Coniglio in umido

Il coniglio in umido è un secondo piatto particolare e diverso dal solito, adatto a chi ama le carni dal sapore intenso. Ecco la ricetta per prepararlo ed alcune varianti interessanti per stupire i vostri ospiti

Coniglio in umido
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il coniglio in umido è un secondo piatto particolare, perfetto per chi ama le carni dal sapore più intenso o per chi vuole stupire i propri ospiti con dei piatti diversi dal solito. Il coniglio in umido viene preparato rosolando la carne in pentola ed insaporendola poi con pomodoro e spezie. Il risultato è davvero un piatto molto saporito e gustoso. Vediamo, quindi, la ricetta per preparare un ottimo coniglio in umido.

Ingredienti

  • 1 kg di carne di coniglio
  • 1 cipolla
  • 500 ml di passata di pomodoro o polpa
  • 2 foglie di alloro
  • 150 ml di vino bianco
  • 2 l di brodo di verdure
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 rametti di rosmarino
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione

Per iniziare la preparazione del coniglio in umido dovete partire dalla preparazione della carne. Qualora già non lo fosse, riducete il coniglio in pezzi, eliminando le interiora e pulendolo per bene. Dopo averlo pulito tamponate tutta la superficie esterna con della carta assorbente in maniera tale da asciugare per bene il vostro coniglio.

A questo punto dedicatevi alla cipolla, che andrà tritata molto finemente così come l’aglio. Prendete una casseruola ben capiente ed aggiungetevi a scaldare l’olio nel quale farete poi rosolare l’aglio e la cipolla per qualche minuto.

Solo quando la cipolla e l’aglio si saranno appassiti potete aggiungere il coniglio e farlo rosolare per bene mescolando continuamente. Aggiungete anche l’alloro ed il rosmarino ed aggiustate di sale e pepe. Fate continuare la rosolatura per altri 5 minuti circa.

Sfumate, quindi, il vostro coniglio in umido con del vino bianco, avendo cura di far evaporare per bene prima di proseguire la preparazione. Aggiungete anche la passata di pomodoro o la polpa di pomodoro, a seconda dei gusti,e coprite tutto con un coperchio così da far continuare la cottura.

Controllate spesso il vostro coniglio in umido così da aggiungere del brodo vegetale nel momento in cui vi rendete conto che serve aggiungere del liquido di cottura. Quando il vostro coniglio in umido sarà ben cotto potete aggiustare di sale e pepe e togliere dal fuoco. Il coniglio in umido andrà servito ancora ben caldo ai vostri ospiti, magari insieme a dei crostoni di pane per una golosissima scarpetta nel sughetto.

Il coniglio in umido è un’ottima soluzione non soltanto per una domenica in famiglia ma anche per delle giornate di festa, dal momento che costituisce un piatto molto particolare e fuori dal comune.

Consigli e varianti

Potete aggiungere al vostro coniglio in umido anche le interiora se lo desiderate. Aggiungetele, circa a metà cottura così che queste si cuociano perfettamente.

Il coniglio in umido è un secondo piatto molto particolare per cui spesso non piace proprio a tutti. In alternativa, però, potete preparare del pollo alla cacciatora, del pollo alla diavola, delle polpette al sugo, degli involtini alla pizzaiola, un pollo arrosto o una cotoletta alla milanese. Se volete preparare qualcosa di più particolare potete servire delle scaloppine ai funghi o al limone oppure del pollo alle mandorle. Tutti piatti molto gustosi ma anche particolari, da accompagnare con un flan di patate o di spinaci oppure con delle patate al forno.

Conservazione

Il coniglio in umido si conserva in frigorifero per al massimo un giorno se chiuso in un contenitore ermetico oppure se coperto con della pellicola trasparente. Il coniglio in umido andrà scaldato in pentola o al microonde prima di essere servito nuovamente ai vostri ospiti così che ritrovi la giusta temperatura e morbidezza, come quando lo avete preparato.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!