeneo. Formate una palla e, avvolto in della pellicola trasparente, riponete in frigorifero a riposare per almeno un’ora.

Mentre aspettate che la pasta frolla riposi, potete dedicarvi alla preparazione della crema pasticcera. Prendete una pentola o una casseruola e versatevi il latte, la panna e una bacca di vaniglia.

Potete comunque sostituire la panna con 100 ml di latte fresco. Per quanto riguarda la vaniglia, dovrete estrarre i semi all’interno, che sono poi quelli che contengono l’essenza maggiore della vaniglia. Tagliate per lungo la bacca di vaniglia e, aiutandovi con un coltellino, raschiate i semi. Aggiungete, comunque al latte anche il baccello perché donerà anch’esso sapore.

Mettete la casseruola, quindi, sul fuoco con fiamma dolce e quando il composto sta arrivando a bollore spegnete il fuoco e lasciate freddare per cinque minuti, continuando a lasciare il baccello di vaniglia all’interno.

Nel frattempo prendete una ciotola ben capiente, versatevi i tuorli e lavorateli con lo zucchero utilizzando uno sbattitore elettrico. Dovrete, infatti, ottenere una crema ben spumosa ed areata e raggiungere questo risultato a mano non è molto semplice.

Quando la consistenza della vostra crema sarà ben spumosa potete aggiungere l’amido di mais, anche questo precedentemente setacciato per evitare la formazioni di grumi. Continuate ad amalgamare il tutto fino a quando non avrete ottenuto un composto omogeneo e liscio.

Adesso che il latte si sarà in parte freddato potete estrarre la bacca di vaniglia ed aggiungere il composto con le uova, che avete appena preparato. Rimettete il tutto sul fuoco e continuare a mescolare, aiutandovi con una frusta che andrà a raschiare bene il fondo della vostra casseruola. Durante questa operazione, infatti, è importante fare attenzione che non si formino grumi e che il composto non si attacchi sul fondo.

Spegnete il fuoco quando la vostra crema sarà abbastanza densa ed avrà la tipica consistenza della crema pasticcera. Versatela, quindi, in una terrina e, coprendola con della pellicola trasparente, che vada proprio a contatto con la crema, riponetela in frigo.

Questa operazione è molto importante per evitare che sulla vostra crema pasticcera si vada a formare una sgradevole crosticina. Fate prima raffreddare la crema pasticcera a temperatura ambiente e, una volta fredda, riponetela in frigorifero.

Adesso potete riprendere la vostra pasta frolla. Noterete subito che questa ha una consistenza decisamente diversa rispetto a quando l’avete preparata. Non preoccupatevi, è assolutamente normale chela vostra pasta frolla adesso risulti più dura. Il burro al suo interno, infatti, si è solidificato il che ha reso la pasta frolla più dura, ma basterà lavorarla per qualche minuto perché ritrovi tutta la sua morbidezza.

Quando la sua consistenza sarà nuovamente morbida e malleabile potete stendere la pasta frolla fino ad ottenere una pasta della grandezza necessaria per coprire una teglia per crostate di 28 cm più i relativi bordi.

Fate molta attenzione allo spessore da dare alla vostra pasta frolla. È, infatti, molto importante che questa non sia eccessivamente spessa, né troppo sottile. Una frolla troppo sottile, infatti, sarebbe troppo fragile poi una volta cotta, mentre una troppo spessa rischierebbe di rimanere cruda al centro.

Quando la pasta frolla avrà raggiunto lo spessore desiderato potete trasferirla sulla tortiera, che avrete però prima imburrato ed infarinato. Aiutatevi in questa operazione con il mattarello per evitare di strappare la pasta. Aiutatevi con le mani per modellare la pasta frolla sul fondo e sui bordi.

Adesso bucherellate il fondo della tortiera con i rebbi di una forchetta e procedete con quella che viene definita cottura alla cieca. Tagliate un foglio di carta da forno del diametro della vostra tortiera e adagiatela sulla pasta frolla. Versate sopra dei legumi, come ad esempio dei fagioli, e fate cuocere in forno preriscaldato per circa 15-20 minuti. Se disponete di un forno ventilato basterà a  160°C per 10 minuti.

A questo punto potete sfornare la vostra pasta frolla, togliere i legumi e la carta forno e rimettere in forno per altri 8 minuti circa, 4 se avete un forno ventilato. Quando l’avrete sfornata potete farla raffreddare completamente.

Nel frattempo dedicatevi alla preparazione della gelatina. Prendete un pentolino con l’acqua e scioglietevi lo zucchero a fiamma media. Quando il composto arriverà a bollore potete aggiungere il succo del limone, che avrete prima filtrato per eliminare eventuali residui di polpa. Lasciate sul fuoco fino a quando non addenserà. A questo punto versate la gelatina in una terrina e fate raffreddare.

Decorazione della crostata con crema pasticcera e fragole

È arrivato il momento di dedicarsi alle fragole. Lavatele, eliminate le foglioline e tagliatele in due nel senso della lunghezza. A questo punto tutto è pronto per iniziare a montare la vostra crostata di fragole.

Prendete la crema pasticcera e versatela su un sac-à-poche, che vi aiuterà a riempire il fondo della vostra crostata. Livellate utilizzando una spatola o il dorso di un cucchiaio. Poi, iniziate a disporre le fragole partendo dal bordo esterno fino ad arrivare al centro oppure posizionate una fragola intera la centro e procedete con le metà formando vari cerchi concentrici.

Adesso prendete la gelatina, che nel frattempo si sarà raffreddata, e spalmatela con un pennello sopra le fragole. In questo modo la vostra crostata di fragola sarà ben lucida e bella da vedere.

A questo punto non vi resta che fare freddare e riposare la crostata in frigorifero per almeno un’ora prima di portarla a tavola.

crostata-alla-crema-con-fragole-fresche

Consigli e varianti

Per portare a tavola una valida alternativa alla crostata di fragole potete scegliere una crostata alla frutta, che contiene nella guarnizione tanti tipi di frutta diversi, il che renderà il vostro dolce ancora più goloso.

Potete decidere di realizzare anche delle monoporzioni in maniera tale da rendere la consumazione della crostata di fragole ancora più facile o per portare a tavola diverse varianti di crostata.

Crostata di fragole e crema chantilly

Se volete realizzare una farcitura ancora più fresca e semplice potete usare della panna montata e dare vita ad una deliziosa crema chantilly.

Non dovrete fare altro che procedere dapprima con la cottura alla cieca del guscio di pasta frolla e poi farlo freddare completamente. Montate a neve ben ferma la panna, zuccherandola in base ai vostri gusti e farcire il guscio.

Decorate con fragole fresche e, se lo desiderate, bagnate con gelatina per torte per rendere la frutta ben lucida.

Crostata di fragole Bimby

Con il Bimby realizzare questo dolce sarà ancora più semplice. Dapprima aggiungete all’interno del boccale tutti gli ingredienti per la preparazione della pasta frolla e fate andare a velocità 3 per 1 minuto. Avvolgete nella pellicola e fate riposare.

Adesso ripulite il boccale ed aggiungete all’interno gli ingredienti per la realizzazione della crema pasticcera. Fate andare per 7 minuti a 70°C velocità 2. Avrete ottenuto una crema pasticcera davvero eccezionale.

Riprendete il guscio di pasta che avrete nel frattempo cotto e fatto freddare e farcite con la crema pasticcera. Decorate con le fragole fresche in fette o in spicchi.

Crostata di fragole e marmellata

Con una crostata di marmellata si va sempre sul sicuro. In questo caso utilizzate una marmellata di fragole ed otterrete un risultato davvero eccezionale.

Per un sapore più ricco e complesso aggiungete della crema di ricotta sopra la marmellata. Il vostro dolce sarà letteralmente irresistibile!

Conservazione della crostata di fragole

La crostata di fragola si conserva perfettamente in frigorifero per 1-2 giorni, se chiusa in un contenitore ermetico. Volendo si può anche congelare, se gli ingredienti utilizzati sono tutti freschi.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!