Calamarata napoletana

La calamarata napoletana è un piatto tipico della Campania, perfetto da gustare anche con frutti di mare o pesce spada. Ecco la ricetta

Calamarata napoletana
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La calamarata napoletana è un piatto tipico della Campania, dove spesso viene servito come piatto estivo approfittando del pesce ben fresco appena pescato. Un piatto che prende il suo nome dal formato di pasta che utilizza, la calamarata appunto, che viene servita in questo caso accompagnata con dei calamari freschi. Le versioni a cui potrete dare vita però sono tantissime e vanno da una calamarata con pesce spada ad una versione con frutti di mare.

Il risultato sarà sempre un primo piatto molto gustoso, da servire sporcando con del sugo o in bianco, ma sempre di grande effetto da servire per un pranzo in famiglia anche in occasioni più particolari.

Vediamo, quindi, insieme come preparare la calamarata napoletana nella sua ricetta originale ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto.

Ingredienti

  • 400 g di calamarata
  • 500 g di calamari
  • 300 g di pomodorini
  • 1 spicchio di aglio
  • q.b di vino bianco
  • 250 ml di sugo di pomodoro
  • q.b di prezzemolo
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • q.b di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Per iniziare la preparazione della calamarata napoletana dovete partire dal pesce, l’ingrediente principale di questa ricetta e quello che bisogno di una preparazione più lunga.

I calamari, infatti, andranno puliti accuratamente sotto acqua fredda corrente. Dovrete dapprima staccare la testa ed eliminare gli occhi. Dedicatevi quindi alla parte interna, ovvero alla sacca, che dovrà essere privata della pelle esterna e di tutte le impurità presenti al loro interno. Risciacquate più volte i calamari sotto acqua fredda corrente così da essere sicuri di aver eliminato tutti i residui presenti all’interno.

Questo passaggio può sembrare poco importante ma risulta invece fondamentale per avere un risultato finale davvero strepitoso ed un piatto che faccia impazzire tutti. Ritrovare, infatti, delle impurità di questo tipo interno del piatto finito rovinerebbe il risultato finale.

Fatto questo dedicatevi ai pomodori, che dovranno essere lavati anch’essi sotto acqua fredda corrente, privati del picciolo e divisi a metà o in quarti. Se lo desiderate potete anche tritarli finemente così da renderli poi poco visibili all’interno del piatto. Prendete a questo punto una padella ben capiente e mettete a scaldare dell’olio extravergine d’oliva ed uno spicchio d’aglio, che potete lasciare intero così da rimuoverlo successivamente.

Dopo un paio di minuti aggiungete i calamari, fate saltare e sfumate con il vino bianco. Fate evaporare per bene il vino così da avere un sapore finale non troppo forte. Quando il vino sarà evaporato perfettamente aggiungete anche i pomodorini, aggiustate di sale se necessario e di pepe fate proseguire la cottura per un paio di minuti. Aggiungete quindi anche il sugo di pomodoro e fate continuare la cottura fino a quando i calamari saranno perfettamente cotti e si sarà formato un delizioso sugo di cottura.

A questo punto potete dedicarvi alla cottura della calamarata , che deve avvenire in abbondante acqua salata fino a quando la pasta sarà al dente. A questo punto scolatela e passate in padella insieme al condimento. La camerata napoletana a questo punto è pronta e potrà essere servita con una manciata di prezzemolo precedentemente lavata e tritata molto finemente.

Servite il piatto quando è ancora caldo per apprezzarlo al meglio.

In alternativa potete preparare degli spaghetti alle vongole o degli spaghetti allo scoglio. Anche in questo caso si tratta di due piatti tipici delle zone di mare, da poter consumare soprattutto in estate o in occasioni particolari. Ingredienti semplici, ma ricchi di gusto che sapranno rendere questi primi dei veri capolavori da condividere con gli altri.

Calamarata con frutti di mare

Si tratta di una variante molto gustosa di un classico napoletano. In questo caso, infatti, ai calamari vengono aggiunti anche vongole, cozze e gamberoni. In questo caso il risultato sarà ancora più gustoso ed piatto finale assumerà un sapore ancora più ricco che potrebbe variare in base al pescato del giorno o alla zona di mare nella quale vi trovate.

Calamarata alla siciliana

Questa versione alla siciliana in cui vengono utilizzati cubetti di melanzane e pomodorini da aggiungere ai calamari darà vita ad un piatto davvero strepitoso, gustoso con una nota di sapore ancora più accentuata e che porta con sé tutto il sapore ed i profumi di Sicilia.

Ricetta napoletana con calamari

Conservazione

La calamarata napoletana va consumata ben calda subito dopo la sua preparazione così da poterla apprezzare al meglio.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Dosate la quantità di pomodorini in base al risultato che volete ottenere ma se lo desiderate potete anche sostituirli con della polpa di pomodoro oppure omettere questo ingrediente a fronte di una quantità maggiore di sugo di pomodoro. Il risultato finale sarà comunque ottimo. Al posto del pepe nero utilizzate del peperoncino per una nota più particolare al vostro piatto. Dosate con cura la quantità di sale perchè ricordarete che i calamari sono già sapidi.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!